José Manuel Pepe REINA PAEZ

< GIOCATORI
  Ritorna all'Home Page

(Archivio Magliarossonera.it)



Scheda statistiche giocatore
  José Manuel Pepe REINA PAEZ

Nato il 31.08.1982 a Madrid (SPA)

Portiere (P), m 1.88, kg 92

Stagioni al Milan: ..., dal 2018-19 al ..... (in rosa 2018-19)

Esordio nel Milan in gare amichevoli il 26.07.2018: Milan vs Manchester United 1-1 (9-10 d.c.r.) (International Champions Cup)

Esordio nel Milan in gare ufficiali e nelel Coppe Europee (Europa Leagie) il 20.09.2018: F91 Dudelange vs Milan 0-1

Ultima partita giocata nel Milan
: .....

Totale presenze in gare ufficiali: ...

Palmares rossonero: -




Dal sito www.wikipedia.it

Acquistato dal Milan dalle giovanili del U.S. Cavazzale all'età di 14 anni circa. Ha una grande esperienza nella serie cadetta e si è mostrato più utile come assist-man che come goleador. Dal 2001 al 2003 conquista tre promozioni in A consecutive. In particolare, ottima la sua prima stagione in Serie B nel Modena che lo prese in prestito dal Milan, il quale lo girò in comproprietà alla Sampdoria a fine stagione. Al suo esordio in campionato cadetto nelle file dei neo-promossi gialloblu, mise a segno la seconda rete del 2-0 contro il neo-retrocesso Bari, segnando di fatto il suo primo gol tra i cadetti.José Manuel Reina Páez, noto semplicemente come Pepe Reina (Madrid, 31 agosto 1982), è un calciatore spagnolo, portiere del Milan e della nazionale spagnola.
Dal 2002 al 2005 gioca con il Villarreal, con cui vince due Coppe Intertoto, nel 2003 e nel 2004. Con la maglia del Liverpool, club con cui ha militato dal 2005 al 2013, vince una Supercoppa UEFA nel 2005, una FA Cup nel 2005-2006, una Community Shield nel 2006 e una Football League Cup nel 2011-2012. Con il Napoli ha vinto una Coppa Italia nella stagione 2013-2014. Con il Bayern Monaco ha vinto un campionato tedesco nella stagione 2014-2015
Con la nazionale spagnola si è laureato campione d'Europa nel 2008 e 2012 e campione del mondo nel 2010.

CARRIERA
Inizia la sua carriera nel Barcellona dove fa il suo debutto in prima squadra all'età di 18 anni. Ceduto in prestito al Villarreal nel 2002, il portiere non tornerà più in Catalogna. Nel 2004 il trasferimento diventa definitivo e Reina aiuta il Villareal a conquistare la qualificazione in UEFA Champions League nel 2004-2005, parando sette rigori su nove tirati dagli avversari durante la stagione.
Nel luglio 2005 viene ufficializzato il suo trasferimento al Liverpool. Fa il suo debutto nei Reds nei preliminari di Champions League contro il The New Saints. Ben presto diviene il portiere titolare della squadra, relegando Jerzy Dudek in panchina.
Nel maggio 2006 Reina vince inoltre i "Guanti d'oro" della Premier League, per aver mantenuto la porta inviolata in 20 occasioni durante la stagione, battendo Edwin van der Sar (18) e il detentore del titolo Petr Cech del Chelsea (17). A fine stagione viene convocato per i mondiali del 2006 come terzo portiere.
Titolare anche nella stagione 2006-2007, durante la Champions League para i rigori di Geremi e Arjen Robben nella semifinale contro il Chelsea, decisivi per l'ingresso in finale del Liverpool, poi persa 2-1 contro il Milan. Nella stessa stagione, Reina vince nuovamente i "Guanti d'oro".
Nel corso della stagione 2007-2008 è ancora il portiere titolare del Liverpool raggiungendo la semifinale di Champions League e il quarto posto in campionato. A partire da questa stagione, sino al 1º aprile 2012, non saltò nemmeno una gara di campionato, interrompendo questa serie a causa dell'espulsione subita nell'incontro con il Newcastle Utd. Il 26 febbraio era comunque riuscito a vincere la League Cup superando, ai rigori, il Cardiff City (i supplementari erano terminati sul 2-2).
Il 29 luglio 2013 passa in prestito annuale al Napoli, ritrovando il suo vecchio allenatore Rafael Benítez. Il 25 agosto seguente debutta in serie A con la maglia azzurra nella partita Napoli-Bologna (3-0), valida per la prima giornata di campionato. Il 22 settembre 2013, durante Milan-Napoli, diventa il primo portiere a parare un calcio di rigore a Mario Balotelli, il quale ne aveva realizzati in carriera 21 su 21; la partita finirà poi 2-1 per gli azzurri. Il 3 maggio 2014 conquista la Coppa Italia 2013-14 nella finale Napoli-Fiorentina finita 3-1.
Il 5 agosto 2014 viene annunciato il suo acquisto a titolo definitivo da parte del Bayern Monaco per fare da vice a Neuer. Vista l'importanza del portiere tedesco in tutte le competizioni del club bavarese, Reina giocherà solo tre partite di campionato nel finale di stagione, senza subire reti. Il 26 aprile 2015 vince il suo primo campionato tedesco.
Il 23 giugno 2015 ritorna al Napoli, questa volta a titolo definitivo. Termina la stagione con 34 reti incassate in 44 presenze contribuendo a condurre il Napoli al secondo posto in campionato.
In scadenza di contratto il 30 giugno 2018, Reina decide di non rinnovare, svincolandosi così dal club campano dopo tre stagioni di militanza consecutive.

NAZIONALE
Reina, dopo aver giocato nelle selezioni giovanili (conta alcune presenze nelle nazionali Under-16, Under-17, Under-18 e Under-21), viene convocato per la prima volta in nazionale maggiore nel 2005, dal CT Luis Aragonés. Ha esordito il 17 agosto dello stesso anno nell'amichevole vinta per 2-0 contro l'Uruguay, e da quel momento è rimasto in pianta stabile tra i convocati per lo più come secondo portiere di riserva alle spalle di Iker Casillas. In tutte le competizioni a cui ha preso parte, ha sempre scelto il numero 23.
Nel 2000 ha disputato una partita con la nazionale della Catalogna ma dato che né la UEFA né la FIFA riconoscono ai catalani lo status di squadra nazionale può ugualmente giocare nella nazionale spagnola.
Viene convocato in una competizione con la nazionale maggiore, per la prima volta nel Mondiale 2006, come terzo portiere alle spalle di Casillas e Cañizares.
Nel 2008 viene inserito nella lista dei 23 che parteciperanno ad Euro 2008. Reina gioca l'ultima gara del girone, con la Roja già qualificata, che la Spagna vince per 2-1 contro la Grecia. La manifestazione si conclude con la vittoria della nazionale spagnola, contro la Germania per 1-0 con gol di Torres.
Anche con l'avvento del nuovo allenatore del Bosque, che prende il posto di Aragonés, Reina continua ad essere regolarmente convocato. Prende parte alla prima FIFA Confederations Cup nella storia della Spagna, l'edizione del 2009 che si svolge in Sudafrica. Gioca nel girone, la gara che la selezione spagnola vince per 2-0 contro i padroni di casa del Sudafrica a Bloemfontein. La Spagna, conclude la manifestazione al terzo posto.
Il 20 maggio 2010 viene inserito nella lista dei 23 che prenderanno parte al Mondiale 2010 in Sudafrica. L'11 luglio la Spagna, vince per la prima volta nella sua storia, la coppa del mondo dopo aver avuto la meglio sui Paesi Bassi in finale con gol di Iniesta.
L'allenatore del Bosque, il 21 maggio 2012, lo inserisce nell'elenco dei convocati per l'Europeo 2012. La Spagna trionfa in finale per 4-0 contro l'Italia a Kiev, conquistando così il terzo titolo europeo nella storia.
Prende parte alla Confederations Cup 2013 che si svolge in Brasile. Esordisce nella competizione nella gara del 26 giugno, nella vittoria storica della Spagna per 10 a 0 contro Tahiti. La Spagna, dopo aver eliminato l'Italia in semifinale, viene sconfitta 3-0 in finale dai padroni di casa del Brasile.
Il 31 maggio 2014 viene convocato dal CT del Bosque per partecipare al Mondiale 2014 in Brasile. Esordisce nella fase finale di un mondiale, nella terza gara del girone che la Spagna vince per 3-0 contro l'Australia. A fine torneo, la Roja viene eliminata nella fase a gironi.
Il 21 maggio 2018 viene incluso dal commissario tecnico della Spagna Lopetegui nella lista dei convocati per il Mondiale di Russia 2018, che per la nazionale spagnola si conclude allo stadio degli ottavi di finale, nei quali viene sconfitta ai rigori dai padroni di casa della Russia.




Dal sito www.acmilan.com
2 luglio 2018

AC MILAN COMUNICATO UFFICIALE: REINA E STRINIC HANNO FIRMATO FINO AL 2021
Doppio colpo del d.s. Massimiliano Mirabelli, che regala a Rino Gattuso l'esperienza e la qualità di Pepe Reina e Ivan Strinic. Ecco il comunicato del Club rossonero.
AC Milan comunica di aver acquisito le prestazioni sportive di José Manuel Reina Páez e Ivan Strinic. Il portiere spagnolo e il difensore croato hanno firmato un contratto con il Club rossonero fino al 30 giugno 2021.
Pepe Reina è un grande portiere ed è stato un grande avversario del Milan, soprattutto ai tempi del Liverpool. Ad Atene era titolare nella nostra memorabile Champions League 2007 e ora, da rossonero, darà una grossa mano a tutto l'ambiente per riconquistare un posto in Europa. Un vincente, un leader, un protagonista in ogni sua squadra: dal Villarreal al Napoli. In Serie A ha già più di 100 presenze da titolare, in carriera ha un palmarès eccezionale: una figura di forte esperienza e carisma, esattamente quel tipo di caratteristiche che Mister Gattuso voleva per migliorare il Diavolo. Un uomo, prima ancora di un giocatore, che potrà essere molto prezioso nello spogliatoio e anche nella crescita del gruppo. Riflessi e reattività: una certezza della porta.
Ivan Strinic sta lasciando un'ottima impressione nel Mondiale di Russia 2018, titolare di una Croazia che sta continuando a stupire. Terzino sinistro, mancino di piede, 186 cm per 78 kg, il 30enne fa proprio del fisico uno dei suoi punti di forza. Dopo un 2017/18 tra alti e bassi, e un 2018 con poche presenze alla Sampdoria, l'approdo al Milan ha anche un significato di rivincita e riscatto personale. Un giocatore solido e efficace, essenziale e puntuale nelle giocate, molto attento in marcatura e dotato di buona tecnica. In rossonero vuole giocare e vincere, andando a rinforzare la fascia e completando il pacchetto già composto da Rodriguez e Antonelli.
Due acquisti importanti, in grado di portare un valore aggiunto alla rosa rossonera. Benvenuti ragazzi!




cliccare sull'immagine per ingrandire

10 agosto 2018, la presentazione di Pepe Reina
(da Milan TV)