Roberto ANTONELLI
"Dustin"

< GIOCATORI
  Ritorna all'Home Page



(Archivio Magliarossonera.it)


Scheda statistiche giocatore
  Roberto ANTONELLI

Nato il 29.05.1953 a Morbegno (SO)

Centravanti-ala (A), m 1.74, kg 72

Stagioni al Milan: 5, dal 1977-78 al 1981-82

Soprannome: “Dustin”

Proveniente dal Monza

Esordio nel Milan in gare ufficiali e nelle Coppe Europee il 14.09.1977: Real Betis Siviglia vs Milan 2-0 (Coppa Uefa)

Esordio in Campionato (Serie A) il 20.11.1977: Milan vs Bologna 1-0

Ultima partita giocata con il Milan il 16.05.1982: Cesena vs Milan 2-3 (Campionato)

Totale presenze in gare ufficiali: 143

Reti segnate: 32

Palmares rossonero: 1 Scudetto (1978-79), 1 Mitropa Cup (1982), 1 titolo di capocannoniere in Serie B (1980-81 - 15 reti)

Esordio in Nazionale B il 23.02.1979: Italia vs URSS 1-3

Totale presenze in Nazionale B: 1

Reti segnate in Nazionale B: 0




Ha giocato anche con il Morbegno (Dil.), il Monza (B, C), il L.R. Vicenza (B), il Genoa (A), la Roma (A).

Ha allenato il Bellusco (Dil.), la Caratese (Dil. e Int.), il Casarano (C1), la Pro Sesto (C1), il Novara (*), le Giovanili del Monza, il Monza (B e C1, subentrato nel 1999-2000, febbraio 2000, esonerato nel 2000-01, subentrato l'11.12.2001), il Seregno (D).

"Lanciato in prima squadra da Nils Liedholm nel campionato 1977-78 lascia intravedere ottimi spunti per potersi proporre a grandi livelli nella massima serie e dà un suo apporto significativo allo scudetto della Stella, quello del 1978-79, ma il suo miglior campionato in maglia rossonera lo disputa nel 1980-81, in Serie B, mettendo a segno 15 reti, dopodiché nell'82-83 viene ceduto al Genoa, dove inizia la sua fase calante, a dimostrazione che trattavasi in effetti di un giocatore di categoria." (Nota di Colombo Labate).



Dal sito www.wikipedia.org

Cresciuto nel Monza, Antonelli venne acquistato dal Milan che lo dirottò subito in provincia per farlo maturare anziché costringerlo alla panchina, irrimediabilmente chiuso da Rivera. Tornato in rossonero due anni dopo con le carte in regola per entrare a pieno titolo nell'undici titolare, diede un fattivo contributo al raggiungimento dello storico scudetto 1978/79 con 21 presenze e 5 goal, risultando una delle frecce acuminate a disposizione dello schema offensivo ideato da Nils Liedholm che prevedeva l'utilizzo di una sola punta (Chiodi) e la presenza di quattro attaccanti generici di movimento, tutti in grado di creare pericoli costanti per le difese avversarie. Seguì la squadra rossonera in Serie B a causa della vicenda del Calcioscommesse e la riportò subito nella massima serie risultando tra i massimi artefici della promozione con i suoi 15 goal. Non altrettanto positiva si rivelò la stagione 1981/82 che vide la seconda retrocessione del Milan, declassamento che stavolta non lo coinvolse vista la sua cessione al Genoa ove disputò due stagioni di buon livello. Nel 1984/85 il passaggio alla Roma e l'occasione di tornare ad esibirsi in un palcoscenico di rango. Invece la stagione nella squadra capitolina si rivelò per lui fallimentare, solo 5 presenze e un goal. Chiusa l'esperienza giallorossa, scese in Serie B per concludere la carriera nel Monza.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Antonelli aveva nella coordinazione una delle armi migliori. Eccelleva nel dribbling e nel palleggio volante; era abile nel fintare in velocità producendosi in spettacolari slalom tra gli avversari per poi puntare a rete giovandosi di un forte tiro dalla distanza.




Cliccare sull'immagine per ingrandire

Cartolina autografata di Roberto Antonelli, stagione 1975-76
Cliccare sull'immagine per ingrandire

Roberto Antonelli, stagione 1975-76
(per gentile concessione di Roberto Rolfo)



Cliccare sull'immagine per ingrandire

Chiarugi e Antonelli a Milanello, 1975-76
(by Tepa Sport)
Cliccare sull'immagine per ingrandire

12 febbraio 1978, Milan vs Juventus 0-0:
Antonelli contrastato da Scirea
(per gentile concessione di Roberto Rolfo)


Cliccare sull'immagine per ingrandire

Roberto Antonelli in azione, stagione 1978-79




(per gentile concessione di Gianni Morelli)
Cliccare sull'immagine per ingrandire

Profilo di Antonelli, stagione 1977-78





Stagione 1977-78
(by Antonio Belli - AC Milan shirts facebook)





(da "Il Milan Racconta")


Roberto Antonelli in azione, stagione 1977-78
(da "L'Unità")



Cliccare sull'immagine per ingrandire

Stagione 1978-79
(by Antonio Belli - AC Milan shirts facebook)


(dal "Guerin Sportivo", per gentile concessione di Renato Orsingher)



Cliccare sull'immagine per ingrandire

Roberto Antonelli, 1978-79
Cliccare sull'immagine per ingrandire



Cliccare sull'immagine per ingrandire

8 aprile 1979, Perugia vs Milan 1-1: Antonelli discute con Liedholm
dopo il gol annullato, alla fine del primo tempo
(da "Forza Milan!")
Cliccare sull'immagine per ingrandire

Commandos Tigre in difesa di Roberto Antonelli,
in predicato di essere ceduto, 1978-79
(by Cristiano Mario Monna - facebook)



Cliccare sull'immagine per ingrandire

Estate 1979, Aldo Maldera, Walter Novellino e Roberto Antonelli al mare
(Foto Famiglia Maldera)
Cliccare sull'immagine per ingrandire

Roberto Antonelli, 1979-80





Antonelli e "Tato" Sabadini,
Milan vs Catanzaro 4-0 del 7 gennaio 1979
(per gentile concessione di Enrico Sabadini)


Roberto Antonelli in azione, stagione 1981-82
(da "L'Unità", per gentile concessione di Gianni Morelli)





L'esultanza di Antonelli abbracciato da Novellino,
dopo il suo gol in Milan vs Juventus 2-1, stagione 1979-80
(dal "Guerin Sportivo")


(da "Forza Milan!")



Cliccare sull'immagine per ingrandire

Roberto "Dustin" Antonelli con Amilcare (detto Mirko) Ferretti, 1981-82





Roberto Antonelli, 2006