Omero TOGNON
"Brontolo"

< GIOCATORI
  Ritorna all'Home Page

Foto Archivio Luigi La Rocca



Scheda statistiche giocatore
  Omero TOGNON

Nato il 03.03.1924 a Padova, † il 23.08.1990 a Pordenone

Centrosostegno (C), m ....., kg .....

Stagioni al Milan: 11, dal 1945-46 al 1955-56

Soprannomi: "Brontolo”

Proveniente dal Padova

Esordio nel Milan in gare ufficiali e in Campionato (Serie A) il 14.10.1945: Genoa vs Milan 1-0

Ultima partita giocata con il Milan il 13.05.1956: Roma vs Milan 0-0 (Campionato)

Totale presenze in gare ufficiali: 342

Reti segnate: 2

Palmares rossonero: 2 Scudetti (1950-51, 1954-55), 1 Coppa Latina (1951)

Esordio in Nazionale Italiana il 27.02.1949: Italia vs Portogallo 4-1

Ultima partita giocata in Nazionale Italiana il 23.06.1954: Svizzera vs Italia 4-1

Totale presenze in Nazionale Italiana: 14

Reti segnate in Nazionale Italiana: 0

Nell'arco della sua carriera di calciatore, non è stato mai espulso né ammonito.




Ha giocato anche con il Padova (*), il Pordenone (IV serie, 1956-58).

Ha allenato il Verona (B), l'Arezzo (B), il Ravenna, il Crotone, il Clodiasottomarina, il Savona (Dil.).

"Per 11 stagioni (dal 1945-46 al 1955-56) Omero Tognon (che nasce a Padova il 3 marzo 1924 gioca con la maglia del Milan e totalizza complessivamente 336 gettoni di presenza in campionato con due reti segnate. Inutile dire che il fortissimo centrosostegno rossonero si guadagna ben presto i gradi di capitano e raggiunge la maglia azzurra della nazionale con la quale scende in campo per 14 volte.
Con il Milan il roccioso e dinamico mediano vince inoltre due scudetti: quello del 1951 da protagonista e quello del 1955 da comprimario, ma apportando un bagaglio di tanta, preziosa esperienza." (da "1899-1999. Un secolo rossonero" di Carlo Fontanelli. Geo Edizioni 2000)

"È il centrosostegno (oggi stopper) piantato al centro della difesa con il compito di marcare gli avversari più pericolosi. Se il reparto difensivo del MILAN risulta il minor perforato del Campionato è anche merito suo. Pugnace roccia silenziosa." (Luigi La Rocca, Milano 2001)

Si dice che abbia "scoperto" Gigi Riva, ma non si conoscono le circostanze.





Omero Tognon in azzurro

Dal sito www.milanclubfontanafredda.it

OMERO TOGNON, UN GRANDE UOMO PRIMA DI ESSERE UN GRANDE CAMPIONE DALLE ECCELLENTI QUALITA'
La sua carriera nel MILAN e nella NAZIONALE è stata coronata da molti successi che non hanno alterato Ia sua personalità schiva e poco propensa alle Iuci della ribalta. E' stato un maestro di calcio per le GOVANILI di Fontanafredda, ma prima, nel grande palcoscenico, valido aiuto di Arturo Silvestri nella costruzione di CAGLIARI SCUDETTO.
Nato a Padova il 3 marzo 1924, esordisce nel calcio vestendo Ia maglia deII'U. S. Bassanello. Nel 1946 viene acquistato dal MILAN dove mette in luce le sue indubbie qualità nel ruolo di CENTROMEDIANO metodista.
Durante la sua lunga militanza nel MILAN (14 anni) esordisce in NAZIONALE.
Ha avuto per colleghi, tra I'altro, il magnifico TRIO GREN - NORDAhL - LIEDHOLM nonché I NAZIONALI Annovazzi, Carapellese, Gimona e "testina d'oro" Puricelli.
Al termine della sua brillante carriera di giocatore ha iniziato quella di allenatore dapprima a Cagliari, poi a Verona, Arezzo, Pisa e Ravenna.
Si è rivelato quindi MAESTRO di calcio allenando il settore giovanile del Fontanafredda con ottimi risultati.
I giovani, in OMERO TOGNON, vedano UN MODELLO ED UN ESEMPIO.
IL DIRETTIVO MILAN-CLUB FONTANAFREDDA






Figurina Archivio Luigi La Rocca


Figurina Archivio Luigi La Rocca





Figurina Archivio Luigi La Rocca



Cliccare sull'immagine per ingrandire

25 gennaio 1948, Milan vs Torino 3-2: i due capitani Andrea "Ciapin" Bonomi e Valentino Mazzola, dietro si riconoscono
Gabetto (seminascosto), Rossetti, Tognon e Degano. Toni Busini è al fianco di Andrea Bonomi
(per gentile concessione di Antonella Bellocchio)





(da "Il campionato in cifre - 1950-51", per gentile concessione di Ivano Piermarini)





Cartolina 1950-51 di Omero Tognon
(per gentile concessione di Ermanno Vittorio)


Cartolina 1951-52 in velluto, di Omero Tognon con autografo (dopo la conquista dello scudetto)





Tognon capitano del Milan, 1953-54


(Archivio Magliarossonera.it)





(dal libro "Seconda Pelle", Mondadori, 2012)


(dal libro "Seconda Pelle", Mondadori, 2012)


Clicca sull'immagine per ingrandire e leggere

(per gentile concessione di Franco Damiani)
Clicca sull'immagine per ingrandire e leggere

(da "Il Monello")



Clicca sull'immagine per ingrandire e leggere

Tognon, al centro quasi un plebiscito
(da "Lo Sport Illustrato", per gentile concessione di Franco Damiani)
Clicca sull'immagine per ingrandire e leggere

Omero Tognon e il Torino
(per gentile concessione di Fabrizio Porcelli)



Clicca sull'immagine per ingrandire

Omero Tognon del 1954. I tre bambini sono, da sinistra: Alberto Rizzoli, Nicola Carraro e Angelone Rizzoli
(dal libro "Rizzoli - La vera storia di una grande famiglia italiana", per gentile concessione di Andrea Martinenghi)





Estate 1955, trattativa per la cessione di Toros e Tognon
(dal "Corriere dello Sport")


Estate 1955, trattative per la cessione di Tognon, Magnavacca e Vitali
(dal "Corriere dello Sport")



>
Cliccare sull'immagine per ingrandire e leggere Cliccare sull'immagine per ingrandire e leggere
Cartolina raffigurante Beraldo e Tognon in allenamento all'Arena, stagione 1955-56
(per gentile concessione di Riccardo Gaggero)



Clicca sull'immagine per ingrandire e leggere

Una pubblicazione dove si festeggia la vittoria
del campionato 1968-69 da parte dell'Arezzo di Omero Tognon
(per gentile concessione di Stefano Turchi)
Clicca sull'immagine per ingrandire e leggere

(da "Forza Milan!" di luglio 2009)