Andrea BONOMI
"Ciapin"

< GIOCATORI
  Ritorna all'Home Page

Foto Archivio Luigi La Rocca



Scheda statistiche giocatore
  Andrea BONOMI

Nato il 14.02.1923 a Cassano d’Adda (MI), † il 26.11.2003 a Cassano d’Adda (MI)

Terzino sinistro (D) e Mediano (C), m ....., kg .....

Stagioni al Milan: 10, dal 1942-43 al 1951-52

Soprannome: “Ciapin”, “Bonomino”

Proveniente dal Dopolavoro Pirelli (acquistato per la somma di Lire 500)

Esordio nel Milan in gare ufficiali e in Campionato (Serie A) il 22.11.1942: Torino vs Milano 0-1

Ultima partita giocata con il Milan il 25.05.1952: Legnano vs Milan 2-1 (Campionato)

Totale presenze in gare ufficiali: 256

Reti segnate: 4

Palmares rossonero: 1 Scudetto (1950-51), 1 Coppa Latina (1951)

Esordio in Nazionale Italiana il 25.11.1951: Svizzera vs Italia 1-1

Totale presenze in Nazionale Italiana: 1

Reti segnate in Nazionale Italiana: 0




Ha giocato anche con il Dopolavoro Pirelli (C), il Brescia (B, 1952-54) e il Piacenza (C, 1954-55).

"E’ la Bandiera milanista degli anni Quaranta. Andrea Bonomi nasce a Cassano d’Adda, in provincia di Milano il 14 febbraio 1923, e fa il suo esordio in prima squadra nel corso della stagione 1942-43 dando così inizio ad una carriera rossonera che terminerà solo dieci anni dopo, con il campionato 1951-52. Bonomi è un difensore classico, duro e roccioso, ma anche elegante e sagace e risulta una dei punti fermi di quello squadrone che nel ’51 ridette lo scudetto al Milan dopo 44 anni di digiuno. Per “capitan” Bonomi il rendimento definitivo con l Milan parla di 231 presenze in campionato e 3 gol." (da “1899-1999. Un secolo rossonero” di Carlo Fontanelli. Geo Edizioni 2000)

"È il primo ad indossare la fascia di capitano dall’istituzione di tale segno di riconoscimento (1948). Un fedelissimo rossonero, alla sua nona stagione riesce, finalmente, a conquistare l’agognato scudetto. Inamovibile nel comparto difensivo allestito da Czeizler assieme a Silvestri e Tognon. I tre disputano la totalità dei 40 incontri in calendario (38 in campionato e 2 in Coppa Latina). Capitano di ventura, stakanovista." (Luigi La Rocca, Milano, 2001)

"A volte terzino, ma soprattutto centrocampista laterale. Non dotato di mezzi tecnici eccelsi, vi sopperisce con grinta, dedizione e uno spirito agonistico sopra la media. Stantuffo mobilissimo e inesauribile, diviene cuore pulsante della squadra." (Da “La Grande Storia del Milan”, Gazsport 2005)




Dal sito www.wikipedia.org

Soprannominato "Ciapin" all'inizio della sua carriera, Bonomi fu protagonista da bambino di un episodio che lo lega ad un altro famoso calciatore. All'età di sei anni stava infatti per annegare nell'Adda e venne messo in salvo da un ragazzo di dieci anni, destinato a diventare uno dei più grandi calciatori italiani di tutti i tempi: si trattava infatti di Valentino Mazzola.

CLUB
Bonomi iniziò la prorpria carriera nel 1942 nelle file del Milan (allora denominato Milano), con cui esordì in Serie A il 22 novembre 1942 in Torino-Milan 0-1. in quella stagione disputò altre 3 partite nella massima serie. Con i rossonerì giocò il campionato di guerra del 1944 e successivamente altre 7 stagioni, tutte da titolare e le utime 3 come capitano. Durante la sua esperienza a Milano vinse uno scudetto nel 1951.
Nel 1952 passò al Brescia in Serie B, dove restò per due stagioni prima di passare al Piacenza, dove chiuse la carrriera nel 1955.

NAZIONALE
Nella sua carriera Bonomi disputò una sola partita con la Nazionale Italiana, contro la Svizzera il 25 novembre 1951 (1-1).





Cliccare sull'immagine per ingrandire e leggere

5 ottobre 1947, Milan vs Genoa 2-0: Pietro Degano, infortunato, soccorso da Andrea Bonomi ed un giocatore genoano



Cliccare sull'immagine per ingrandire

25 gennaio 1948, Milan vs Torino 3-2: i due capitani Andrea "Ciapin" Bonomi e Valentino Mazzola, dietro si riconoscono
Gabetto (seminascosto), Rossetti, Tognon e Degano. Toni Busini è al fianco di Andrea Bonomi
(per gentile concessione di Antonella Bellocchio)





Figurina "Lavazza", 1950-51
Cliccare sull'immagine per ingrandire

Andrea "Ciapin" Bonomi, stagione 1950-51,
(per gentile concessione di Francesco Aranci)





(dal libro "1901-1951, Milan 50 anni”)
Cliccare sull'immagine per ingrandire e leggere

Spogliatoi di San Siro al termine della partita con la Lazio: si festeggia lo scudetto appena conquistato. Andrea Bonomi, Toni Bellocchio, Renzo Burini. Quello che accarezza Bonomi dovrebbe essere il massaggiatore, Domenico Magnani, mentre quello in basso con la cravatta Germano Trezzi
(per gentile concessione di Antonella Bellocchio)





(da "Il campionato in cifre - 1950-51", per gentile concessione di Ivano Piermarini)



Cliccare sull'immagine per ingrandire

(per gentile concessione di Luigi La Rocca)





(Archivio Magliarossonera.it)


(Archivio Magliarossonera.it)


Bonomi in compagnia di Renosto, 1952
(Archivio Magliarossonera.it)





Foto Archivio Palmas


Foto Archivio Palmas



Cliccare sull'immagine per ingrandire

Tony Busini ed Andrea Bonomi ricevono la Lupa capitolina al termine
di Roma vs Milan 2-1 del 17 giugno 1951 dal Sindaco di Roma Rebecchini,
come omaggio ai neo-Campioni d'Italia rossoneri
(da "Il Calcio Illustrato")
Cliccare sull'immagine per ingrandire

(da "Lo Sport" del 21 agosto 1952)



Cliccare sull'immagine per ingrandire

2 settembre 1951, Milan vs Juventus 3-2: prima della partita, i due capitani
Andrea Bonomi e Carlo Parola si scambiano lo scudetto, sotto lo sguardo di Arturo Silvestri
(Archivio Magliarossonera.it)



Cliccare sull'immagine per ingrandire e leggere

Andrea Bonomi, ex capitano rossonero, Sandro Mazzola, José Altafini e Toni Bellocchio
(per gentile concessione di Antonella Bellocchio)