Giuseppe CARDONE
"Tenaglia"

< GIOCATORI
  Ritorna all'Home Page



(Archivio Magliarossonera.it)



Scheda statistiche giocatore
  Giuseppe CARDONE

Nato il 03.03.1974 a Pavia

Difensore (D), m 1.83, kg 76

Stagioni al Milan: 4, dal 1991-92 al 1992-93 e dal 1997-98 al 1998-99 (di cui 1 con partite ufficiali, 1997-98)

Soprannome: “Tenaglia”

Cresciuto nel Milan

Esordio nel Milan in gare ufficiali e in Coppa Italia
il 24.09.1997: Reggiana vs Milan 0-2

Ultima partita giocata nel Milan
il 10.05.1998: Milan vs Parma 1-1 (Campionato)

Totale presenze in gare ufficiali: 25

Reti segnate: 0

Palmares rossonero: -




Ha giocato anche con il Pavia (C2), il Leffe (*), la Lucchese (B), il Bologna (A), il Vicenza (A), il Venezia (A), il Piacenza (A), il Parma (A), il Cesena (B), il Modena (B).

"Difensore grintoso e determinato, tempista nel gioco aereo, più istintivo che ragionatore, poco votato alla gestione della palla. Al Milan arriva in un’annata confusa e balorda, gioca a sprazzi, talvolta da esterno, senza dimostrare qualità apprezzabili." (Da La Grande Storia del Milan, Gazsport 2005)



Dal sito www.wikipedia.it

CLUB
Cresciuto calcisticamente nelle giovanili del Milan, è passato all'età di 20 anni al Pavia in Serie C2, dove ha debuttato nel calcio professionistico realizzando solo 18 presenze.
Rimanendo sempre di proprietà del Milan, nel 1994-95 è andato al Leffe in Serie C1 dispuntando un buon campionato.
Pur richiesto da molte squadre anche di Serie A, il Milan lo ha dato ancora un anno in prestito, alla Lucchese, con cui ha collezionato 35 partite nel campionato cadetto contribuendo alla salvezza della squadra toscana.
Nel 1996/1997 è passato al Bologna,che si apprestava ad affrontare il ritorno in Serie A: Cardone ha debuttato nella massima serie il 15 settembre 1996 contro l'Hellas Verona, collezionando 24 presenze a fine stagione.
Richiamato al Milan, dopo una buona stagione con 19 presenze, non trova spazio nel 1998-99 e nel gennaio 1999 passa a titolo definitivo al Vicenza dopo essere stato per pochi giorni anche del Parma.
In biancorosso è retrocesso in Serie B, è tornato a giocare in A con il Venezia, ma è ancora retrocesso. Nel 2000-01 ha raccolto un curioso record di tre retrocessioni consecutive dalla A alla B nuovamente con il Vicenza.
Passato al Piacenza nell'estate 2001, rimane in Emilia per due buone stagioni da titolare in massima serie, venendo chiamato poi dal Parma. Infortunatosi nella stagione 2003-04, è rimasto per lunghi mesi lontano dai campi da gioco. Tornato in campo nella stagione 2004-05, nella quale la squadra sta soffrendo il difficile momento societario legato al crack Parmalat, è diventato capitano. Cardone tuttavia si riscatta ampiamente segnando la rete della permanenza in Serie A nello spareggio.
Nel campionato 2005-06 Cardone è ancora capitano della squadra nonché leader indiscusso della difesa parmense, ma un grave infortunio gli farà finire anzitempo la stagione 2006-07, dopo appena 5 partite. Nella stagione successiva con Domenico Di Carlo non trova spazio e nel gennaio 2008 viene ceduto a titolo definitivo al Cesena.
Il 20 agosto 2008 firma un contratto annuale per il Modena.

NAZIONALE
Non ha mai giocato in nessuna rappresentativa azzurra, ma è stato convocato da Trapattoni nel 2000.