Massimiliano CAPPELLINI

< GIOCATORI
  Ritorna all'Home Page



(Archivio Magliarossonera.it)



Scheda statistiche giocatore
  Massimiliano CAPPELLINI

Nato il 21.01.1971 a Bollate (MI)

Centravanti (A), m 1.74, kg 72

Stagioni al Milan: 3, dal 1986-87 al 1988-89 (di cui 2 con partite ufficiali, dal 1987-88 al 1988-89)

Cresciuto nel Milan

Esordio nel Milan in gare amichevoli il 27.07.1986: Vipiteno vs Milan 0-6

Esordio nel Milan in gare ufficiali e in Campionato (Serie A) il 28.02.1988: Milan vs Sampdoria 2-1

Ultima partita ufficiale giocata nel Milan
il 18.06.1989: Milan vs Ascoli 5-1 (Campionato)

Totale presenze in gare ufficiali: 12

Reti segnate: 1

Palmares rossonero: 1 Scudetto (1987-88), 1 Coppa dei Campioni (1989)

Esordio in Nazionale Under 16: nel 1988

Totale presenze in Nazionale Under 16: 5

Reti segnate in Nazionale Under 16: 4




Ha giocato anche con il Piacenza (C1, B, A), il Monza (B), il Como (C1), Foggia (A), il Piacenza (B), l’Empoli (A, B).

"Assieme a Graziano Mannari rappresentava una promessa rossonera, esordendo come il compagno, sia in campionato (quello dell’undicesimo scudetto), che in Coppa Italia (segnando alla Lazio, così come Mannari, i gol della vittoria rossonera), che in Coppa dei Campioni (la prima dell’Era Berlusconi); al termine della stagione 1988-89 fu mandato in provincia a "farsi le ossa". Non tornò più alla Casa Madre perché chiuso da Mostri Sacri come Van Basten e Papin, tanto per citarne due, ma sia a Foggia (con Zeman) che ad Empoli, ha lasciato buoni ricordi." (Nota di Colombo Labate)



Cliccare sull'immagine per ingrandire

La Nazionale Azzurra al Mondiale Under-16 in Canada, 1986-87.
Si riconoscono i milanisti Cappellini (in piedi, il quarto da sinistra), Lafuenti (il primo da destra) e Pessotto (accosciato, il quarto da sinistra)
(per gentile concessione di Silvio Lafuenti)





Stagione 1988-89


Stagione 1988-89



Cliccare sull'immagine per ingrandire e leggere

13 agosto 1988, Torneo di Wembley (amichevole): Milan vs Bayern Monaco 1-0





Cappellini ai tempi dell'Empoli