Alessandro SCHIENONI
"S' cienna"

< GIOCATORI
  Ritorna all'Home Page



Foto Archivio Luigi La Rocca



Scheda statistiche giocatore
  Alessandro SCHIENONI

Nato il 26.11.1902 a Milano, † l'11.02.1969 a Milano

Difensore (D), m ....., kg .....

Stagioni al Milan: 9, dal 1924-25 al 1932-33

Soprannomi: “S' cienna”, “S' ciennon”, “Pancho Villa”

Cresciuto nel Milan (prelevato dal Minerva)

Esordio nel Milan in gare ufficiali e in Campionato (1^ Divisione) il 09.11.1924: Mantova vs Milan 4-2

Ultima partita giocata con il Milan il 25.06.1933: Casale vs Milan 0-0 (Campionato)

Totale presenze in gare ufficiali: 212

Reti segnate: 0

Palmares rossonero: -




Ha giocato anche con il Minerva (Dil.), la Vigevanesi (B), il Dopolavoro Pirelli (*).

Ha allenato il Dopolavoro Pirelli (dal 1938 al 1968).

"Una vita in rossonero. Con questa frase si può riassumere la carriera calcistica del milanesissimo Alessandro Schienoni. Assieme ai vari Bronzini e De Franceschini prima, ai Perversi e ai Marchi dopo, il grintoso back rossonero regge per nove stagioni (211 presenze e nessun gol) le sorti della difesa milanista. Nel pieno rispetto della tradizione rossonera dell'epoca, Schienoni è un lottatore, un mastino, uno che non abbandona mai il proprio reparto, onnipresente, mai domo e sempre pronto a contendere all'avversario fino l'ultimo pallone, fino l'ultimo centimetro di terreno." (Da "1899-1999. Un secolo rossonero" di Carlo Fontanelli. Geo Edizioni 2000)



Dal sito http://milanhistory.blogspot.com

ALESSANDRO SCHIENONI, CUORE E TACKLE
DIFENSORE ARCIGNO, DELLA TIPOLOGIA "GREZZI MA EFFICACI", SCHIENONI GIOCA 211 PARTITE IN 9 STAGIONI CON LA MAGLIA ROSSONERA. SEMPRE DANDO L'ANIMA PER QUESTI COLORI, DIFESI DA TITOLARE STIMATO FIN DAL DEBUTTO
ALESSANDRO SCHIENONI fa parte di quella schiera di rossoneri che tra gli anni '10 e gli anni '40 sono stati capaci di diventare bandiere del Milan ed elementi importantissimi della squadra. Prima di lui c'erano stati Scarioni e Soldera, con lui e dopo di lui ci sarà Perversi, e non solo. Giocatori di tempra assoluta, tuttaltro che dotati tecnicamente ma difensori di gran valore. Gente che magari spazzava la palla appena la vedevano, ma che per il Milan davan l'anima. grezzi, quasi macchinosi nel loro movimento, brutti a vedersi ma terribilmente efficaci, autentici incubi degli attaccanti avversari, terrorizzati dal dover battagliare con soldati imperterriti, decisi a difendere la propria porta con ognuno dei... pochi mezzi concessi loro dalla natura. Nato a Milano nel 1902, Schienoni debutta nel 1924 ed è subito titolare: 20 partite. Se si escude il 1926, quando chiude con 19 apparizioni, Schienoni non scenderà mai sotto le 28 presenze per le sei stagioni successive, culmine della sua avventura rossonera. Nel 30/31 accetta di fare la riserva di lusso (11 gare), l'anno dopo si defila sempre di più con l'avanzare dell'età (4 gare) e decide di lasciare il suo amato Milan a 30 anni 8che per l'epoca erano parecchi), appendendo le scarpe al chiodo dopo 211 gare (e nessun gol) con la divisa rossonera. (Pubblicato da RG METAL'88)





Dal sito www.rossonerisiamonoi.blogspot.com

Biografia di ALESSANDRO SCHIENONI
di Rino Gissi

MILANO, 26/11/1902.
CENTROCAMPISTA. ALESSANDRO SCHIENONI fa parte di quella schiera di rossoneri che tra gli anni '10 e gli anni '40 sono stati capaci di diventare bandiere del Milan ed elementi importantissimi della squadra. Prima di lui c'erano stati Scarioni e Soldera, con lui e dopo di lui ci sarà Perversi, e non solo. Giocatori di tempra assoluta, tuttaltro che dotati tecnicamente ma difensori di gran valore. Gente che magari spazzava la palla appena la vedevano, ma che per il Milan davan l'anima. grezzi, quasi macchinosi nel loro movimento, brutti a vedersi ma terribilmente efficaci, autentici incubi degli attaccanti avversari, terrorizzati dal dover battagliare con soldati imperterriti, decisi a difendere la propria porta con ognuno dei... pochi mezzi concessi loro dalla natura. Nato a Milano nel 1902, Schienoni viene prelevato giovanissimo dai 'pivelli' del Minerva; debutta nel 1924 ed è subito titolare: 20 partite. Se si escude il 1926, quando chiude con 19 apparizioni, Schienoni non scenderà mai sotto le 28 presenze per le sei stagioni successive, culmine della sua avventura rossonera. Nel 30/31 accetta di fare la riserva di lusso (11 gare), l'anno dopo si defila sempre di più con l'avanzare dell'età (4 gare) e decide di lasciare il suo amato Milan a 30 anni (che per l'epoca erano parecchi), dopo 211 gare (e nessun gol) con la divisa rossonera. Gli ultimi duelli nella polvere li combatte con la divisa della Vigevanesi ('33/35), nelle serie inferiori.







Foto Archivio Luigi La Rocca


Figurina Archivio Luigi La Rocca





Foto Archivio Luigi La Rocca





La foto si riferisce alla partita disputata a Marassi l'11 ottobre 1925 (Genoa vs Milan 2-1). Inginocchiato, come usava all'epoca sulle pose fotografiche, l'estremo terzetto difensivo (terzino e portiere). Le maglie sono ormai uguali per tutti i giocatori: non c'è più spazio per le interpretazioni personali della divisa sociale.
Si può anche notare il diffuso uso delle ginocchiere. Il primo da sinistra è Cevenini V, il quarto è Banas, il sesto Santagostino. I tre giocatori accosciati sono Bronzini, Caviglia e Schienoni. (Enrico Tosi)





Mini-scheda di Schienoni, 1925-26
(Archivio Magliarossonera.it)



Cliccare sull'immagine per ingrandire e leggere

Un articolo sul Milan 1927-28 tratto dalla "Domenica Sportiva"
Cliccare sull'immagine per ingrandire e leggere

29 aprile 1928, Milan vs Internazionale 1-2
(dalla rivista "Il Calcio", collezione Tonino Sabaudo, Roma)