Francesco BONTADINI (III)

< GIOCATORI
  Ritorna all'Home Page

Foto Archivio Luigi La Rocca



Scheda statistiche giocatore
  Francesco BONTADINI (III)

Nato il 07.01.1893 a Milano, † il 27.01.1943 a Milano (pare sia morto suicida per amore)

Interno destro (A), m 1.70, kg 70

Stagioni al Milan: 1, 1910-11

Esordio nel Milan in gare ufficiali e in Campionato (1^ Categoria) il 27.11.1910: Genoa vs Milan 0-3

Ultima partita giocata con il Milan il 12.03.1911: Piemonte vs Milan 0-0 (Campionato)

Totale presenze in gare ufficiali: 7

Reti segnate: 1

Palmares rossonero: -

Esordio assoluto in Campionato (1^ Categoria) il 14.11.1909: Milan vs Ausonia 2-1

Palmares personale: 1 Scudetto (1919-20, Internazionale)

Esordio in Nazionale Italiana il 29.06.1912: Finlandia vs Italia 3-2

Ultima partita giocata in Nazionale Italiana il 22.12.1912: Italia vs Austria 1-3

Totale presenze in Nazionale Italiana: 4

Reti segnate in Nazionale Italiana: 2




Ha giocato anche con l'Ausonia Milano (A), l'Internazionale (A).

"Carriera tutta milanese: Ausonia, Milan ed infine Inter, dove va molto bene il primo anno (con 14 gol) e meno nei successivi, quando gioca poco. Per, intanto, si laurea in medicina: a quei tempi un dottore vale pi di un calciatore. Il 1 luglio del 1912 segna una rete storica, lo 0-1 inflitto alla Svezia, a Stoccolma: la prima vittoria in trasferta della nazionale italiana. Allo scoppio della Grande Guerra non dichiara il suo titolo di studio pur di andare al fronte con i compagni. Lo scoprono e lo retrocedono a sottotenente medico." (Dal "Dizionario del calcio italiano", Baldini & Castoldi Editori, 2000)

"Nasce nell'Ausonia, poi gioca un campionato nel Milan e quindi arriva all'Inter. Pregevole il primo anno, d poco nei successivi ma studia e si laurea in medicina. Conclude senza trasferirsi altrove." (Dal sito www.inter.it)

"...N mancano personaggi da romanzo picaresco, qual stato Franco Bontadini. Anch'egli giocatore dell'Inter (ala destra), occulta una laurea in medicina per poter combattere da soldato semplice, e non da ufficiale, nel battaglione Val Cismon del VII Alpini. Tornato a casa sano e salvo, molti anni dopo si uccide, cinquantenne, in seguito a una delusione d'amore." (dal sito www.calciosport.it)





(Archivio Magliarossonera.it)




Foto Archivio Luigi La Rocca
Cliccare sull'immagine per ingrandire

Mario Zappa e Franco Bontadini
(Foto Archivio Luigi La Rocca)



Cliccare sull'immagine per ingrandire

Francesco Bontadini in una formazione dell'Internazionale nel 1913-14
All'atto della fondazione dell'Internazionale di Milano, avvenuta a seguito di una scissione interna del Milan,
diversi atleti e dirigenti rossoneri attraversarono il Naviglio sistemandosi sull'altra sponda