Marco AMELIA

< GIOCATORI
  Ritorna all'Home Page

(Archivio Magliarossonera.it)


Scheda statistiche giocatore
  Marco AMELIA

Nato il 02.04.1982 a Frascati (RM)

Portiere (P), m 1.90, kg 90

Stagioni al Milan: 4, dal 2010-11 al 2013-14

Proveniente dal Genoa

Esordio nel Milan e nelle Coppe Europee (Champions League) il 19.10.2010: Real Madrid vs Milan 2-0

Totale presenze in gare ufficiali: 41

Palmares rossonero: 1 Scudetto (2010-11), 1 Supercoppa Italiana (2011)

Esordio in Nazionale Italiana il 16.11.2005: Italia vs Costa d'Avorio 1-1

Totale presenze in Nazionale Italiana: 9




Ha giocato anche con il Livorno (A), il Lecce (B), il Palermo (A), il Genoa (A), il Rocca Priora (Prom.), il Perugia (B).



Dal sito www.wikipedia.it

CLUB
Dopo aver iniziato nella Lupa Frascati ed essere cresciuto nelle giovanili della Roma, si è reso protagonista con la Primavera della squadra capitolina, risultando uno dei migliori prodotti del vivaio e ottenendo l'inserimento nella rosa della prima squadra allenata da Fabio Capello come terzo portiere nella stagione 2000-2001, terminata con la vittoria dello scudetto.
Nell'estate del 2001 il presidente del Livorno, Aldo Spinelli, ha deciso di scommettere su di lui e lo ha acquistato in prestito. In quell'anno, tuttavia, Amelia è stato il secondo di Andrea Ivan ed è sceso in campo solo una volta nel campionato di Serie C1. L'anno seguente è stato riscattato dal Livorno e con gli amaranto, saliti in Serie B, è stato promosso titolare da Roberto Donadoni, giocando 35 partite in campionato e 2 in Coppa Italia.
Nella stagione 2003-2004 il Lecce lo ha acquistato con la formula del prestito con diritto di riscatto della comproprietà. Con la squadra salentina ha disputato 13 partite in Serie A, dove ha esordito il 31 agosto 2003 nella partita Lazio-Lecce 4-1 e una in Coppa Italia. Nel gennaio 2004 il Livorno lo ha girato in prestito al Parma, dove è stato chiuso da Sébastien Frey e ha disputato solo due partite, una in Coppa UEFA contro il Gençlerbirligi, entrando dopo l'espulsione del portiere francese, e l'altra in Coppa Italia. Nel 2004 è stato riscattato definitivamente dal Livorno, dove è diventato titolare inamovibile. Con i toscani ha disputato infatti 31 partite in Serie A nell'annata 2004-2005 contribuendo alla salvezza della sua squadra.
Il 2 novembre 2006, durante una partita di Coppa UEFA contro il Partizan Belgrado, è entrato a far parte della ristretta cerchia di portieri capaci di andare in rete, realizzando un gol all'87' e consentendo al Livorno di raggiungere l'1-1 finale. Nel 2006 è stato inserito tra le tre nomination del premio Miglior portiere AIC, poi vinto da Gianluigi Buffon.
Il 5 giugno 2008 si è trasferito a titolo definitivo al Palermo, con il quale ha firmato un contratto quadriennale.[14] Subito considerato il primo portiere della squadra, ha sofferto un po' il dualismo con l'altro estremo difensore Alberto Fontana, ritenuto un idolo dai tifosi, ma la prestazione sfoderata il 30 novembre contro il Milan (rigore parato a Ronaldinho ed altri importanti interventi) ha fatto aumentare le quotazioni dell'allora vice-Buffon in Nazionale. La sua prima e unica stagione a Palermo è terminata con 34 presenze e 45 gol subiti in campionato più una presenza e due reti subite in Coppa Italia.
Il 5 agosto 2009 è stato ufficializzato lo scambio di portieri a titolo definitivo tra Palermo e Genoa: Amelia è passato ai grifoni, mentre Rubinho in rosanero; l'esborso per il suo acquisto è stato di 5 milioni di euro. Inizialmente titolare, durante la stagione, specialmente alla fine del 2009 e nella parte finale, è stato relegato in panchina in diverse occasioni dal tecnico dei rossoblu Gian Piero Gasperini in favore del secondo portiere Alessio Scarpi; alla fine ha chiuso il campionato con 30 presenze più altre 5 in Europa League.
Il 23 giugno 2010 il Milan ha annunciato l'ingaggio del portiere romano dal Genoa in prestito con diritto di riscatto della compartecipazione. Il 19 ottobre seguente ha esordito in maglia rossonera e in Champions League in Real Madrid-Milan (2-0),[28] gara valida per la terza giornata della fase a gironi della Champions League 2010-2011, al posto dell'indisponibile Christian Abbiati. Il 9 gennaio 2011 ha esordito invece in campionato contro l'Udinese (4-4) nell'ultima partita del girone d'andata, sempre per un infortunio occorso al titolare Christian Abbiati. Il 7 maggio 2011 ha vinto lo scudetto con i rossoneri a due giornate dal termine del campionato grazie allo 0-0 contro la Roma. Ha chiuso la stagione con 8 presenze e 12 reti subite fra campionato, Coppa Italia e Champions League e il 14 giugno 2011, il Milan, tramite un comunicato ufficiale sul proprio sito, ha annunciato di aver trovato l'accordo con il Genoa per l'acquisizione dell'intero cartellino del giocatore.
Il 6 agosto 2011 ha vinto la Supercoppa italiana con il Milan battendo l'Inter a Pechino per 2-1, gara nella quale tuttavia Amelia, presente in panchina, non è sceso in campo. Nella sua seconda stagione milanista, vissuta ancora come secondo di Abbiati, gioca 9 partite in campionato (chiuso al secondo posto) con 7 gol al passivo, una in Champions con 2 reti subite ma è titolare in Coppa Italia, con 4 presenze e 6 gol incassati fino all'eliminazione in semifinale, per un totale di 14 apparizioni e 15 gol subiti.
Dopo altre due stagioni da secondo portiere, lascia il Milan alla fine della stagione 2013-2014, a 32 anni, dopo aver ottenuto un totale di 41 presenze con la società rossonera, di cui 29 in Serie A, 6 in Coppa Italia e 6 in Champions League.
Il 22 ottobre 2014 annuncia il suo tesseramento con il Rocca Priora, società dilettantistica dell'omonimo comune romano che milita in Promozione Lazio, società di cui è anche presidente onorario e direttore tecnico; il 16 novembre successivo fa il suo esordio ufficiale nel campionato di Promozione laziale, giocando da titolare la gara contro il Lepanto Marino vinta 2-1 sul campo di Marino. Il 9 febbraio 2015 firma un contratto di sei mesi con il Perugia, con cui fa un'unica apparizione in Serie B.
Il 23 agosto 2015 annuncia il suo tesseramento alla Lupa Castelli Romani, squadra militante in Lega Pro di cui era già diventato presidente onorario, tuttavia il 31 dello stesso mese, dopo aver giocato due partite da titolare nella Coppa Italia di Lega Pro, rescinde il contratto, poiché libero da vincoli avrebbe potuto accordarsi con un'altra squadra anche dopo la chiusura della sessione di mercato. L'8 ottobre seguente viene infatti ufficializzato, dopo un periodo di prova, il suo approdo in Premier League al Chelsea, dove firma un contratto sino a fine stagione, chiamato a fare da vice a Begovic dopo l'infortunio occorso al titolare Courtois.

NAZIONALE
Amelia ha esordito in Nazionale Under-15 nel marzo del 1998, in un Torneo in Francia.
Con la Nazionale Under-21 è stato il portiere titolare nella formazione guidata da Claudio Gentile che nel 2004 ha conquistato gli Europei Under-21 e la riserva di Ivan Pelizzoli nella selezione che ha conquistato la medaglia di bronzo alle Olimpiadi di Atene 2004.
Ha fatto il suo esordio in Nazionale a 23 anni, il 16 novembre 2005, entrando nel secondo tempo della partita amichevole contro la Costa d'Avorio (1-1), giocata a Ginevra. Dopo essere entrato nel giro della Nazionale, il CT Marcello Lippi lo ha convocato come terzo portiere per il Mondiale 2006, vinto dall'Italia.
Al termine del Mondiale, con l'abbandono di Angelo Peruzzi, è divenuto a 24 anni il secondo portiere degli Azzurri dietro Gianluigi Buffon. È stato quindi convocato per l'Europeo 2008 e per la Confederations Cup 2009. La sua ultima presenza in Nazionale risale al 10 giugno 2009, nella partita amichevole Italia-Nuova Zelanda (4-3) disputata a Pretoria in Sudafrica.