Piero LANA
"Fantaccino"

< GIOCATORI
  Ritorna all'Home Page

Foto Archivio Luigi La Rocca



Scheda statistiche giocatore
  Pietro (detto Piero) LANA

Nato il 10.10.1888 a Milano, † il 06.12.1950 a Milano

Interno sinistro (A), m 1.66, kg 60

Stagioni al Milan: 6, dal 1908-09 al 1913-14

Soprannome: "Fantaccino"

Esordio nel Milan in gare ufficiali e in Campionato (1^ Categoria) il 10.01.1909: Milan vs Internazionale 3-2

Ultima partita giocata con il Milan l'01.03.1914: Milan vs U.S. Milanese 1-1 (Campionato)

Totale presenze in gare ufficiali: 51

Reti segnate: 18

Palmares rossonero: -

Esordio in Nazionale Italiana il 15.05.1910: Italia vs Francia 6-2 (3 reti, di cui una su calcio di rigore)

Ultima partita giocata in Nazionale Italiana il 26.05.1910: Ungheria vs Italia 6-1

Totale presenze in Nazionale Italiana: 2

Reti segnate in Nazionale Italiana: 3

Primo giocatore del Milan ad aver indossato la maglia Azzurra della Nazionale, nonché il primo marcatore in assoluto ed il primo a segnare un rigore con la maglia azzurra




"A tenere alto l'onore del Milan nel primo match della Nazionale Italiana (all'Arena di Milano il 15 maggio 1910 contro la Francia) ci sono due giocatori del Milan: Aldo Cevenini e appunto Pietro Lana. Un terzo, Attilio Trerè veste in quel momento la maglia dell'Ausonia Milano. L'attaccante rossonero è il vero mattatore della partita visto che ben tre dei sei gol segnati ai malcapitati transalpini saranno segnati dal cannoniere meneghino. Con la maglia del Milan Pietro Lana gioca ininterrottamente per sei stagioni dal 1909 al 1914 giocando 52 partite e mettendo a segno 19 gol." (Da "1899-1999. Un secolo rossonero" di Carlo Fontanelli, Geo Edizioni 2000).

"...Nel 1908 è tra i dissidenti milanisti che propugnano la scissione dalla quale nasce l'Inter, poi muta idea e resta in rossonero...Appassionato di alpinismo, rimane intenditore di calcio ma non tifoso anche dopo il ritiro e da maturo signore si diverte a stupire i bambini sulla spiaggia di Gabicce infilando con i tiri ad effetto i finestrini delle cabine. Ai suoi funerali (a Milano, nel 1950), ci sono Gren, Nordhal e Liedholm." (Dal "Dizionario del Calcio Italiano", Baldini & Castoldi Editori, 2000)

"Milanese, lo chiamano Fantaccino perché è piccolino di statura. Da interno sinistro segna 18 gol in 51 partite. Fonda l'Inter, poi se ne pente e torna al Milan. Segna il primo gol della nazionale italiana con la Francia all'Arena. Muore a Milano nel 1950 a 62 anni." (dal sito www.storiedicalcio.altervista.org)

"Pietro Lana fu uno dei 44 soci dissidenti del Milan che fondarono l’Inter. Ben presto però si pentì di questa scelta e ritornò con i Rossoneri. Interno sinistro, ha buone doti d’attaccante e inoltre alla sua figura sono attaccati tanti record. Fu il primo marcatore della Nazionale Italiana, segnò tre gol nell’esordio degli Azzurri e fu anche il primo marcatore del derby di Milano. Era inoltre un appassionato di Alpinismo." (Nota di Gianni Morelli)

"In quegli anni non esisteva il professionismo, quindi il termine "comprato" non ha un reale fondamento. Giger e Bosshard si spostarono dal San Gallo al Milan e viceversa, perchè per motivi di lavoro ritornavano da maggio in poi in Svizzera. Accadde anche per tantissimi altri footballers dell'epoca, compreso il grande Suter. Questa migrazione "straniera" non faceva eccezioni nemmeno per gli italiani che giuocavano indistintamente, almeno fino al 1908. Ricordo Schiantarelli e Cevenini Aldo che dal Libertas passarono al Milan, per poi giuocare alcuni matches tra le fila dei diavoli rossi di Milano della Libertas, senza alcuna limitazione. Ricordo Lana che già socio del Milan dal 1906 giocava anche nel Club Minerva." (Lorenzo Mondelli)



Dal sito http://milanhistory.blogspot.com

PIETRO LANA, L'UOMO DEL DESTINO. AZZURRO
SUO IL PRIMO GOL DELLA STORIA AZZURRA, SUO UN GOL NEL PRIMO DERBY DELLA STORIA, VINTO DAL MILAN: PIETRO LANA, ATTACCANTE SEMPRE IN PRIMA FILA
PIETRO LANA forse neppure immaginava l'entità della sua impresa. Oggi però fa effetto scorrere la lista delle centinaia di partite della Nazionale italiana 4 volte campione del mondo, scorrere da Inzaghi a Baggio, da Baresi a Rivera fino a Schiaffino, Meazza e...Pietro Lana: 15 maggio 1910, debutta la Nazionale Italiana di calcio in maglia bianca, in amichevole contro la Francia. Pietro Lana è l'attaccante titolare, gioca nel Milan e porta i nostri in vantaggio.
E' il primo gol dell'Italia nella storia. Lana segna una tripletta incredibile, quel giorno, e i galletti perdono 6-2. Lana era nato a Milano il 10 ottobre 1888. Socio del Milan, fu tra i dissidenti che nel 1908 fondarono l'Inter per protesta. Lana si rese però conto di aver sbagliato, immediatamente: senza neppure una presenza ufficiale con l'Inter, tornò al Milan e debuttò ventenne proprio contro i cugini. Segnando: il primo derby andò al Milan. Lana aveva un carattere vivace ed estroverso, ed era voluto bene da tutti. Giocava come mezzala sinistra, più che come centravanti di sfondamento, ed era dotato di una tecnica pregevole. Minuto di statura (166 cm, 60 kg), 1 gol in 2 partite fu il suo biglietto da visita nel primo anno al Milan, 3 in 8 gare la stagione successiva. Nel 1911, nonostante giocò ben 15 gare, il suo contributo fu maggiore in zona assist che per i gol (solo 2); nelle 2 stagioni successive sommò 10 gare e 3 gol: non erano tempi in cui si giocava troppo. Il suo anno migliore fu il 1914, l'ultimo in rossonero: 16 match, 9 gol. Appassionato di alpinismo, Lana giocò anche un'altra partita in Nazionale. Morì settantaduenne nel 1950, a Milano. (Pubblicato da RG METAL'88)




Cliccare sull'immagine per ingrandire

I "probabili" per la futura Squadra Nazionale,
con i milanisti Lana, Cevenini e Carrer
(da "Lettura Sportiva" del 27 febbraio 1910, dal sito www.atletiederoi.it)
Clicca sull'immagine per ingrandire

(Archivio Magliarossonera.it)





(da "Forza Milan!")


(da "Album Panini", edizione per il Centenario del Milan, 1999)





(da "Forza Milan!")
Cliccare sull'immagine per ingrandire

(Archivio "Gazzetta dello Sport")