Bruno ARCARI (IV)
"Arcarino"

< ALLENATORI
  Ritorna all'Home Page



Foto Archivio Luigi La Rocca


Scheda statistiche allenatore
  Bruno ARCARI (IV)

Nato il 15.09.1915 a Casalpusterlengo (MI), † il 10.12.2004 a Varese (Ospedale Civile)

Mezzala (A), Allenatore e Allenatore in Seconda, m 1.75, kg 69

DA GIOCATORE:

Stagioni al Milan: 2, 1940-41 e 1944-45

Soprannome: “Arcarino”

Proveniente dal Genoa

Esordio nel Milan in gare ufficiali e in Campionato (Serie A) il 06.10.1940: Milano vs Napoli 4-0

Ultima partita giocata con il Milan l'01.07.1945: Milan vs Legnano 2-3 (Campionato)

Totale presenze in gare ufficiali: 43

Reti segnate: 12

Palmares rossonero: -

Esordio assoluto in Serie A l'01.10.1933: Milano vs Livorno 3-1

Ultima gara in Serie A il 04.07.1948: Lazio vs Bolgna 7-2

Esordio e unica partita in Nazionale Italiana il 03.03.1940: Italia vs Svizzera 1-1

Totale presenze in Nazionale Italiana: 1

Reti segnate in Nazionale Italiana: 0

DA ALLENATORE:

Stagioni al Milan: 3, Allenatore nel 1955-56 (da maggio 1956, subentrato a Hector Puricelli), Allenatore in seconda nel 1954-55 e 1956-57 (con Béla Guttmann e poi Hector Puricelli)

Esordio sulla panchina del Milan in gare ufficiali e in Campionato (Serie A) il 06.05.1956: Juventus vs Milan 0-0

Ultima partita sulla panchina del Milan il 03.07.1956: Milan vs Athletic Bilbao 3-1 (Coppa Latina)

Totale panchine in gare ufficiali: 8

Palmares rossonero: 1 Scudetto (1954-55)




Ha giocato anche con il Codogno (1^ Div.), il Livorno (A e B), il Genoa (A) (foto a sinistra), il Bologna (A), il Brescia (B), la Cremonese (CAI), la Reggiana (B), l'Arsenaltaranto (B e C), il Piacenza (C), la Gallaratese (*), la Vastese (Camp. Misto Abruzzese 1944-45).

Ha allenato anche il Monza (B), il Messina (B), il Catanzaro (B), la Lucchese Libertas (*), il Parma (C), la Triestina (C), il Varese (B e A) ed il Piacenza (B e C).

"Rampollo di una famiglia di calciatori, gioca come mezzala nel Livorno, nel Genoa (unica presenza in azzurro nel '40 contro la Svizzera), nel Milan e soprattutto nel Bologna, la squadra in cui trova la maggiore continuitÓ. All'ultimo anno in rossobl¨, nel '48, Ŕ per˛ sfiorato da uno scandalo: l'attaccante del Napoli Ganelli, suo parente, Ŕ radiato per aver accomodato un risultato proprio contro il Bologna. Ne esce pulito, ma smette di giocare. AllenerÓ squadre di seconda fila (Monza e Messina, Catanzaro e Lucchese, Parma, Varese e Piacenza), girando mezza Italia." (Dal Dizionario del calcio Italiano, Baldini&Castoldi Editori, 2000)





(da "Il Calcio Illustrato")
Cliccare sull'immagine per ingrandire

Bruno Arcari nel 1937
(da "Il Littoriale")





Con la maglia del Milan


(da "Il Calcio Illustrato")





Con la maglia del Genoa


(da "Lo Sport Illustrato")





Con la maglia del Milan
Cliccare sull'immagine per ingrandire e leggere

(da "Il Calcio Illustrato")





(dal "Corriere dello Sport", stagione 1954-55)



Cliccare sull'immagine per ingrandire

Arcari IV allenatore in Seconda
(dal "Corriere della Sera" del 3 marzo 1955)



Cliccare sull'immagine per ingrandire e leggere

Arena di Milano, 1955. Si riconoscono Toni Busini, Arcari IV,
Bellocchio, Puricelli, Buffon, Zagatti, Beraldo e Toros
(per gentile concessione di Antonella Bellocchio)



Cliccare sull'immagine per ingrandire

Le Riserve del Milan 1955-56 con l'allenatore Bruno Arcari.
Da sinistra: Bagnoli, Cavalli, Beretta, Marin, Ciceri, l'allenatore Arcari
(un ringraziamento particolare alla Famiglia Ciceri)



Cliccare sull'immagine per ingrandire

Milanello, maggio 2004:
Bruno Arcari IV con Mara Bettoni di Milan Channel
(Archivio Luigi La Rocca)
Cliccare sull'immagine per ingrandire

Milanello, maggio 2004: Bruno Arcari IV con la nipote
(Archivio Luigi La Rocca)



Cliccare sull'immagine per ingrandire

Milanello, maggio 2004:
Bruno Arcari IV stringe la mano a Paolo Maldini
(Archivio Luigi La Rocca)
Cliccare sull'immagine per ingrandire

Milanello, maggio 2004: Bruno Arcari IV con Luigi La Rocca
(Archivio Luigi La Rocca)