William VECCHI
"L'Eroe di Salonicco"

< GIOCATORI
  Ritorna all'Home Page



(Archivio Magliarossonera.it)



Scheda statistiche giocatore
  William VECCHI

Nato il 28.12.1948 a Fellegara di Scandiano (RE)

Portiere (P) e Allenatore dei Portieri, m 1.75, kg 73

DA GIOCATORE:

Stagioni al Milan: 7, dal 1967-68 al 1973-74 (di cui 6 con partite ufficiali, dal 1967-68 al 1969-70 e dal 1971-72 al 1973-74)

Soprannomi: “L'Eroe di Salonicco”, “Il Cinese”

Cresciuto nel Milan

Esordio nel Milan in gare ufficiali e in Campionato (Serie A) il 18.02.1968: Milan vs Inter 1-1

Ultima partita giocata con il Milan il 20.03.1974: Paok Salonicco vs Milan 2-2 (Coppa delle Coppe)

Totale presenze in gare ufficiali: 71

Palmares rossonero: 1 Scudetto (1967-68), 1 Coppa dei Campioni (1969), 1 Coppa Intercontinentale (1969), 2 Coppe delle Coppe (1968, 1973), 2 Coppe Italia (1972, 1973), 1 finale a/r di Supercoppa Europea contro l'Ajax (1974)

DA ALLENATORE DEI PORTIERI:

Stagioni al Milan: 9, dal 2001-02 al 2009-10




Ha giocato anche con il Cagliari (A, 1974-76), il Como (B ed A, 1976-81), la Spal (B, 1981-82).

E' stato Allenatore in seconda e Allenatore dei portieri della Reggiana (B, C1 ed A), del Genoa (A), del Parma (A), della Juventus (A).



Dal sito www.wikipedia.org

Cresciuto nel Milan all'ombra di un insigne numero 1 come Fabio Cudicini, Vecchi trovò la sua consacrazione nella stagione 1972/73, la prima dopo il ritiro del famoso "Ragno Nero". Un campionato per lui denso di soddisfazioni, disputato alternandosi tra i pali con Pierangelo Belli ma cogliendo l'opportunità di scendere in campo da titolare nel momento vincente, in primis a Salonicco nella finale di Coppa delle Coppe contro il Leeds United, unanimamente riconosciuta come la miglior prestazione della sua carriera. Quella sera Vecchi si oppose ai veementi attacchi inglesi difendendo fino all'ultimo il vantaggio milanista propiziato da Chiarugi con una serie di spettacolosi interventi, resi ancora più difficili dalle condizioni atmosferiche in cui si disputò l'incontro.
Ma va ricordata anche la finale di Coppa Italia 1973 disputata contro la Juventus dove fu tra i maggiori artefici della vittoria rossonera neutralizzando i penalty di Anastasi e Bettega nella serie finale di rigori a seguito del risultato di parità che costrinse le squadre a giocarsi la vittoria dagli 11 metri. La parabola milanista si concluse per lui al termine della stagione 1973/74, avara di soddisfazione per il Milan. Passato al Cagliari nel 1974/75, difese la porta isolana per una stagione alternandosi con Copparoni mentre l'anno successivo (1975/76) un serio infortunio alla mano gli costò un lungo stop. Nel 1976/77 il trasferimento al Como per iniziare un altro periodo importante della sua carriera. Cinque anni con la squadra lariana che, grazie al suo apporto, riconquistò la serie A nel 1980/81. Infine il trasferimento alla SPAL nel 1981/82 e poi l'anno successivo sempre in B al Modena per concludere la carriera agonistica intraprendendo l'attività di preparatore di portieri.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Vecchi aveva la sua qualità migliore nelle rilevanti doti acrobatiche che gli permettevano parate anche spettacolari. Era abile nelle uscite malgrado fosse di statura regolare (1,76 cm.) e si è anche distinto come eccellente specialista nel neutralizzare i calci di rigore.





Dal sito www.acmilan.com

VILLIAM (WILLIAM, n.d.l.) VECCHI: IL CURRICULUM
06 Novembre 2001, MILANO - Conosciamo da vicino Villiam Vecchi, collaboratore di Carlo Ancelotti già nella Reggiana, nel Parma e nella Juventus e da oggi preparatore dei portieri del Milan.

CARTA DI IDENTITA': è nato a Scandiano (Reggio Emilia) il 28 dicembre 1948.
ESORDIO IN SERIE A: 18/2/1968 Milan-Inter 1-1.
ESORDIO NEL MILAN: 18/2/1968 Milan-Inter 1-1.
PRESENZE IN SERIE A: dal 1967 al 1974 ha vestito la maglia del Milan collezionando complessivamente 46 presenze. L'anno successivo passa al Cagliari e vi rimane per due stagioni: 26 presenze totali.

PRESENZE IN SERIE B: dal 1976 al 1981 milita nel Como collezionando complessivamente 137 presenze (retrocesso in serie C1 nella stagione 1978/79, ottiene poi la promozione in serie B l'anno successivo e in serie A nella stagione 1980/81). Termina la sua carriera nel campionato cadetto alla Spal nel 1981/82.

Numerosi i trofei vinti da Villiam Vecchi con la maglia del Milan. E' soprannominato "Eroe di Salonicco" in onore della sua splendida prestazione in occasione della finale di Coppa delle Coppe vinta dal Milan per 1-0 contro il Leeds il 16 maggio 1973 (gol di Chiarugi).

Questo il palmares del neo preparatore dei portieri del Milan:
1 SCUDETTO: 1967/68
1 COPPA CAMPIONI: 1969
1 COPPA INTERCONTINENTALE: 1969
2 COPPE DELLE COPPE: 1967/68 e 1972/73
2 COPPE ITALIA: 1971/72 e 1972/73




Cliccare sull'immagine per ingrandire

Una formazione della Nazionale Olimpica che partecipa ai Giochi
del Mediterraneo del 1968: il portiere è il rossonero William Vecchi
Cliccare sull'immagine per ingrandire

La Nazionale Militare a Tunisi, 1968-69: per il Milan William Vecchi
(per gentile concessione di Marcello Grassi)





William Vecchi, stagione 1967-68
Cliccare sull'immagine per ingrandire

William Vecchi, stagione 1968-69
(per gentile concessione di Mauro Busnati)



Cliccare sull'immagine per ingrandire

Dopo Verona vs Milan 5-3, stagione 1972-73
(da "Il Milan Racconta")
Cliccare sull'immagine per ingrandire

William Vecchi, 1972-73



Cliccare sull'immagine per ingrandire

William Vecchi, 1972-73
(by Roberto Rolfo)
Cliccare sull'immagine per ingrandire

22 agosto 1972, Cudicini e Vecchi
(dal "Corriere della Sera")



Cliccare sull'immagine per ingrandire

Stagione 1973-74
(dal "Guerin Sportivo", 1974)
Cliccare sull'immagine per ingrandire e leggere

Stagione 1973-74
(per gentile concessione di Renato Orsingher)





20 gennaio 1974, Bologna vs Milan 3-2: Anquilletti, Tresoldi e Vecchi



Cliccare sull'immagine per ingrandire

Una foto con William Vecchi e Gianni Rivera
(per gentile concessione di Gianni Righetto)



Dal sito www.rossonerisiamonoi.blogspot.com

Biografia di WILLIAM VECCHI
di Rino Gissi

SCANDIANO (RE), 28/12/1948.
PORTIERE. 16 maggio 1973, Salonicco, nella Grecia degli dei: il Milan cerca di afferrare la sua seconda Coppa delle Coppe, e davanti ha il Leeds di Joe Jordan, futuro 'squalo' rossonero. Non è un periodo facile per il Milan, tra tribolazioni societarie e ricambi generazionali. Il volto nuovo atteso al varco è quello di William Vecchi, 24 anni, portiere cresciuto nelle giovanili e che in questo 1972/73 si trova a sostenere la pesante eredità del 'Ragno Nero' Cudicini, ponendosi peraltro come anello di congiunzione tra due ere di grandi portieri: Cudicini, appunto, prima, ed Albertosi dopo di lui. Vecchi ha esordito nel 1967/68, anno dello scudetto, ed ha fatto il vice Cudicini per 5 stagioni: ora è il suo momento. Il Milan in campionato incappa nella tragica Fatal Verona, con la stella del decimo scudetto che svanisce all'ultima giornata in una partita dolorosissima e inspiegabile: Vecchi ha giocato 19 volte in campionato, e spesso si è alternato a Belli. In Coppa delle Coppe il Milan supera Red Boys, Legia Varsavia, Spartak Mosca e Sparta Praga. Nella finale di Salonicco mister Cesare Maldini (coadiuvato da Nereo Rocco) schiera questa formazione: Vecchi, Sabadini, Zignoli, Anquilletti, Turone, Rosato, Sogliano, Benetti, Bigon, Rivera, Chiarugi. Sono le parate strepitose di Vecchi a difendere fino al novantesimo il guizzo di Luciano Chiarugi al '3, consentendo a capitan Rivera di alzare il trofeo. In un clima enfatizzato da condizioni atmosferiche avventurose, Vecchi ferma spettacolarmente tutti gli attacchi del violento assedio inglese. Scrive il 'Corriere della Sera': 'Uno splendido Vecchi ha ricordato il Cudicini di Manchester, rinnovandone sorprendentemente le imprese e i fasti'.
Vecchi è un portiere di ottimo livello, non un fenomeno: ma quella notte greca lo lancia nella galleria degli indimenticabili. Le sue doti acrobatiche gli consentono parate spesso spettacolari, e anche nei tiri dal dischetto si rivela molto abile. Il Milan vince anche la Coppa Italia, e in finale con la Juve Vecchi è, infatti, ancora eroe: finisce 1-1 e ai rigori il portiere ferma i tiri di Bettega e Anastasi. Resta al Milan anche l'anno successivo, e gioca 30 gare complessive con la concorrenza forte di Pizzaballa (16 match): ma è stagione grama per il Milan, che perde la Supercoppa Europea con l'Ajax (0-6), la Coppa Coppe in finale col Magdeburgo e si piazza solo settimo in serie A. E' la fine dell'avventura di Vecchi, dopo 71 partite e 6 trofei in rossonero: 1 scudetto, 2 coppe Italia, 1 Coppa Campioni, 2 Coppe delle Coppe. L'arrivo di Albertosi lo porta al Cagliari, in un curioso incrocio di destini. 23 gare il primo anno, poi solo tre nel 1975/76, 'superato' sia da Copparoni che da Buso a causa di un noioso infortunio al polso. Vecchi si rilancia al Como, dove resta 5 stagioni: nel 1978 retrocede in C, ma poi è protagonista del doppio salto che riporta in A i lariani. 26 gare e la salvezza nel 1981 per Vecchi, che a Ferrara, e nella SPAl, suda ancora in serie B nel 1981/82. Chiude a Modena l'anno dopo, e diventa un apprezzato preparatore dei portieri: il ritorno al Milan è coinciso con quello di Carletto Ancelotti, per una nuova epoca di successi.





Durante Milan vs Leeds 1-0, finale di Coppa delle Coppe 1972-73
(Archivio Magliarossonera.it)



cliccare sull'immagine per ingrandire

William Vecchi con alcuni tifosi della Fossa dei Leoni, 1973-74
(grazie a Roberto Concari - facebook)
Cliccare sull'immagine per ingrandire

William Vecchi, 1973-74





Foto autografata dal portiere Dida e dal suo allenatore William Vecchi
Cliccare sull'immagine per ingrandire

Statuina di William Vecchi
(di Giovanni Santacolomba)



cliccare sull'immagine per ingrandire

Sabato 29 maggio 2010, raduno dei calciatori rossoneri Anni Sessanta a Guastalla (RE).
Da sinistra, in piedi: Romano Guido Nimis, Federico Barbieri, Roberto Bertanza, Claudio Antonio Mantovani, Sergio Rapacchi,
Giovanni Cazzola, Nevio Scala, Luigi Scaricabarozzi, Angelo Mazzoni, Colombo Labate (di Magliarossonera.it), Luigi Maldera,
Mauro Ferrari, Rino Ceccardi, William Vecchi, Luciano Tessari, Luigi La Rocca, Mario Pecora, Giovanni Casari, Stefano Marcucci,
Ezio Santagostino, Giuseppe Italo Redaelli, Mauro Scaruffi, Eugenio Petrini, Roberto Stucchi, Bruno Bacchetta, Sergio Maddè,
Luciano Stefano Poppi, Enrico Prato, Ciro Iotti, Massimo Dancelli, Sergio Innocenti.
Accosciati: Sergio Gardini, Aldo Vidonis, Giovanni Cattai, Giovanni Paolo Lodetti, Dario Gon, Claudio Orlandini, Gianni Zagatti,
Amerigo Rotoni, Gino Pigozzi, Piero Fraccapani, Fausto Daolio, Paolo Barbacini, Ernesto Cassaghi, Mario Fantini, Mario Lucingoli
(grazie a Luigi La Rocca)



Cliccare sull'immagine per ingrandire

William Vecchi
Cliccare sull'immagine per ingrandire

Anquilletti e Vecchi a Milanello
(per gentile concessione di Roberto Valentino)