Mino SPADACINI

< PRESIDENTI E VICEPRESIDENTI
  Ritorna all'Home Page



(da "Il Calcio Illustrato")
  Giacomo (detto Mino) SPADACINI

Nato il 19.10.1907 a Milano, † il 03.01.2000 a Milano

Vicepresidente e Dirigente

DA VICEPRESIDENTE:

Stagioni al Milan: 5, 1956-57 e dal 1959-60 al 1962-63

DA DIRIGENTE:

Stagioni al Milan: 4, dal 1954-55 al 1955-56 e dal 1957-58 al 1958-59




MORTO SPADACINI. ACQUISTO' RIVERA
"E' morto a Milano a 92 anni Mino Spadacini, ex vicepresidente del Milan tra il '54 e il '63. Braccio destro di Andrea Rizzoli, Spadacini ebbe un ruolo anche nello staff azzurro. Ricoprì infatti la carica di presidente del settore squadre nazionali tra il '60 e il '62, partecipando tra l'altro alla trasferta della nazionale ai Mondiali in Cile del '62. Il suo nome resta però legato a quattro scudetti ('55, '57, '59, '62), alla prima coppa dei Campioni vinta dal Milan, a Wembley nel '63, e in particolare all'acquisto di Rivera, che firmò il contratto proprio nel suo studio." (da "La Gazzetta dello Sport" del 4.1.2000)

"Nato a Milano il 19 ottobre 1907, "Mino" era il più anziano socio vitalizio in carica nella società rossonera. Sin da ragazzino s'innamorò delle gesta degli eroici calciatori del Milan e non appena riuscì a raggranellare, risparmiando sulle paghette settimanali, le fatidiche venti lire necessarie per iscriversi, si fece socio del Milan Footbal Club; era il 31 marzo 1921 ed il giovane Mino non aveva compiuto ancora 14 anni. Rimasto come simpatizzante nei ranghi societari fu, assieme a Toni Busini, uno degli artefici dell'entrata nel Milan del gruppo Rizzoli. Amico di Gian Gerolamo Carraro, cognato di Andrea Rizzoli, ogni volta che lo incontrava allo stadio lo invitava a prendere il Milan che, lentamente, stava risorgendo dalle polveri dell'anteguerra. Lo stesso Carraro ricorda: ".eravamo tutti strenuamente impegnati nell'azienda di famiglia tanto che non avevamo dato troppo peso alle proposte avanzate dai due portavoce rossoneri in quanto eravamo assolutamente certi che il commendator Angelo Rizzoli, poco interessato alle vicende sportive, non avrebbe concesso il proprio benestare per l'acquisto di una società calcistica.
Gli riferimmo, per dovere di cronaca, il fatto e questi ci lasciò esterrefatti nell'accettarlo. purché non ci avesse tolto troppo tempo agli impegni lavorativi e soprattutto non costasse più di dieci milioni l'anno.". Con l'avvento dei Rizzoli, "Mino" entrò nello staff direttivo del club, sino a ricoprire la carica di vicepresidente, curando soprattutto i rapporti con gli organi federali.


Laureato alla Bocconi nel marzo del 1929 in scienze economiche (l'attuale economia e commercio), mise al servizio della società la propria esperienza professionale anche per lo studio sulla trasformazione in società per azioni delle compagini sportive. Dopo l'uscita del gruppo Rizzoli dal Milan, rimase ancora in seno alla società per un certo periodo, sotto la disastrata gestione di Felice Riva, fino a quando insanabili divergenze con la presidenza lo costrinsero ad abbandonare il Consiglio. In virtù dei meriti acquisiti divenne socio onorario del Milan assieme ad Andrea Rizzoli, Gian Gerolamo Carraro, Renzo Polverini e Franco Carraro. La sua scomparsa, avvenuta il primo febbraio di quest'anno, lascia un grande vuoto nella famiglia rossonera." (Articolo a cura di Luigi La Rocca tratto da "Forza Milan" dell'aprile 2000)






11 gennaio 1948, Milan vs Salernitana 2-0: la formazione rossonera.
Il bambino a sinistra della foto è Marco Spadacini, figlio di Mino Spadacini,
poi Vice Presidente del Milan, e l'altro bambino a sinistra è l'altro figlio di Mino Spadacini
(per gentile concessione di Renato Orsingher)





I dirigenti dello scudetto 1958-59
(a cura di Beniamino Fiore)



Cliccare sull'immagine per ingrandire

9 settembre 1959, Coppa dell'Amicizia, Milan vs O.G.C. Nice 4-0: la squadra rossonera
con l'allenatore Luigi "Cina" Bonizzoni ed il Vice Presidente Mino Spadacini



Cliccare sull'immagine per ingrandire

La rosa del Milan Campione d'Italia 1961-62
(immagine ricolorata digitalmente da Fulvio Borro)



Cliccare sull'immagine per ingrandire

Mino Spadacini con il presidente Rizzoli e José Altafini, stagione 1962-63



Cliccare sull'immagine per ingrandire

Felice Riva e Mino Spadacini
(by Maria Riva Christiansen - facebook)



Cliccare sull'immagine per ingrandire e leggere

(da "MilanInter" del 30 dicembre 1963)





Gennaio 1964, Mino Spadacini con Riva e Carniglia a Milanello



Cliccare sull'immagine per ingrandire e leggere

Ricordo di Giacomo Mino Spadacini su "Forza Milan!" di aprile 2000