Ritorno all'indice stagione
< STAGIONE PREC.
STAGIONE SUCC. >



da "Almanacco Illustrato del Milan" - Ed. Panini Modena, 2005
I vari Comitati della Federazione riescono a tener vivo un calcio ufficiale solo a livello regionale. Il Comitato Regionale Lombardo (C.R.L.) riesce ad organizzare una "Coppa Regionale": è un campionato di Lombardia con in palio un titolo, al quale partecipano 8 squadre. Il Milan, ancora guidato da Cevenini I, si dimostra la squadra nettamente più forte e vince la Coppa (che mai le sarà consegnata) davanti a Legnano ed Internazionale. Rossoneri campioni di Lombardia, con 10 vittorie e 45 gol segnati in 12 incontri.


da E. Tosi – Forza Milan! – La storia del Milan ("Dalla scissione alla Grande Guerra"), gennaio 2005
L'annata successiva (1916-17) vede la FIF non più in grado di organizzare un torneo su base nazionale (dove per "nazionale" deve intendersi il solo Nord Italia). Iniziata nel maggio 1916, l'offensiva austriaca impegnava sempre più anche chi non era al fronte. I treni erano diventati tradotte militari, per cui gli spostamenti delle squadre da una città all'altra erano quasi impossibili, e i giocatori militari raramente potevano contare su brevi licenze. Difficile pensare a competizioni sportive. Milano, poi, era la grande città d'Italia più vicina alle trincee: l'Adamello era solo 150 chilometri di distanza. Nonostante tutto, il Comitato Regionale Lombardo della FIF riesce ad organizzare una competizione ufficiale: la Coppa Regionale, un campionato di Lombardia cui partecipano 8 squadre. Vince ancora il Milan, davanti a Inter e Legnano.


dal sito www.ilveromilanista.it
STAGIONE 1916/1917 - CEVENINI GRIFFA LA COPPA REGIONALE
Con i campionati sospesi, il Comitato Regionale Lombardo organizza la Coppa Regionale a 8 squadre. Il Milan è troppo forte per tutte: su 12 gare ne vince 10 e segna 45 reti, trascinato dal sempre più implacabile capitano-bomber Cevenini. Nel gruppo 1 il Milan si mette davanti a USM, Cremonese ed Enotria; nel girone finale supera Legnano (9 punti a 7), Inter (7 punti) e ancora US Milanese (4). Cevenini gioca tutte le 12 gare e segna 14 gol, Zacchi è vicebomber con 5 centri in 8 match. Tra i titolari che meglio si distinguono, Rainieri, Soldera, Cazzaniga, il portiere Barbieri, Lovati, la difensiva Pizzi-Sala e il mediano Scarioni. Ferrario in 12 gare va in gol solo 2 volte, però come sempre è una stagione tutta impegno per lui. Il 26 novembre 1916, alla prima giornata, dà l'addio al Milan Luis Van Hege: tornato dal Belgio temporaneamente, dà ai compagni la notizia del suo imminente e definitivo ritorno in Patria per motivi bellici. L'addio lo dà a modo suo, segnando alla Cremonese. Una partita, un gol. E le lacrime a fine gara, il treno per il nord Europa, tanta tristezza e in gola un groppo di ricordi. Qualche sporadica apparizione in squadra per Andreoli, Bronzini, Brusa, Cevenini II e Cevenini III, Attilio Colombo, Corsi, Croce, Gelati, Greppi, Marchesi, Marmonti, Mazzoni, Orlandi e Ramponi. Solo una presenza per il duttile Morandi, sempre per motivi bellici.


dal sito www.milanhistory.blogspot.com
1916-1917, VAN HEGE TRISTE ADDIO
IL MILAN VINCE LA COPPA LOMBARDA: TROPPO FORTI I ROSSONERI PER QUALSIASI AVVERSARIO. ANCORA CEVENINI IL GOLEADOR, CON 14 GOL IN 12 PARTITE.

COI CAMPIONATI sospesi, il Comitato Regionale Lombardo organizza la Coppa Regionale a 8 squadre. Il Milan è troppo forte per tutte: su 12 gare ne vince 10 e segna 45 reti, trascinato dal sempre più implacabile capitano-bomber Cevenini.
Nel gruppo 1 il Milan si mette davanti a USM, Cremonese ed Enotria; nel girone finale supera Legnano (9 punti a 7), Inter (7 punti) e ancora US Milanese (4). Cevenini gioca tutte le 12 gare e segna 14 gol, Zacchi è vicebomber con 5 centri in 8 match. Tra i titolari che meglio si distinguono, Rainieri, Soldera, Cazzaniga, il portiere Barbieri, Lovati, la difensiva Pizzi-Sala e il mediano Scarioni. Ferrario in 12 gare va in gol solo 2 volte, però come sempre è una stagione tutta impegno per lui.
Il 26 novembre 1916, alla prima giornata, dà l'addio al Milan Luis Van Hege: tornato dal Belgio temporaneamente, dà ai compagni la notizia del suo imminente e definitivo ritorno in Patria per motivi bellici. L'addio lo dà a modo suo, segnando alla Cremonese. Una partita, un gol. E le lacrime a fine gara, il treno per il nord Europa, tanta tristezza e in gola un groppo di ricordi.
Qualche sporadica apparizione in squadra per Andreoli, Bronzini, Brusa, Cevenini II e Cevenini III, Attilio Colombo, Corsi, Croce, Gelati, Greppi, Marchesi, Marmonti, Mazzoni, Orlandi e Ramponi. Solo una presenza per il duttile Morandi, sempre per motivi bellici. (Pubblicato da RG METAL'88)




La foto è tratta da "La domenica Sportiva" del 17 giugno 1917 ed è relativa all'incontro amichevole Milan-Belgio 6-4.
Il Milan è rinforzato da alcuni prestiti. Insieme alla squadra posa affabilmente pure l'arbitro. Si riconoscono: Cevenini I, il secondo giocatore in piedi da sinistra, Pizzi, il terzo. L'ultimo della fila è Edoardo Mariani, ex rossonero, in prestito dal Genoa.
Il primo in ginocchio da sinistra è Soldera. (Enrico Tosi, Milano)



Stagione precedente    STAGIONE 1916-17    Stagione successiva
Ragione sociale Milan Football and Cricket Club (M.F.B.C.C.)
Il capitano Aldo Cevenini I
Colori sociali Rosso e nero a strisce verticali
Data di fondazione 13 dicembre 1899
Sede Birreria Colombo (ex Spatenbrau) - via Ugo Foscolo - MILANO
AREA DIRETTIVA
Presidente Piero Pirelli I
Vice-presidente Giberto Porro Lambertenghi
Segretario Luigi Bianchi
AREA TECNICA
Direttore Sportivo Cesare Stabilini
Allenatore Carica vacante (incarico assunto dal Capitano Aldo Cevenini I)
SQUADRA
Capitano Aldo Cevenini I
Campo sportivo Velodromo Sempione (C.S.M.), Via Arona - MILANO
Giocatori di partite ufficiali Luigi Andreoli, Luigi Barbieri, Pietro Bronzini, Luigi Brusa, Emilio Cazzaniga, Aldo Cevenini I (cap.), Ciro Mario Cevenini II, Luigi Cevenini III, Attilio Colombo, Dionigi Corsi, Edoardo Croce, Romolo Ferrario, Gelati I, Anselmo Greppi, Cesare Lovati, Attilio Marchesi, Carlo Marmonti, Giovanni Mazzoni, Ernesto Morandi, Federico Orlandi, Amilcare Pizzi I, Dante Raineri, Carlo Ramponi, Marco Sala, Alessandro Scarioni II, Francesco Soldera I, Louis Van Hege, Gustavo Zacchi
Palmares Coppa Regionale Lombarda
Coppa Val d'Olona
Coppa Boneschi
Coppa Monza