Fabio BORINI

< GIOCATORI
  Ritorna all'Home Page

(dal sito www.acmilan.com)



Scheda statistiche giocatore
  Fabio BORINI

Nato il 29.03.1991 a Bentivoglio (BO)

Attaccante (A), m 1.80, kg 73

Stagioni al Milan: ..., dal 2017-18 al ..... (in rosa 2018-19)

Proveniente dal Sunderland

Esordio nel Milan in gare amichevoli l'11.07.2017: Lugano vs Milan 0-4

Esordio nel Milan in gare ufficiali il 27.07.2017: CSU Craiova vs Milan 0-1 (Europa League)

Ultima partita giocata con il Milan: .....

Totale presenze in gare ufficiali: ... (in rosa 2018-19)

Reti segnate: ... (in rosa 2018-19)

Palmares rossonero: -

Esordio in Nazionale Italiana: nel 2012

Totale presenze in Nazionale Italiana: ...

Reti segnate in Nazionale Italiana: ...




Ha giocato anche con il Chelsea (A), il Swansea (A), il Parma (A), la Roma (A), il Liverpool (A), il Sunderland (A).



Dal sito www.wikipedia.it

Dotato di una buona tecnica individuale, il giocatore si caratterizza per la sua rapidità di gioco e per la capacità di pressare gli avversari. È stato paragonato a Filippo Inzaghi da Carlo Ancelotti.

CLUB
Muove i suoi primi passi da giocatore nelle giovanili del Bologna nel 2001, per poi passare a quelle del Chelsea nel 2007. Nella stagione 2008-2009 diventa il capocannoniere della squadra delle riserve dei Blues, con 10 gol in 11 partite, tra i quali uno contro il Manchester United nella FA Youth Cup. Il 1º settembre 2009 è inserito dal manager connazionale Carlo Ancelotti nella lista per la partita di Champions League contro il Porto. Fa il suo esordio ufficiale con la prima squadra del club londinese pochi giorni dopo, il 20 settembre, nella partita di Premier League vinta per 3-0 contro il Tottenham.
Il 17 marzo 2011 viene ceduto in prestito allo Swansea City, club gallese militante nella Football League Championship, fino al termine della stagione 2010-2011. Il 19 marzo segna una doppietta all'esordio contro il Nottingham Forest, risultando così decisivo per il definitivo 3-2. Realizza sei reti in campionato, determinanti per il 3º posto raggiunto dalla Swansea e la conseguente qualificazione ai play-off. Gioca da titolare le semifinali e la finale di Wembley, vinta 4-2 contro il Reading, che sancisce la prima promozione dello Swansea in Premier League.
Arrivato a scadenza di contratto con il club londinese, nel mercato estivo approda al Parma con accordo quinquennale. Il 21 agosto 2011 disputa la sua unica gara ufficiale con i ducali, la partita Parma-Grosseto (4-1) di Coppa Italia.
Il 31 agosto passa alla Roma in prestito oneroso a 1,25 milioni con diritto di riscatto fissato a 7 milioni di euro. Disputa la sua prima gara con la maglia della Roma l'11 settembre 2011, esordendo in Serie A nella partita Roma-Cagliari (1-2), dove subentra nel secondo tempo a Osvaldo. Realizza la prima segnatura con la maglia giallorossa il 26 ottobre in Genoa-Roma (2-1). L'11 gennaio del 2012 segna il suo primo gol in Coppa Italia, siglando il 3-0 finale nella partita casalinga contro la Fiorentina. Il 23 gennaio la Roma lo acquista in compartecipazione per 2,3 milioni di euro, nell'operazione che porta Okaka in prestito al Parma. Il 5 febbraio sigla la sua prima doppietta nella gara casalinga contro l'Inter (4-0). Nelle gare successive i suoi gol risultano decisivi per le vittorie su Parma e Palermo. Il 22 giugno Roma e Parma non trovano un accordo per decidere le sorti del giocatore e così tutto viene deciso alle buste. Il giorno seguente la Roma si aggiudica il giocatore offrendo 5,3 milioni alle buste e battendo l'offerta del Parma, di circa 4,2 milioni di euro.
Il 13 luglio 2012 viene ufficializzata la sua cessione al Liverpool, guidato dal suo ex allenatore allo Swansea, Brendan Rodgers, per 13,3 milioni di euro più un bonus aggiuntivo di un milione legato ad alcuni obiettivi. Il 2 agosto seguente esordisce con la nuova maglia, nella partita di andata del 3º turno preliminare di Europa League contro il Gomel (1-0). Nella gara di ritorno, ad Anfield, realizza il suo primo gol con i Reds. Il 18 agosto disputa la sua prima partita di campionato, nella sconfitta esterna per 0-3 contro il West Bromwich Albion. A causa di un infortunio al metatarso del piede, e in seguito ad un problema alla spalla, è pero costretto a saltare gran parte della stagione. Al rientro dal secondo infortunio sigla il primo gol in Premier League con la maglia del Liverpool, nella partita vinta per 6-0 contro il Newcastle. Chiude la stagione con 20 partite tra campionato e coppe, realizzando due gol.
Il 2 settembre 2013 viene ceduto al Sunderland con la formula del prestito. Debutta nella sconfitta casalinga contro l'Arsenal (1-3) e segna il suo primo gol con la nuova maglia nella vittoria per 2-1 contro il Newcastle. Si ripete il 17 dicembre, nel match di Carling Cup vinto per 2-1 contro il Chelsea. Il 7 gennaio 2014, durante la semifinale di andata di Carling Cup, segna una rete decisiva dal dischetto nella vittoria casalinga per 2-1 contro il Manchester United. Il 19 aprile sigla un gol decisivo a Stamford Bridge contro il Chelsea, nella vittoria dei Black Cats per 2-1. A fine stagione non viene riscattato e fa quindi ritorno al Liverpool.
Nella stagione 2014-2015, nonostante la ricca concorrenza, Borini decide di restare con i Reds. Fa il suo esordio stagionale il 14 settembre, nella partita casalinga contro l'Aston Villa (0-1), subentrando a Lazar Markovic. Il 4 novembre viene schierato titolare nella trasferta di Madrid contro il Real, valida per la 4ª giornata della fase a gironi di Champions League. Il 21 dicembre viene espulso, per doppia ammonizione, in meno di due minuti contro l'Arsenal. Il 17 gennaio 2015 segna il suo primo ed unico gol stagionale, nella vittoria per 2-0 contro l'Aston Villa.
Il 31 agosto 2015 fa ritorno al Sunderland per 10,7 milioni di euro, con cui firma un contratto quadriennale. Nella stagione 2015-2016 colleziona 26 presenze e appena 5 gol, ma che saranno determinanti assieme alle sue giocate a far salvare i Black Cats con una giornata d'anticipo.

NAZIONALE
L'8 novembre 2009 viene inserito per la prima volta nella lista dei convocati della nazionale Under-21 allenata da Pierluigi Casiraghi, esordendo il 13 novembre contro l'Ungheria in occasione della partita di qualificazione agli Europei del 2011 persa per 2-0. Il 29 marzo 2011, nel giorno del suo ventesimo compleanno, segna il suo primo gol in Under-21, firmando la rete del definitivo 2-2 nell'amichevole Germania-Italia disputata a Kassel.
Il 26 febbraio 2012 riceve la sua prima convocazione in nazionale, da parte del CT Cesare Prandelli. Esordisce in Nazionale il 29 febbraio, a 20 anni, entrando in campo al posto di Alessandro Matri al 59' della partita amichevole Italia-Stati Uniti (0-1) disputata a Genova. Viene quindi inserito nella lista dei 23 convocati per l'Europeo 2012, durante il quale tuttavia non viene mai impiegato.
Partecipa all'Europeo Under-21 in Israele nel 2013. Il 15 giugno segna il gol decisivo nella semifinale contro l'Olanda (1-0) che porta l'Italia in finale. Segna anche nella finale contro la Spagna il 4-2 finale nella sconfitta che consegna il trofeo alla Spagna.
Nel maggio del 2016 è stato convocato allo stage della nazionale maggiore dal CT Antonio Conte, che in seguito lo ha però escluso dai 23 giocatori che hanno partecipato all'Europeo 2016 in Francia.




Cliccare sull'immagine per ingrandire

(da AC Milan - facebook)