Albertino BIGON (I)
"Bibi"

< GIOCATORI
  Ritorna all'Home Page



(Archivio Magliarossonera.it)


Scheda statistiche giocatore
  Albertino BIGON (I)

Nato il 31.10.1947 a Padova

Centravanti (A) e Centrocampista (C), m 1.80, kg 73

Stagioni al Milan: 9, dal 1971-72 al 1979-80

Soprannome: “Bibi”

Proveniente dal Foggia

Esordio nel Milan in gare ufficiali e in Coppa Italia il 29.08.1971: Monza vs Milan 0-1

Ultima partita ufficiale giocata nel Milan
il 27.04.1980: Catanzaro vs Milan 0-3 (Campionato)

Totale presenze in gare ufficiali: 329

Reti segnate: 90

Palmares rossonero: 1 Scudetto (1978-79), 1 Coppa delle Coppe (1973), 3 Coppe Italia (1972, 1973, 1977), 1 finale di Coppa delle Coppe contro il Magdeburgo (1974), 1 finale di Coppa Italia contro la Fiorentina (1975)

Esordio in Nazionale Giovanile il 23.03.1967: Italia vs Austria 2-1

Totale presenze in Nazionale Giovanile: 1

Reti segnate in Nazionale Giovanile: 0

Esordio in Nazionale B il 17.02.1971: Italia vs Israele 2-0

Totale presenze in Nazionale B: 2

Reti segnate in Nazionale B: 1

DA ALLENATORE:
Con il Napoli: 1 Scudetto (1989-90), 1 Supercoppa Italiana (1991).
Con il Sion: 1 Campionato Svizzero (1996-97), 1 Coppa Nazionale Svizzera (1996-97)




Ha giocato anche con il Padova (B), il Napoli (A), la Spal (A e B), il Foggia (B e A), la Lazio (B), il Vicenza (B).

Ha allenato la Reggina (C1), il Cesena (A), il Napoli (A), il Lecce, l'Udinese, l'Ascoli, il Perugia, l'Olympiakos (A), il Sion (A).

"Di professione fa il centravanti oppure l’attaccante in genere ed a questo compito sa assolvere sempre in maniera egregia. Albertino Bigon (nato a Padova il 31 ottobre 1947) gioca nel Milan per 9 stagioni consecutive (dal ‘71-72 al ‘79-80) collezionando 329 presenze in matches ufficiali con 90 gol segnati. Tecnicamente Bigon possiede un ottimo controllo di palla, un dribbling ubriacante che unito alla rapidità di esecuzione e ad una notevole progressione (anche palla al piede) ne fanno uno degli attaccanti più temuti del suo periodo. Durante la sua permanenza in Lombardia risulta uno dei fedelissimi di Gianni Rivera e fra le sue gioie più importanti (vissute al Milan ovviamente) c’è di sicuro la conquista della “stella” del decimo scudetto rossonero." (Da “1899-1999. Un secolo rossonero”, di Carlo Fontanelli, Geo Edizioni 2000)

"Quell'Albertino, il suo vero nome come riportato sulla carta d'identità, non gli è mai andato giù. "Fu un colpo di mano di una prozia un po' bizzarra, io ero piccolo e non potei difendermi". E, in effetti, fin dalle prime apparizioni sui campi di calcio Bigon è apparso un "grande". Le sue doti (classe, personalità e serietà professionale) erano le caratteristiche classiche del vero campione. Arrivò al Milan nel 1971 e in rossonero trascorse nove felici anni vincendo uno scudetto, una Coppa delle Coppe e tre Coppe Italia. E con il passare del tempo, l'esile centravanti si trasformò in un'attaccante di manovra e infine in un centrocampista con licenza di offendere. Importante pezzo del Milan-mosaico creato da Nereo Rocco, Bigon è stato sempre molto apprezzato anche per le sue qualità umane. Passionale di natura, possiede però un invidiabile self-control. Attaccante da giocatore si è poi trasformato in un allenatore difensivista. E al primo anno sulla panchina del Napoli, voluto da Luciano Moggi, ha conquistato lo scudetto. Lui ci ha messo del suo e a tutto il resto ha pensato Maradona." (Dal sito AC Milan.com)



cliccare sull'immagine per ingrandire

Albertino Bigon con la maglia del Foggia, 1969-70





Stagione 1971-72, il "Monello"



cliccare sull'immagine per ingrandire

Cartolina ufficiale di Albertino Bigon, stagione 1971-72
cliccare sull'immagine per ingrandire

7 novembre 1971, Sampdoria vs Milan 0-2
(per gentile concessione di Emanuele Pellegrini)



Cliccare sull'immagine per ingrandire

Caricatura Albertino Bigon, 1971-72
(per gentile concessione di Francesco Di Salvo)
Cliccare sull'immagine per ingrandire e leggere

Stagione 1972-73
(per gentile concessione di Renato Orsingher)



Clicca sull'immagine per ingrandire

Stagione 1972-73
(per gentile concessione di Renato Orsingher)
Clicca sull'immagine per ingrandire

29 ottobre 1972, Juventus vs Milan 2-2: Albertino Bigon
(Archivio Magliarossonera.it)



Clicca sull'immagine per ingrandire

Gianni Rivera e Albertino Bigon in viaggio, stagione 1974-75
(by Roberto Rolfo - facebook)



Cliccare sull'immagine per ingrandire

31 ottobre 1976, Napoli vs Milan 3-1:
Albertino Bigon in azione
(Foto Agenzia Giornalfoto,
per gentile concessione di Emanuele Pellegrini)
Cliccare sull'immagine per ingrandire

16 gennaio 1977, Milan vs Torino 0-0: Bigon, Capello, Silva e Rivera
(Foto Agenzia Giornalfoto, per gentile concessione di Emanuele Pellegrini)



Cliccare sull'immagine per ingrandire

Articolo su Albertino Bigon, 6 marzo 1977
Cliccare sull'immagine per ingrandire

Profilo di Bigon, stagione 1977-78





Figurina "Panini" di Albertino Bigon
Cliccare sull'immagine per ingrandire

Albertino Bigon in copertina
della "Gazzetta dello Sport Illustrata" del 16 settembre 1978





Stagione 1978-79
(Archivio Magliarossonera.it)
Cliccare sull'immagine per ingrandire e leggere

(per gentile concessione di Andrea Leva)



Dal sito www.wikipedia.it

CARRIERA DI CALCIATORE
Esordisce in serie A nel 1967 con la maglia della Spal. In seguito indossa anche le maglie del Padova, Napoli, Foggia, Lazio e Vicenza ma la sua carriera da calciatore è indubbiamente legata al Milan col quale dal 1971 al 1980 colleziona 218 presenze e 56 gol. Dopo gli inizi da centravanti, Bigon arretra il suo raggio d'azione diventando un centrocampista dalle spiccate attitudini offensive. Le sue doti lo portano più volte a comparire in doppia cifra nella classifica cannonieri del campionato di Serie A.
Nel suo palmares da calciatore figurano uno scudetto (campionato 1978-79), 3 Coppe Italia, e una Coppa delle Coppe (1973). Conta 1 presenza con la maglia della Nazionale Italiana Under 21.

CARRIERA DI ALLENATORE
Come allenatore allena la Reggina nella stagione 1986/87 quindi il Cesena per due campionati (dal 1987 al 1989) conducendolo alla salvezza in Serie A, quindi il Napoli portandolo alla conquista del suo secondo scudetto nel 1990 e, sempre nello stesso anno, della Supercoppa italiana. Dopo il modesto ottavo posto del 1990-1991 e la conclusione del ciclo "maradoniano", Bigon lascia il Napoli e nel 1991-1992 allena il Lecce in Serie B. Nel 1992-1993 evita la retrocessione dell'Udinese in Serie B vincendo lo spareggio contro il Brescia. Dopo una breve esperienza all'Ascoli nel 1995, nel 1996-1997 alla guida del FC Sion conquista campionato e coppa nazionale della Federazione elvetica. Quale riconoscimento per la vittoria in un campionato straniero, nel 1997 gli viene assegnato il Premio Panchina d'Oro Speciale del Settore Tecnico della FIGC. Il ritorno in Italia è sfortunato: subentra sulla panchina del Perugia in Serie B durante la stagione 1997-1998, ma l'esperienza dura poche giornate. Dopo un ventilato ma mai realizzato arrivo alla Juventus, in qualità di traghettatore dopo l'addio di Marcello Lippi, nel novembre 1999 Bigon viene chiamato dai greci dell'Olympiakos Pireo, dai quali viene tuttavia esonerato nel febbraio 2000 nonostante il primo posto in campionato. Nel febbraio 2007 torna alla guida del FC Sion.






Maglia Associazione Calcio Padova indossata da Albertino Bigon nel campionato 1965-66.
Di lanina leggera, numero 8 sulla schiena di finta pelle
(dal sito www.gianfrancoronchi.net)





Ai tempi del Padova




Albertino Bigon sulla copertina
della "Gazzetta dello Sport Illustrata", 1978



Cliccare sull'immagine per ingrandire

Carotti, Innocenzi, Baresi, Bigon e Rivera
nel nuovo pullman del Milan, 1977-78
(per gentile concessione di Renato Orsingher)
Cliccare sull'immagine per ingrandire

Aldo Maldera e Albertino Bigon discutono, stagione 1977-78
(per gentile concessione di Renato Orsingher)



Cliccare sull'immagine per ingrandire

29 ottobre 1978, Milan vs Fiorentina 4-1,
"Rivera in panchina, Antognoni in tribuna"
(dalla "Gazzetta dello Sport")
Cliccare sull'immagine per ingrandire

Albertino Bigon e Ricky Albertosi, stagione 1978-79



Cliccare sull'immagine per ingrandire e leggere

Foto scattata a Milanello, 1978-79.
Da sinistra: il Barone Nils Liedholm, Rino Ammendola, Gianni Rivera, Albertino Bigon e Walter Alfredo Novellino
(per gentile concessione di Lorenzo Ammendola)





In copertina di "Forza Milan!"...


... e di "Intrepido"



Clicca sull'immagine per ingrandire e leggere

Bigon su "Gazzetta dello Sport Illustrata", 8 settembre 1979
Clicca sull'immagine per ingrandire

Franco Baresi con Albertino Bigon, campionato 1979-80



Clicca sull'immagine per ingrandire Clicca sull'immagine per ingrandire
Maglia di Albertino Bigon, stagione 1979-80
(dal sito www.museovicenzacalcio1902.net)



Cliccare sull'immagine per ingrandire e leggere

(da "Intrepido")



Cliccare sull'immagine per ingrandire e leggere Cliccare sull'immagine per ingrandire e leggere
(da "Eagles Supporters" del 16 novembre 1980, dal sito www.laziowiki.org)





Gaetano Scirea riceve un premio dalle mani di Albertino Bigon



Cliccare sull'immagine per ingrandire e leggere

(dalla "Gazzetta dello Sport" del 10 luglio 1982)


Da calciatore della Lazio





Da allenatore del Sion (Svizzera)



Dal sito www.raisport.it
4 giugno 1997

SCUDETTO PER BIGON
Il Sion batte il Losanna nell'ultima giornata e conquista lo scudetto
DOPO TRAPATTONI CAMPIONE DELLA 'BUNDESLIGA' ALLA GUIDA DEL BAYERN MONACO, UN ALTRO ALLENATORE ITALIANO HA VINTO UNO SCUDETTO ALL'ESTERO. SI TRATTA DI ALBERTINO BIGON, CHE HA CONDOTTO IL SION AL SUCCESSO NEL TORNEO SVIZZERO. LA SQUADRA GUIDATA DAL TECNICO DEL NAPOLI DEL SECONDO SCUDETTO (1990) HA AVUTO LA CERTEZZA DEL TITOLO BATTENDO QUESTA SERA IL LOSANNA PER 1-0 IN UN INCONTRO VALIDO PER LA 14ª ED ULTIMA GIORNATA DELLA 'POULE' FINALE. BIGON E' ARRIVATO AL SION, IN CUI GIOCA L'EX COMASCO MILTON BRASILIANO CHE ORA FA IL LIBERO, A META' STAGIONE, E' QUANDO SI E' INSEDIATO LA SUA SQUADRA AVEVA FATTO 7 PUNTI IN 7 PARTITE.
SOTTO LA GUIDA DEL TECNICO ITALIANO HA COMINCIATO A VINCERE, CHIUDENDO AL COMANDO IL GIRONE D'ANDATA E AL TERZO POSTO AL TERMINE DELLA STAGIONE REGOLARE. POI NEI PLAY OFF HA RICONQUISTATO IL PRIMATO, SENZA PIU' PERDERLO, E ORA E' ARRIVATO LO SCUDETTO. IN TOTALE, CON BIGON, IL SION HA OTTENUTO 17 VITTORIE, 9 PAREGGI E SOLO 3 SCONFITTE. DOMENICA PROSSIMA AVRA' LA POSSIBILITA' DI REALIZZARE UNA SUGGESTIVA 'DOPPIETTA' AFFRONTANDO IL LUCERNA NELLA FINALE DELLA COPPA DI SVIZZERA.







Cliccare sull'immagine per ingrandire e leggere

Albertino Bigon al Milan Club Padova, giugno 2014
Cliccare sull'immagine per ingrandire

Statuina di Albertino Bigon
(di Giovanni Santacolomba)



Cliccare sull'immagine per ingrandire e leggere

Intervista ad Albertino Bigon sulla "Gazzetta dello Sport" del 31 ottobre 2017