Alessandro MATRI

< GIOCATORI
  Ritorna all'Home Page



(Archivio Magliarossonera.it)



Scheda statistiche giocatore
  Alessandro MATRI

Nato il 19.08.1984 a Sant'Angelo Lodigiano (LO)

Attaccante (A), m 1.83, kg 78

Stagioni al Milan: 2, 2002-03 e 2013-14 (in prestito alla Fiorentina da gennaio 2014)

Cresciuto nel Milan

Esordio nel Milan in gare ufficiali e in Campionato (Serie A) il 24.05.2003: Piacenza vs Milan 4-2

Ultima partita giocata con il Milan il 26.03.2014: Fiorentina vs Milan 0-2

Totale presenze in gare ufficiali: 19

Reti segnate: 1

Palmares rossonero: -




Ha giocato anche con il Prato (C1), il Lumezzane (C1), il Rimini (B), il Cagliari (A), la Juventus (A).



Dal sito www.wikipedia.it

CARRIERA
Di proprietÓ del Milan fino al 2007, esordisce in Serie A il 24 maggio 2003 durante la partita con il Piacenza persa dai rossoneri per 4-2: Matri gioca da titolare e viene sostituito al 71'. Si mette successivamente in mostra in Serie C1, in prestito dalla societÓ rossonera, con le maglie di Prato e Lumezzane.
Nell'estate del 2006 passa al Rimini di mister Acori, in Serie B, con la formula del prestito. In questa stagione, nonostante la presenza di attaccanti pi¨ esperti come Ricchiuti, Jeda e Moscardelli, riesce a ritagliarsi uno spazio importante. Matri chiude il campionato con quattro reti all'attivo, tutte siglate nel girone di ritorno, tra cui la sua prima doppietta in carriera sul campo del Brescia e il gol che ha deciso il derby romagnolo contro il Cesena.
L'11 giugno 2007 metÓ del suo cartellino viene acquistato dal Cagliari. Ha esordito con la maglia rossobl¨ il 26 agosto seguente, andando subito a segno nella prima giornata di campionato contro il Napoli. Nonostante alcuni gol nell'arco della stagione, Matri viene spesso relegato in panchina dall'allenatore Davide Ballardini, che gli preferisce il compagno di reparto Acquafresca. Tuttavia, il giorno dopo il divorzio tra la societÓ sarda e il tecnico ravennate, il Cagliari riscatta l'altra metÓ del suo cartellino per 2,3 milioni di euro.
Nella prima parte della stagione successiva Matri non riesce ancora a ritagliarsi uno spazio da titolare nella compagine sarda, che lo vede spesso partire dalla panchina. Tuttavia, nel girone di ritorno, l'attaccante lodigiano mette a segno sei gol, risultando essere il terzo miglior cannoniere della squadra dopo Acquafresca e Jeda.
L'annata 2009-2010 comincia sulla falsa riga della precedente per Matri che, inizialmente, parte dalla panchina. Tuttavia, dopo la cessione di Robert Acquafresca, riesce a guadagnare nel giro di poche settimane il posto da titolare. Il 13 dicembre 2009, dopo 16 partite, riesce anche ad eguagliare il record di Gigi Riva di sette match consecutivi a segno. Termina la stagione con 13 gol messi a segno, scendendo in campo per tutte le 38 partite del campionato.
Comincia la stagione 2010-2011 con una doppietta, realizzata l'11 settembre 2010 contro la Roma nella gara giocata al Sant'Elia e vinta per 5-1. In totale l'attaccante realizza quattro doppiette, con un bottino complessivo di 11 reti. Con 36 marcature, inoltre, risulta essere al quinto posto nella classifica dei migliori marcatori di sempre in massima serie con la maglia del Cagliari.
Matri con la maglia della Juventus in una amichevole estiva contro il Mßlaga del 2012 Il 31 gennaio 2011 viene ufficializzato il suo trasferimento alla Juventus con la formula del prestito oneroso (2,5 milioni di euro) con diritto di riscatto fissato a 15,5 milioni di euro. L'esordio con la maglia bianconera arriva il 2 febbraio seguente, nella trasferta di Palermo che vede la Juventus perdere per 2-1. Tre giorni dopo torna a Cagliari da avversario e realizza i suoi primi due gol con la maglia della Juventus, nella partita terminata sul punteggio di 3-1 per i bianconeri. Il 13 febbraio seguente, invece, esordisce con la maglia bianconera allo Stadio Olimpico di Torino, segnando con un colpo di testa il gol che ha permesso alla Juve di vincere il derby d'Italia contro l'Inter per 1-0. Termina la sua stagione con 20 gol segnati (11 in rossobl¨ e 9 in bianconero) in 38 presenze, divenendo l'unico calciatore, insieme a Morgan De Sanctis, ad aver disputato tutte le partite del campionato 2009-2010 e 2010-2011.
Il 22 giugno 2011, dopo essere riscattato dalla Juventus, firma un contratto quadriennale fino al 30 giugno 2015 con i bianconeri.Segna il suo primo gol nella Serie A 2011-2012 il 18 settembre seguente, in occasione della 3¬ giornata contro il Siena. Il 22 ottobre 2011, invece, mette a segno la sua prima doppietta stagionale, nella partita interna contro il Genoa terminata sul punteggio di 2-2.
Il 2 aprile 2012 rinnova il suo contratto con la societÓ torinese per altri 2 anni, ovvero fino al 30 giugno 2017. Il 6 maggio 2012 conquista il suo primo scudetto con la maglia bianconera, ottenuto con una giornata d'anticipo nella partita giocata sul campo neutro di Trieste contro il Cagliari e vinta per 2-0. Conclude la stagione con 10 reti.
La stagione 2012-2013 inizia con la conquista della Supercoppa italiana, arrivata l'11 agosto 2012 allo Stadio nazionale di Pechino grazie alla vittoria per 4-2 contro il Napoli.
Il 19 settembre 2012 esordisce nelle competizioni UEFA per club, in occasione della partita di Champions League pareggiata per 2-2 in casa del Chelsea. Il 29 settembre seguente arriva anche il suo primo gol stagionale, nel corso della partita casalinga vinta per 4-1 contro la Roma. Il 12 febbraio 2013 segna la sua prima rete nella massima competizione europea per club, durante la partita esterna vinta per 3-0 contro il Celtic, valevole per gli ottavi di finale della competizione. Il 5 maggio successivo, grazie alla vittoria interna della Juventus sul Palermo per 1-0, vince ľ con tre giornate d'anticipo ľ il secondo scudetto consecutivo.
Il 18 agosto aggiunge al suo palmarŔs un'altra Supercoppa italiana, battendo in finale la Lazio allo Stadio Olimpico di Roma; Matri, tuttavia, non scende in campo nella partita terminata 4-0 per i bianconeri.
Il 30 agosto seguente viene ufficializzato il suo ritorno al Milan per 11 milioni di euro (pagabili in 4 anni) e sceglie di indossare il numero 9. Torna a vestire la maglia rossonera il 1║ settembre seguente, in occasione della partita interna vinta per 3-1 contro il Cagliari, sua ex squadra. Il 27 ottobre 2013 arriva il suo primo ed unico gol con la societÓ milanese, nel corso della trasferta persa per 3-2 contro il Parma.
Dopo 19 presenze ed 1 rete con i rossoneri, il 15 gennaio 2014 viene ufficializzato il suo prestito dal Milan alla Fiorentina fino al termine della stagione. Esordisce in maglia viola il 19 gennaio seguente, realizzando una doppietta nella partita di campionato Catania-Fiorentina (0-3). Il 21 febbraio esordisce in Europa League nella gara di andata dei sedicesimi di finale contro Esbjerg, segnando anche il primo gol per i viola che si imporranno sugli avversari per 1-3. Chiude la stagione con i viola con 21 presenze e 5 reti e finito il prestito fa ritorno al Milan.
L'11 luglio passa in prestito al Genoa. Con la maglia rossobl¨ esordisce in campionato il 14 settembre in trasferta a Firenze proprio contro la sua ex squadra subentrando nel secondo tempo a Mauricio Pinilla. Il 24 settembre, nella quarta giornata di campionato, sigla le sue prime due reti con la maglia dei grifoni (al 35' e al 48') nella gara Verona-Genoa (2-2). Il 5 ottobre segna il suo 100║ gol tra i professionisti siglando la rete della vittoria nella trasferta vinta 2-1 contro il Parma. Si ripete il 26 ottobre, in occasione della gara numero 1600 in Serie A del Genoa, segnando la sua quarta rete stagionale in campionato siglando il gol del momentaneo 1-1 nella partita poi vinta per 2-1 al Bentegodi contro il Chievo Verona.
Complessivamente con i rossobl¨ colleziona 17 presenze e 7 gol.
Il 2 febbraio 2015, ritorna alla Juventus con la modalitÓ del prestito gratuito per 6 mesi con 2,5 milioni di euro di stipendio al lordo pagato per metÓ dal Milan. Qui ritrova Stefano Sturaro con il quale ha giocato a Genova nei sei mesi precedenti e Massimiliano Allegri che lo ha giÓ allenato sia al Cagliari sia al Milan e nutre grande stima nei suoi confronti. Il 7 aprile, in occasione della partita di Coppa Italia, valevole per l'accesso in finale tra Fiorentina e Juventus, segna il gol dello 0-1 del complessivo 0-3 che porta la Juventus in finale di Coppa Italia.
Il 20 maggio, una sua rete risolve la finale di Coppa Italia all'Olimpico contro la Lazio. Il gol decisivo del 2-1 durante i tempi supplementari consegna la decima Coppa Italia alla Juventus.
Dopo 9 presenze e 2 gol fa ritorno al Milan.
Il 31 agosto 2015, nell'ultimo giorno della sessione estiva di calciomercato, passa in prestito alla Lazio per un anno. L'esordio arriva il 13 settembre successivo dove mette a segno anche una doppietta nella partita casalinga vinta, proprio per 2-0, contro l'Udinese.[69] Conclude la stagione e il prestito alla Lazio con un totale di 31 presenze e 7 reti. A fine stagione rientra al Milan.
Il 16 agosto 2016 viene ceduto a titolo definitivo al Sassuolo.

NAZIONALE
Il 6 febbraio 2011 viene convocato per la prima volta in Nazionale, da parte del CT Cesare Prandelli, in vista dell'amichevole del 9 febbraio seguente contro la Germania (1-1), nella quale tuttavia non viene impiegato. Nel seguente mese di marzo, viene ancora una volta convocato in azzurro per le gare in trasferta contro la Slovenia (0-1) e l'Ucraina (0-2). Esordisce proprio in quest'ultima gara, subentrando al 61' della ripresa a Giuseppe Rossi, e segnando la rete dello 0-2 finale per gli azzurri su assist di Sebastian Giovinco.






(Archivio Magliarossonera.it)


(Archivio Magliarossonera.it)



Dal sito www.acmilan.com
24 maggio 2003

STEFANI E MATRI: "Un sogno che si realizza"
PIACENZA - Altri due giovani della Primavera ai microfoni di Milan Channel. Iniziamo con Stefani, difensore: "Emozione grande grande, roba da ricordare tutta la vita nonostante il risultato. Mi spiace aver causato il rigore, non pensavo neanche di aver fatto fallo. Il sogno Ŕ un giorno indossare e essere protagonista con questa maglia". Matri poteva addirittura segnare: "Ho avuto un'occasione importante, se avessi stoppato bene la palla avrei potuto segnare. Giocare oggi Ŕ stato difficile ma bellissimo. E' un sogno che si realizza, quasi non ci credo".




Dal sito www.acmilan.com
11 giugno 2007

MILANO - A.C. Milan comunica che il calciatore Alessandro Matri disputerÓ la prossima stagione agonistica in compartecipazione con il Cagliari.






Con la maglia del Rimini
(dal sito www.libero.it)


Con la maglia del Cagliari
(dal sito www.repubblica.it)



Cliccare sull'immagine per ingrandire

Alessandro Matri... andata e... ritorno
(dal sito www.acmilan.com)