Renato RACCIS

< GIOCATORI
  Ritorna all'Home Page



(per gentile concessione
di Claudio Usai)




Scheda statistiche giocatore
  Renato RACCIS

Nato il 17.06.1922 a Mandas (CA), † il 13.08.1979 a Cagliari

Attaccante (A), m ....., kg .....

Stagioni al Milan: 1, 1947-48

Proveniente dal Livorno

Esordio nel Milan in gare ufficiali e in Campionato (Serie A)
il 14.09.1947: Lazio vs Milan 1-2

Ultima partita giocata con il Milan
il 28.03.1948: Milan vs Triestina 1-1 (Campionato)

Totale presenze in gare ufficiali: 26

Reti segnate: 8

Palmares rossonero: -




Ha giocato anche con il Livorno (*).

"Proviene dal Fanfulla (dove torna nel '41). Offre un discreto rendimento ma la sua crescita Ŕ ostacolata dalla presenza del titolare Candiani. Si trasferisce all'Andrea Doria prima e al Vicenza poi." (Dal sito inter.it)





(da "Il Calcio Illustrato")


Figurina "Nannina"
di Raccis con la maglia del Livorno
(per gentile concessione di Claudio Usai)
Cliccare sull'immagine per ingrandire

Figurina di Raccis, 1947-48
(per gentile concessione di Franco Damiani)



da parte di Claudio Usai, del Centro Coordinamento Cagliari Clubs

Sono l'autore della pagina US Cagliari (story) di Facebook, volevo farvi notare, che in questi 3 giorni, Ŕ stato ricordato in una pagina nel cuore dell'isola, Renato Raccis, giocatore sardo che gioc˛ nel Livorno che arriv˛ secondo nel 1942/43 e nel Milan nel 1947/48. Uno dei primi giocatori sardi ad arrivare in Serie A. Il Milan che ha lunga lungimiranza in questo genere di cose ha mandato al piccolo comune 20.000 euro... (il Comune in questione Ŕ quello di Mandas - CA, n.d.l.)
Anche il Livorno con il presidente Ciampi ha mandato una lettera bellissima, nonostante il parkinson; il Prato addirittura ha mandato una bandiera; per il Cagliari c'era il museo che il centro ha creato per aiutare il sindaco Oppus a formarlo, i cimeli erano nostri, dello storico capo tifo Marius, Mario Sardara; nulla della Cagliari Calcio.
Raccis, gioc˛ nella San Giorgio, squadra di stampo del dopolavoro fascista, il Cagliari lo stava per acquistare, ma per questioni politiche and˛ all'Asti, poi al Prato, poi arriv˛ secondo con il Livorno (definito da Ciampi, un passionale centroattacco) e poi fu conteso fra Milan e Juve. Il Milan la spunto, ma gioc˛ solo il 1947/48, quando si ammal˛ di tubercolosi e dovette smettere. Anche la morte Ŕ stata prematura nel 1979.






(dal "Corriere dello Sport" del 23 febbraio 1947)