Paolo TAVEGGIA

< ALTRI DIRIGENTI
  Ritorna all'Home Page



(da "Forza Milan!", 1988)
  Paolo TAVEGGIA

Nato il 02.10.1952 a Milano

Direttore Organizzativo e Responsabile del Settore Giovanile

Stagioni al Milan: 7, dal 1986-87 al 1992-93 (da marzo 1986 a luglio 1993)


E' il Responsabile del Settore Giovanile del Milan dal ..... al 2006




E' stato anche Team Manager dell'Internazionale (A) e del Napoli (*).



Dal sito www.repubblica.it

IL FUTURO STADIO DI SAN SIRO... DECISAMENTE INQUIETANTE!
Cinque milioni di euro per i primi interventi. Salottini e sicurezza - È lo stadio del futuro
San Siro cambia volto. Due anni per trasformare lo stadio in un salottino. Con un ampio spazio per i vip.
Ma anche una sicurezza maggiore, per invogliare le famiglie a tornare alla partita senza correre rischi.
Subito, comunque, un investimento di cinque milioni di euro, con lavori che partiranno poco dopo la fine del campionato. Ad agosto, San Siro dovrà già avere un altro aspetto. Ieri il Consorzio San Siro Duemila ha fatto il punto della situazione. Presenti tra gli altri Adriano Galliani, vicepresidente del Milan, Massimo Moretti, direttore generale dell'Inter, Paolo Taveggia (direttore commerciale del Consorzio San Siro 2000) e Paolo Belotti (direttore del Consorzio). Hanno approvato i progetti. Un via libera che fa seguito alle parole dell'assessore allo Sport Aldo Brandirali, che pochi giorni fa aveva anticipato gli interventi del futuro. Due i piani di lavoro: uno estetico e l'altro funzionale. L'obiettivo è di trasformare il primo anello in una zona vip, con palchi tutto intorno, una tribuna d'onore più ampia ed un numero maggiore di poltroncine rosse. Ma ci vorranno due anni per completare l'opera.
Per il momento, via libera a tre interventi. Il primo riguarda la tribuna stampa. Verrà spostata dal primo al secondo anello ed ampliata sino a duecento posti più le postazioni radio e tv. Sparirà, quindi, un settore per il pubblico nei "popolari". Nel primo anello verrà invece allargata la tribuna d'onore mentre le cabine tv e radio diventeranno da subito salottini per gli sponsor.
Il secondo intervento coinvolgerà i tifosi della squadra ospite. Ora sono alloggiati in uno spicchio del primo anello, nella prossima stagione passeranno al terzo, con uno spazio anche nel secondo per chi vorrà spendere qualcosa in più. La zona lasciata libera verrà restituita ai tifosi nerazzurri. Infine, le misure di sicurezza. Dapprima il riempimento delle balaustre nelle curve del secondo anello, per evitare che qualcuno ci si arrampichi e faccia la fine di Luca Volpini, il tifoso dell'Inter precipitato durante la gara di Coppa Uefa con l'Aek. E sempre in curva piattaforme sporgenti in plexiglas per bloccare le cadute. Per migliorare il lavoro di rastrellamento e di sorveglianza delle forze dell'ordine è stato anche deciso di aumentare il numero delle telecamere, che saranno posizionate all'interno e non solo sulle uscite come ora.

BURGARETTA: SPAZIO ALLE FAMIGLIE - QUI MILAN
"Non sarà più un catino vuoto"
Lino Burgaretta, direttore progetti speciali del Milan: «Finalmente lo stadio di San Siro si adeguerà agli standard europei. Ora come ora è un catino di cemento, una cattedrale nel deserto. L'obiettivo finale è quello di farlo vivere alle famiglie per tutta la giornata dell'evento sportivo, non solo durante le partite ma anche nei giorni in cui non ci sono eventi sportivi. Adesso sarebbe impossibile: ci sono un paio di sale con due sedie, una cosa deprimente. Invece San Siro diventerà un centro polifunzionale nel giro dei prossimi due anni. Gli accordi presi con il Comune sono stati ratificati e approvati dal Consorzio e alla fine del campionato inizieranno i lavori: abbiamo per fortuna tre mesi a disposizione, già all'inizio del prossimo campionato si potranno apprezzare le novità. E si creeranno anche aree ospitalità per sponsor e vip. L'obiettivo finale è quello di adibire tutto il primo anello ad area ospitalità».

CUCCHIA: PIÙ SICUREZZA - QUI INTER
"Il secondo anello costerà 35 euro"
Luciano Cucchia è il responsabile organizzativo e segretario generale dell'Inter: «Le modifiche allo stadio erano necessarie per tre ordini di motivi: garantire maggiore sicurezza, accogliere meglio la famiglia che viene allo stadio e offrire maggiori spazi agli sponsor. I tifosi ospiti verranno spostati al terzo anello, che verrà circondato da una rete, da una serie di blindature e da paratie di cristallo e di ferro. Sotto questo settore ce ne sarà un altro, al secondo anello, ancora per i tifosi ospiti: ma i posti costeranno di più. Del resto San Siro è l'unico stadio in cui il tifoso ospite paga 11 euro per vedere la partita in una posizione ottimale... D'ora in poi il secondo anello costerà almeno 35 euro. Inoltre sarà ampliata la sala vip di ingresso, che sarà ingrandita di almeno tre volte e avrà un affaccio diretto sul campo.
La sala diventerà all'occorrenza centro congressi, ristorante, sala riunioni».



Cliccare sull'immagine per ingrandire

(Archivio Magliarossonera.it)
Cliccare sull'immagine per ingrandire

(Archivio Magliarossonera.it)



Cliccare sull'immagine per ingrandire

Paolo Taveggia con Ruud Gullit
(Archivio Magliarossonera.it)
Cliccare sull'immagine per ingrandire

Paolo Taveggia con Frank Rijkaard
(Archivio Magliarossonera.it)



Cliccare sull'immagine per ingrandire

Paolo Taveggia in panchina con Arrigo Sacchi, Silvano Ramaccioni e Daniele Massaro
(Archivio Magliarossonera.it)



Clicca sull'immagine per ingrandire

La panchina rossonera nella stagione 1986-87:
Nils Liedholm, Giovan Battista Monti, Silvano Ramaccioni, Paolo Taveggia, Paolo Mariconti e i giocatori rossoneri in panchina



Cliccare sull'immagine per ingrandire

Paolo Taveggia su "Forza Milan!" (1987) presenta il Mundialito 1987; quella manifestazione (vinta dal Milan, allenatore Fabio Capello)
si disputò poi a giugno 1987, ma si giocò solo a San Siro (non anche a Roma e Napoli, come preventivato) e parteciparono Porto,
Paris S.G. e Barcellona, oltre all'Inter, e non Juventus, Olympique Marsiglia e Dinamo di Kiev



Cliccare sull'immagine per ingrandire

12 ottobre 1986, Milan vs Inter 0-0: in basso si nota la prima parte dello striscione bianco con scritta rossonera "Paolo Taveggia è milanista!"



Cliccare sull'immagine per ingrandire e leggere

13 agosto 1988, Milan vs Bayern Monaco 1-0 (Torneo di Wembley, amichevole):
il Milan è la prima squadra invitata alla storica apertura dello stadio Wembley alle gare di club.
In questa foto, Paolo Taveggia e Guido Susini, con Giovanni Branchini
(per gentile concessione di Paolo Taveggia)



Cliccare sull'immagine per ingrandire

Coppa dei Campioni 1989-90, Real Madrid vs Milan 1-0,
Paolo Taveggia e Marco Van Basten al termine della partita
(Archivio Magliarossonera.it)
Cliccare sull'immagine per ingrandire

(Archivio Magliarossonera.it)



Cliccare sull'immagine per ingrandire Cliccare sull'immagine per ingrandire
(da "Forza Milan!" di marzo 1991, speciale su Paolo Taveggia, by Simone Ach Conti - facebook)




Cliccare sull'immagine per ingrandire Cliccare sull'immagine per ingrandire
Immagini di Paolo Taveggia
Cliccare sull'immagine per ingrandire Cliccare sull'immagine per ingrandire Cliccare sull'immagine per ingrandire