Ritorno all'indice stagione
< STAGIONE PREC.
STAGIONE SUCC. >



da "Almanacco Illustrato del Milan" - Ed. Panini Modena, 2005
In Lombardia il Comitato Regionale della Federazione riesce ancora ad organizzare un campionato di guerra, il Torneo Benefico Lombardo, cui partecipano 12 squadre. Si schierano i giocatori che si riescono a reperire. Ad un certo punto può capitare che il Meda o il Vigevano possano mandare in campo squadre più valide di Milano e Ambrosiana. Ma pur di giocare, tutto va bene. Allenatore dei Milanisti è ancora Santagostino, Boffi gioca le sue ultime partite, esordisce in squadra Carlo Annovazzi. Il torneo è vinto dal Como, i rossoneri sono sesti. La società dà significativi segni di vita. Mauprivez, dirigente milanista e consigliere federale, trova anche il modo di organizzare la Coppa Monti che il Milano si aggiudica superando in 3 partite L'Ambrosiana. Poche settimane dopo la Liberazione si ritorna alla vecchia amata denominazione di "MILAN". Ufficialmente da Associazione Calcio Milano ad A.C. Milan.


da E. Tosi – Forza Milan! – La storia del Milan ("Dopo 44 anni, di nuovo lo scudetto"), marzo 2005
IL TORNEO BENEFICO LOMBARDO
Per la stagione 1944-45 il Comitato Regionale Lombardo della Federazione riesce incredibilmente a organizzare un torneo ufficiale su base regionale con l'etichetta di "Torneo Benefico" e la partecipazione di 12 squadre, tra cui ovviamente il Milano; a guidarlo Toni Busini, figura illuminata di tecnico e di dirigente tra le più importanti della storia milanista.
Tra mille difficoltà e continui rinvii, la competizione viene coraggiosamente disputata. Avrà termine soltanto nel luglio '45, a liberazione avvenuta, con la vittoria finale del Como e i rossoneri al sesto posto. In quelle ormai dimenticate partite il problema maggiore era costituito dal riuscire a reperire undici giocatori da mandare in campo; ai nostri, perciò, poteva accadere di incontrare, con una formazione messa insieme all'ultimo minuto, avversari inferiori di nome ma con una squadra più valida, almeno in quel giorno: si spiegano così certe nette sconfitte (0-5 dal Vigevano) o certi faticosi pareggi (1-1 col Meda). Nonostante la pochezza tecnica, quelle partite ebbero un indubbio, grandissimo valore morale; persino pochi giorni prima del 25 aprile '45 (esattamente il 15 aprile) si trovò il modo di organizzare la partita tra Milano e Ambrosiana-Inter, valida per l'assegnazione della coppa Monti. Ricordiamoci che quelli furono, per la città, i giorni più drammatici dall'epoca delle Cinque Giornate del 1848: potenza del calcio e gloria per il derby milanese!
Terminato il conflitto, si scoprono caduti anche tra i calciatori: ricordiamo, tra i milanisti, Mario Provaglio, morto sul fronte russo nel 1944, e Giuseppe Vigo, anche lui caduto nello stesso anno nei Balcani. Il 14 giugno 1945, per la gara contro la Pro Patria del "Benefico", la società si ripresenta con la denominazione di Associazione Calcio Milan, che conserva tuttora.






La foto ritrae i protagonisti di Novara vs Milan 0-3 del 31 maggio 1945 per il torneo benefico lombardo.
E' la seconda partita ufficiale dopo la Liberazione. Di li a pochi giorni la società riprenderà il vecchio nome di "Milan".
La scritta d'epoca a mano già lo anticipa. Si riconoscono Todeschini (2° giocatore in piedi) e Marchi (il 4°).
Tra gli accosciati Rossetti (il 2°), Toppan (il 5°), Granata (il 6°) e Bonomi (il 7°)
(Archivio Luigi La Rocca)



dal sito www.wikipedia.org
Il Torneo Benefico Lombardo venne disputato nel 1944-45 tra le più importanti squadre calcistiche lombarde dell'epoca, alle quali si aggiunse il Novara. A causa della guerra in atto, infatti, il campionato italiano di calcio di quell'anno venne annullato.
Dopo un torneo molto combattuto (caratterizzato anche dal ritiro di Varese e Gallaratese) il Como si laureò campione, sconfiggendo il Novara per 2-1 nell'ultima partita, il 26 settembre 1945.




Stagione precedente    STAGIONE 1944-45    Stagione successiva
Ragione sociale

Associazione Calcio Milano (A.C.M.),
poi Associazione Calcio Milan (da giugno 1945)

Giuseppe Santagostino,
mister rossonero 1944-45
Colori sociali Rosso e nero a strisce verticali
Data di fondazione 13 dicembre 1899
Sede Via del Lauro, 4 - MILANO
AREA DIRETTIVA
Presidente Antonio Busini III (provvisorio) fino ad aprile 1945, poi Umberto Trabattoni
Vice-presidente Mario Mauprivez
AREA TECNICA
Allenatore Giuseppe Santagostino
AREA SANITARIA
Medico Sociale Giuseppe Veneroni
Massaggiatore Luigi Grossi
SQUADRA
Capitano Paolo Todeschini
Campi sportivi Civica Arena - MILANO / Stadio San Siro - MILANO
Giocatori di partite ufficiali Carlo Annovazzi, Bruno Arcari IV, Mario Begni, Aldo Boffi, Andrea Bonomi, Achille Casanchini, Luigi Ganelli II, Giorgio Granata, Umberto Guarnieri, Sergio Marchi, Angelo Meroni, Pietro Rebuzzi I, Giovanni Rossetti, Paolo Todeschini (cap.), Gianni Toppan, Francesco Ventura, Carlo Villa
Palmares Coppa "Angelo Monti"