Giancarlo DANOVA
"Pantera"

< GIOCATORI
  Ritorna all'Home Page



(Archivio Magliarossonera.it)



Scheda statistiche giocatore
  Giancarlo DANOVA

Nato il 18.11.1938 a Sesto S. Giovanni (MI), † il 15.06.2014 a Sesto S. Giovanni (MI)

Attaccante (A), Allenatore delle Giovanili (1975-76) e Osservatore del Milan, m 1.69, kg 64

Stagioni al Milan: 4, dal 1957-58 al 1959-60 e 1961-62

Soprannome: “Pantera”

Cresciuto nel Milan

Esordio nel Milan in gare ufficiali e in Campionato (Serie A) il 16.02.1958: Sampdoria vs Milan 0-2

Ultima partita giocata con il Milan il 26.05.1962: Milan vs Toulouse 5-2 (Coppa dell'Amicizia)

Totale presenze in gare ufficiali: 97

Reti segnate: 52

Palmares rossonero: 2 Scudetti (1958-59, 1961-62)

Palmares personale: 1 Scudetto (1968-69, Fiorentina)




Ha giocato anche con il Torino (A), il Catania (A), l'Atalanta (A), la Fiorentina (A).

Ha allenato il Novara (*), il Parma (*), la Spal (*).

"Gioca quattro anni nel Milan, ma diventa ben presto uno dei punti di forza del reparto offensivo. Giancarlo Danova da Sesto San Giovanni (in provincia di Milano dove egli nasce il 18 novembre 1938) è uno che la palla la butta dentro e senza tanti complimenti. Veste il rossonero dal '57-58 al '61-62, salvo una parentesi nel '61 al Torino e disputa in totale 97 incontri ufficiali segnando 52 reti." (Da "1899-1999. Un secolo rossonero, di Carlo Fontanelli, Geo Edizioni 2000)

Nel giugno 1966 prese parte ad una tournee del Milan in Cile come prestito dall'Atalanta.

Fu menzionato da Vittorio Gassmann ("...lo scattante Danova") in una celebre scena del film "L'audace colpo dei soliti ignoti", di Nanni Loy.





Giancarlo Danova, 1952



Cliccare sull'immagine per ingrandire

14 maggio 1958, Coppa dei Campioni, Milan vs Manchester United 4-0, Liedholm e Danova al termine della partita
(per gentile concessione di Renato Orsingher)



Cliccare sull'immagine per ingrandire

14 maggio 1958, Coppa dei Campioni, Milan vs Manchester United 4-0,
"Pantera" Danova si intrattiene al telefono nello spogliatoio di San Siro
(Archivio Luigi Bellocchio)
Cliccare sull'immagine per ingrandire

14 maggio 1958, Coppa dei Campioni, Milan vs Manch. United,
Danova al telefono al termine della partita
negli spogliatoi di San Siro
(per gentile concessione di Renato Orsingher)



Cliccare sull'immagine per ingrandire

Giancarlo Danova e José Altafini in allenamento, stagione 1958-59.
Dietro, con il bastone, Jozsef Banas,
ex giocatore ed allenatore rossonero
(per gentile concessione di Sergio Giovanelli)
Cliccare sull'immagine per ingrandire

Giancarlo Danova, 1958-59
(per gentile concessione di Roberto Valentino)



Cliccare sull'immagine per ingrandire

17 maggio 1959, Lazio vs Milan 0-0,
Gastone Bean, Lorenzo Buffon, Giancarlo Danova e Alfio Fontana
(per gentile concessione di Ivano Piermarini)
cliccare sull'immagine per ingrandire

15 maggio 1960, Juventus vs Milan 3-1:
Grillo e Danova a colloquio con Sivori
(per gentile concessione di Ermanno Vittorio)





Foto di Giancarlo Danova
(Archivio Magliarossonera.it)


Foto dell'allora fidanzata Lidia Nava
(da "La Domenica del Corriere", 1962)
Cliccare sull'immagine per ingrandire

Lidia Nava, fidanzata di Danova, 1961-62
(per gentile concessione di Renato Orsingher)



Cliccare sull'immagine per ingrandire

(da "Il Calcio Illustrato")


(da "L'Unità")



Clicca per ingrandire e leggere

16 febbraio 1958, Sampdoria vs Milan 0-2: il debuttante "Pantera" Danova segna il primo dei due gol





Danova, infortunato, soccorso dal portiere del Real Madrid Alonso nella finale di Coppa dei Campioni giocata a Bruxelles nel maggio 1958
(da "Lo Sport Illustrato")



Un gol di Danova al Manchester United a San Siro nella Coppa dei Campioni del 1958
(da "Lo Sport Illustrato")





(Archivio Magliarossonera.it)


(da "Lo Sport Illustrato")



Danova con la maglia dell'Atalanta Un'altra immagine di Lidia Nava, la fidanzata di Danova,
(da "La Domenica del Corriere", 1962)



Clicca per ingrandire e leggere

(da "Lo Sport Illustrato", 1958)


Giancarlo Danova e Mario Trebbi, 1957-58



Clicca per ingrandire e leggere

(dalla rivista "Milan Settebello", 1959)


(Archivio Luigi La Rocca)



Cliccare sull'immagine per ingrandire

Campionato Cadetti 1958-59: Danova, Beretti, Garagna, Ippolito
(per gentile concessione di Luigi Garagna)





(da "Intrepido")



cliccare sull'immagine per ingrandire

Il Milan Vecchie Glorie fotografato all'Arena di Milano (metà-fine Anni '70).
In piedi, da sinistra: Salvadore, Altafini, .... , Attilio Maldera, Belli, Sormani, Luigi Maldera, Santin, Prati.
Accosciati, da sinistra: Aldo Maldera, .... , Silvano Villa, Golin, Anquilletti, Danova, Lodetti, Zignoli
(per gentile concessione di Gianni Righetto)



Cliccare sull'immagine per ingrandire

"Pantera" Danova allenatore a Novi Ligure
(da "La Stampa" del 24 febbraio 1978)
Cliccare sull'immagine per ingrandire

Giancarlo "Pantera" Danova nelle vesti di allenatore





Vecchie Glorie del Milan, 1978-79.
In piedi da sinistra: X1, Bruno Colombo (dirigente accompagnatore), Alfio Fontana, Luciano Alfieri, Paolo Ferrario,
X2, Paolo Barison, X3. Ultimo a destra in piedi Mario Malatesta (gran capo degli osservatori).
Accosciati, da sinistra: Mario Trebbi, Romano Fogli, Bruno Mora, Giancarlo Danova, X4, Corrado Morosini (massaggiatore)
(Omega Fotocronache)



Dal sito www.spaziomilan.it
15 giugno 2014

MILAN, ADDIO A “PANTERA” DANOVA
Lutto nel mondo del calcio: è morto l’ex rossonero Giancarlo Danova detto “Pantera”. Nato a Sesto S. Giovanni (Mi) il 18 novembre del 1938, Danova ha esordito nel Milan il 16 febbraio del 1958 in Sampdoria-Milan, finita 2 a 0 grazie a una sua doppietta. Con il Milan, Pantera Danova ha vinto due scudetti: nella stagione 1958/59 e in quella 1961/62 (ne vincerà poi anche uno con la Fiorentina nel 1968/69). Da ricordare il secondo posto nella Coppa dei Campioni del 1957/58, vinta dal Real Madrid per 3 a 2. Nel 77 è diventato allenatore: tra le squadre da lui allenate, possiamo menzionare i particolare il Novara, il Parma, la Spal.




Dal sito www.corriere.it
7 ottobre 2014 - di Roberto Perrone

DANOVA, LA PANTERA ARRIVATA DA SESTO E SBRANO' SAN SIRO
Giancarlo «Pantera» Danova, Sesto San Giovanni, ala classica per le quali «s’è rotta la macchinetta», si guadagna presto il suo soprannome sui prati di Sesto San Giovanni, dove nasce il 18 novembre 1938. Là dove c’era l’erba e non ancora una città il giovane Danova dribbla spesso la scuola e quindi gli amici, diventando «Pantera», perché trasforma anche una partita dove le porte sono fatte con i sassi in una finale di Coppa dei Campioni. E lì arriverà nel 1958 con il Milan, a Bruxelles, sconfitto per 3-2 dal grande Real Madrid.
Dopo aver fatto tutta la trafila al settore giovanile rossonero, esordisce in serie A con una doppietta alla Sampdoria il 16 febbraio 1958, non ancora ventenne. Alla fine raggiunge 97 presenze e 52 reti, conquistando due scudetti, 1958-59 e 1961-62. Un terzo lo conquista a Firenze, dopo passaggi nel Torino, nel Catania e nell’Atalanta, nel 1969 sia pure da riservista. Chiude nel 1974 a Omegna. A questo punto diventa allenatore: Novara, Parma, e Spal, tra le altre - oltre al settore giovanile del Milan, a cui è sempre stato legato - le panchine frequentate. Discontinuo nel calcio, non lo è nella vita dove coltiva per anni una grande amicizia con Giacinto Facchetti. Prima avversario in campo, terzino sinistro contro ala destra, poi a tavola nei racconti di quelle sfide rivissute senza l’ausilio della tecnologia. Se ne va nel bel mezzo del Mondiale, il 15 giugno di quest’anno. L’ultimo scatto, verso un mucchio di amici.