Oscar Washington TABAREZ SILVA
"Il Maestro"

< ALLENATORI
  Ritorna all'Home Page



(Archivio Magliarossonera.it)


Scheda statistiche allenatore
  Oscar Washington TABAREZ SILVA

Nato il 03.03.1947 a Montevideo (URU)

Direttore Tecnico, m ....., kg .....

Stagioni al Milan: 1, 1996-97 (esonerato il 1° dicembre 1996)

Soprannome: “Il Maestro”

Proveniente dal Cagliari

Esordio sulla panchina del Milan in gare amichevoli il 27.07.1996: Monza vs Milan 0-1

Esordio sulla panchina del Milan in gare ufficiali e in Supercoppa Italiana il 25.08.1996: Milan vs Fiorentina 1-2

Ultima partita sulla panchina del Milan
l'01.12.1996: Piacenza vs Milan 3-2 (Campionato)

Totale panchine in gare ufficiali: 22

Palmares rossonero: -

Palmares personale: 1 Coppa Intercontinentale (1987, Penarol), 1 Campionato argentino (1992-93, Boca Juniors), 1 Campionato uruguaiano (1993-94, Penarol)




Ha giocato con il Sudamerica (*), lo Sportivo Italiano (*), il Wanderers (*), il Fenix (*), il Puebla (*), il Bellavista (*).

Ha allenato anche il Bellavista (*), il Danubio (*), il Wanderers (*), il Penarol (A), il Deportivo Calì (A), la Nazionale Uruguayana, il Boca Juniors (A), il Cagliari (A), il Real Oviedo (A), il Velez Sarsfield (A).

"Tecnico uruguayano che ha guidato il Penarol alla conquista della Coppa Intercontinentale 1987. Nato a Montevideo il 3 marzo ‘47, dopo aver giocato per Sudamerica, Sportivo Italiano, Wanderers, Fenix e Puebla, in Messico ha concluso la carriera nel Bellavista ove ha iniziato quella di allenatore nel 1980. Commissario Tecnico della Nazionale nel 1983 (ha vinto i Giochi Panamericani di Caracas) è passato nell’84 al Danubio, nell’’85/’86 al Wanderers e nell’87 al Penarol." (Dal “Dizionario del Calcio” Ed. Rizzoli 1990)

"Grande signore, eccellente nei rapporti umani con tutti (compresi stampa e tifosi), non si dimostrò però preparato a gestire una squadra arrivata alla fine di un ciclo." (Nota di Colombo Labate)



Dal sito www.wikipedia.it

CARRIERA
È ricca di vittorie la sua esperienza come allenatore nel Sud America, iniziata nei primi anni ottanta con i giovani del Bella Vista prima e della nazionale juniores poi. Allenatore di diverse squadre di alto livello nel campionato uruguaiano (Danubio, Montevideo Wanderers e Peñarol) e, per un biennio, della Nazionale maggiore, Tabarez prende parte con la selezione del suo paese ai Mondiali di Italia '90.
Nell'autunno del 1991 varca i confini uruguaiani e per due anni allena il Boca Juniors in Argentina (centrando la vittoria del titolo nella stagione 1992/1993, dopo un ottimo secondo posto l'anno precedente), ma la vera consacrazione arriverà nella stagione 1993/1994, quando guida i gialloneri del Peñarol alla conquista del titolo uruguaiano.
Nell'estate del 1994 inizia l'avventura Italiana (intervallata da un mesto 18° posto con l'Oviedo, in Spagna), avventura che segnerà il declino della sua carriera di allenatore. Nella stagione 1994/1995 diventa l'allenatore del Cagliari, condotto ad un discreto 9° posto in classifica.
Nell'estate 1996 assume la guida tecnica del Milan, tra le perplessità della stampa e dei tifosi. L'esperienza in rossonero, però, dura poco. La squadra, infatti, delude sin dalla sconfitta estiva a San Siro contro la Fiorentina che costa ai rossoneri la Supercoppa Italiana. All'undicesima giornata, il 1º dicembre, l'allenatore uruguaiano è esonerato dopo la sconfitta esterna contro il Piacenza (3-2). È sostituito da Arrigo Sacchi, il quale non riuscirà ad evitare un piazzamento finale in campionato molto al di sotto delle attese.
Nella Serie A 1999/2000 ritorna ad allenare il Cagliari, ma è silurato dopo 3 sconfitte ed un pareggio.
Dal 2006 è il commissario tecnico della Nazionale uruguaiana dopo l'esperienza del biennio 1988-1990.






Cartolina di "Forza Milan!"


(Archivio Magliarossonera.it)