Ritorno ai tabellini delle partite
 

   


17 settembre 2020, Shamrock Rovers vs Milan 0-2




dal sito www.milannews.it

PROBABILE FORMAZIONE - PIOLI FRA SCELTE OBBLIGATE E CERTEZZE
Vigilia di Shamrock Rovers-Milan, gara secca valida per il secondo turno preliminare di Europa League. Il fischio d'inizio della gara, visibile in esclusiva su DAZN, sarà alle ore 20:00 italiane. Una gara che sia Maldini che mister Pioli hanno indicato come pericolosa e da non sottovalutare, complice anche la differenza di forma fisica con gli avversari. Gli irlandesi sono già all'undicesima giornata di campionato, letteralmente dominato con 9 vittorie e 2 pareggi. Il tecnico emiliano, grazie anche alle quattro amichevoli giocate nel breve periodo di preparazione estiva, ha già in mente l'undici di partenza. Andiamo a scoprirlo nel dettaglio.
IBRA C'È - Come confermato anche oggi in conferenza, Pioli potrà far affidamento su Zlatan Ibrahimovic. Lo svedese ha recuperato bene dalla botta che l'ha tenuto fuori, precauzionalmente, contro Brescia e Vicenza e sarà certamente della partita. Dietro di lui tornano come di consueto i tre uomini offensivi: con Leao in quarantena e Rebic squalificato il mister rossonero è praticamente obbligato a scegliere, da sinistra a destra, Saelemaekers, Calhanoglu e Castillejo. Diaz scalpita dalla panchina pronto a subentrare.
DUO COLLAUDATO - Nonostante il tantissimo entusiasmo, sia dei tifosi e sia dello stesso Pioli, per Sandro Tonali, l'ex Brescia partirà dalla panchina. Il centrocampista ha bisogno di un po' più di tempo per ambientarsi e di trovare la migliore forma fisica, ecco perché in mediana tornerà l'ormai collaudatissimo duo Kessie-Bennacer.
SICUREZZA KJAER - Nella sua linea a quattro Pioli ritrova Kjaer e Gabbia come centrali, i due hanno già giocato insieme in campionato a causa dell'infortunio di Romagnoli, e Calabria e Theo sulle fasce. Come sempre in porta ci sarà Gigio Donnarumma.
MILAN (4-2-3-1): Donnarumma G.; Calabria, Kjaer, Gabbia, Theo; Kessie, Bennacer; Castillejo, Calhanoglu, Saelemaekers; Ibrahimovic.





Cliccare sull'immagine per ingrandire Cliccare sull'immagine per ingrandire Cliccare sull'immagine per ingrandire
(dalla "Gazzetta dello Sport" del 15 e 16 settembre 2020)



Cliccare sull'immagine per ingrandire Cliccare sull'immagine per ingrandire Cliccare sull'immagine per ingrandire
(dalla "Gazzetta dello Sport" del 17 settembre 2020)
Cliccare sull'immagine per ingrandire Cliccare sull'immagine per ingrandire




cliccare sull'immagine per ingrandire cliccare sull'immagine per ingrandire




cliccare sull'immagine per ingrandire

Il Milan Club Dublino
cliccare sull'immagine per ingrandire

Il Milan Club Dublino
cliccare sull'immagine per ingrandire

Il Milan Club Dublino


cliccare sull'immagine per ingrandire

Il Milan Club Dublino
cliccare sull'immagine per ingrandire

Il Milan Club Dublino
cliccare sull'immagine per ingrandire

Il Milan Club Dublino


cliccare sull'immagine per ingrandire

Davide Bernazzani del M.C. Moncalieri (TO)
ospite degli amici del Milan Club Dublino
cliccare sull'immagine per ingrandire

Striscione di incoraggiamento
fuori San Siro dei Black Devil
cliccare sull'immagine per ingrandire

Milan Club Dublin e Belfast




cliccare sull'immagine per ingrandire cliccare sull'immagine per ingrandire cliccare sull'immagine per ingrandire


cliccare sull'immagine per ingrandire cliccare sull'immagine per ingrandire cliccare sull'immagine per ingrandire


cliccare sull'immagine per ingrandire

(da Ac Milan - facebook)
cliccare sull'immagine per ingrandire

(da Ac Milan - facebook)
cliccare sull'immagine per ingrandire

(da Ac Milan - facebook)


cliccare sull'immagine per ingrandire

(da Ac Milan - facebook)
cliccare sull'immagine per ingrandire

(da Ac Milan - facebook)
cliccare sull'immagine per ingrandire

(da Ac Milan - facebook)


cliccare sull'immagine per ingrandire cliccare sull'immagine per ingrandire cliccare sull'immagine per ingrandire


cliccare sull'immagine per ingrandire

(da Ac Milan - facebook)
cliccare sull'immagine per ingrandire

(da Ac Milan - facebook)
cliccare sull'immagine per ingrandire

(da Ac Milan - facebook)


cliccare sull'immagine per ingrandire

(da Ac Milan - facebook)
cliccare sull'immagine per ingrandire

(da Ac Milan - facebook)
cliccare sull'immagine per ingrandire

(da Ac Milan - facebook)


cliccare sull'immagine per ingrandire

(da Ac Milan - facebook)
cliccare sull'immagine per ingrandire

(da Ac Milan - facebook)
cliccare sull'immagine per ingrandire

(da Ac Milan - facebook)


cliccare sull'immagine per ingrandire

(da Ac Milan - facebook)
cliccare sull'immagine per ingrandire

(da Ac Milan - facebook)
cliccare sull'immagine per ingrandire

(da Ac Milan - facebook)


cliccare sull'immagine per ingrandire

(da Ac Milan - facebook)
cliccare sull'immagine per ingrandire

(da Ac Milan - facebook)
cliccare sull'immagine per ingrandire

(da Ac Milan - facebook)


cliccare sull'immagine per ingrandire

(da Ac Milan - facebook)
cliccare sull'immagine per ingrandire

(da Ac Milan - facebook)
cliccare sull'immagine per ingrandire

(da Ac Milan - facebook)


cliccare sull'immagine per ingrandire

(da Ac Milan - facebook)
cliccare sull'immagine per ingrandire

(da Ac Milan - facebook)
cliccare sull'immagine per ingrandire

(da Ac Milan - facebook)


cliccare sull'immagine per ingrandire

(da Ac Milan - facebook)
cliccare sull'immagine per ingrandire

(da Ac Milan - facebook)


cliccare sull'immagine per ingrandire cliccare sull'immagine per ingrandire cliccare sull'immagine per ingrandire


cliccare sull'immagine per ingrandire cliccare sull'immagine per ingrandire

(da Ac Milan - facebook)
cliccare sull'immagine per ingrandire

(da Ac Milan - facebook)


cliccare sull'immagine per ingrandire

(da Ac Milan - facebook)
cliccare sull'immagine per ingrandire

(da Ac Milan - facebook)
cliccare sull'immagine per ingrandire

(da Ac Milan - facebook)


cliccare sull'immagine per ingrandire cliccare sull'immagine per ingrandire cliccare sull'immagine per ingrandire


cliccare sull'immagine per ingrandire cliccare sull'immagine per ingrandire cliccare sull'immagine per ingrandire


cliccare sull'immagine per ingrandire cliccare sull'immagine per ingrandire

(da Ac Milan - facebook)
cliccare sull'immagine per ingrandire

(da Ac Milan - facebook)


cliccare sull'immagine per ingrandire cliccare sull'immagine per ingrandire

(da Ac Milan - facebook)
cliccare sull'immagine per ingrandire

(da Ac Milan - facebook)


cliccare sull'immagine per ingrandire

(da Ac Milan - facebook)
cliccare sull'immagine per ingrandire

(da Ac Milan - facebook)
cliccare sull'immagine per ingrandire

(da Ac Milan - facebook)


cliccare sull'immagine per ingrandire

(da Ac Milan - facebook)
cliccare sull'immagine per ingrandire cliccare sull'immagine per ingrandire

(da Ac Milan - facebook)


cliccare sull'immagine per ingrandire cliccare sull'immagine per ingrandire cliccare sull'immagine per ingrandire


cliccare sull'immagine per ingrandire cliccare sull'immagine per ingrandire cliccare sull'immagine per ingrandire


cliccare sull'immagine per ingrandire cliccare sull'immagine per ingrandire cliccare sull'immagine per ingrandire


cliccare sull'immagine per ingrandire cliccare sull'immagine per ingrandire cliccare sull'immagine per ingrandire


cliccare sull'immagine per ingrandire cliccare sull'immagine per ingrandire cliccare sull'immagine per ingrandire


cliccare sull'immagine per ingrandire cliccare sull'immagine per ingrandire



cliccare sull'immagine per ingrandire cliccare sull'immagine per ingrandire
I giocatori rossoneri sull’aereo di ritorno con la sciarpa del Milan Club Dublino
cliccare sull'immagine per ingrandire cliccare sull'immagine per ingrandire



cliccare sull'immagine per ingrandire

La cosa più bella che ho visto ieri.
Al termine della partita tra Milan e Shamrock Rovers, Aaron Green si avvicina ad Ibra per chiedere il suo outfit.
Quando Ibra gliel'ha consegnato, il giocatore corre con entusiasmo sugli spalti, non era per lui, ma per suo figlio.
Anche lui ha portato a casa la maglia di Zlatan Ibrahimovic
(by Andreina Cocco)




Cliccare sull'immagine per ingrandire Cliccare sull'immagine per ingrandire Cliccare sull'immagine per ingrandire
(dalla "Gazzetta dello Sport" del 18 settembre 2020)
Cliccare sull'immagine per ingrandire Cliccare sull'immagine per ingrandire




dal sito www.gazzetta.it

MILAN AVANTI IN EUROPA: IBRA E CALHANOGLU STENDONO LO SHAMROCK, ORA IL BODØ
Il turco rifinisce, Zlatan segna. Donnarumma decisivo, debuttano Brahim Diaz e Tonali. Buona la prima per Pioli, ora i norvegesi
Il Milan ha ripreso là dove aveva concluso. Ovvero vincendo e mettendo in vetrina due dei giocatori che maggiormente avevano contribuito alla magnifica cavalcata del 2020: Ibrahimovic e Calhanoglu. Il Diavolo che supera il primo scoglio in Europa League contro lo Shamrock Rovers (2-0) porta la loro firma e conforta Pioli: certi meccanismi non si sono arrugginiti. Il cammino europeo del Milan ora incrocia il nome del Bodo/Glimt, formazione norvegese che arriverà a San Siro giovedì prossimo, 24 settembre per il terzo turno preliminare.
BUONA LA PRIMA — La differenza di qualità con lo Shamrock Rovers è lampante ma nel primo tempo non è sufficiente a imprimere alla sfida un andamento così netto a favore dei rossoneri. Anche perché atleticamente gli irlandesi, nel clou della stagione, stanno bene e appena possono provano a ripartire. Non che il Diavolo sia così imballato, per carità: il giro palla è sufficientemente rapido e le gambe corrono abbastanza, ma manca ancora quell’ultimo step che darebbe maggiore lucidità nelle scelte più importanti ed eviterebbe amnesie come quella di Kessie dopo un quarto d’ora: l’ivoriano sbaglia un appoggio grossolanamente e innesca la ripartenza biancoverde con Burke che manda al tiro Greene. Il sinistro è ottimo e costringe Donnarumma a una parata complicata. Il primo strillo della partita è questo, il Milan si spaventa e capisce che è meglio verticalizzare e cercare l’affondo piuttosto che attendere ancora per stanare gli avversari. L’azione del gol dice infatti esattamente questo: Calhanoglu si libera di O’Neill e manda in porta Ibra, che ringrazia la blandissima marcatura di O’Brien e infila Mannus di potenza. Due minuti più tardi Zlatan serve Castillejo, con McEneff che salva a porta vuota. Il gol di svantaggio e il possesso palla rossonero quasi totale però non scoraggiano lo Shamrock. L’atteggiamento, peraltro come ci si attendeva, è aggressivo, senza troppi fronzoli. E così succede che Greene intorno alla mezzora si liberi (con troppa facilità) di Gabbia e chiami nuovamente Donnarumma all’intervento. E che allo scadere di tempo Finn, tutto solo, colpisca troppo debolmente di testa da buona posizione.
RADDOPPIO — Nella ripresa il match galleggia fino a metà tempo, prima che il Diavolo riesca metterlo in ghiacciaia. E’ comunque solo questione di tempo perché i rossoneri alzano ulteriormente il baricentro. Soprattutto grazie a Calhanoglu, che si impossessa definitivamente della trequarti. Dopo otto minuti il nazionale turco colpisce la traversa su una bizzarra rovesciata, al quarto d’ora incendia i guanti di Mannus su punizione e al minuto 22 fa centro di precisione. Tutto finito? Diciamo quasi: quattro giri di lancette dopo il raddoppio rossonero, Donnarumma deve di nuovo esibirsi su Greene, ed è un’altra parata decisamente complicata. In pratica l’ultima fiammata su cui si spengono le ambizioni irlandesi. Avanti il Milan, allora, con notizie buone e qualcosa da rivedere. Ibra si conferma – se mai ce ne fosse bisogno – il leader naturale del gruppo e fondamentale nelle dinamiche di una partita (il gol, l’assistenza ai compagni), Calhanoglu pare davvero aver fatto un salto di qualità decisivo e Donnarumma – alla prima da capitano in Europa – ricorda a tutti di essere sulla buona strada per diventare il numero uno al mondo. Da rivedere qualche meccanismo in mediana, a volte poco fluida e un po’ pasticciona, e la zona centrale della difesa, andata in difficoltà in troppe circostanze in proporzione alla forza dell’avversario. Certe amnesie, ora che scatta il campionato, sono pericolosissime.


dal sito www.milannews.it

LE PAGELLE - CALHA GENIALE, IBRA KILLER. GABBIA DEVE CRESCERE ALLA SVELTA
G. Donnarumma 7: Greene non gli permette di essere spettatore della gara e lo chiama a tre interventi importanti. Lui, soprattutto il primo, li rende facili ma sono tre parate di livello.
Calabria 6,5: buona partita di Davide, che sfiora anche il gol nel primo tempo. Farrugia non è un problema.
Kjaer 6: non inizia bene, perché il buco che concede a Greene la prima sparata verso la porta di Donnarumma è roba sua. Poi prende le misure e chiude la zona calda.
Gabbia 5,5: primo tempo male. Letture sbagliate, sembra impacciato e impaurito dall’esordio da titolare in Europa. Greene lo sposta troppo facilmente. Nel secondo tempo sale con la squadra. Ma serve un cambio di marcia.
Theo Hernández 6,5: non importa chi abbia davanti, lui lo asfalta. Il povero Finn si vede sfrecciare il 19 a tutta velocità e anche O’Brien, quando deve uscire su di lui, non è che sia impermeabile. Sfiora il gol con un bel sinistro al volo.
Kessié 6: partita in fotocopia per lui e Bennacer. Iniziano maluccio, perdendo palloni e leggendo male alcune situazioni. Poi crescono nella ripresa. Franck partecipa anche al gol del 2-0 di Calhanoglu.
Bennacer 6: vedi Kessie. Nella ripresa alza il livello del motore e non sbaglia nulla. Forse è ancora leggermente indietro a livello fisico. (38’ st Tonali sv)
Castillejo 6: McEneffe gli toglie un gol fatto dalla porta. Poi sbatte qualche volta di troppo sul diretto avversario. Innesca l’azione del 2-0 e non sfrutta una palla geniale di Brahim Diaz.
Calhanoglu 7,5: riprende da dove aveva lasciato. Assist geniale per Ibrahimovic e poi destro da fuori per il raddoppio. In mezzo una quantità industriale di palloni toccati e tanto lavoro per la squadra e per Zlatan. Sfiora il gol da premio Puskas con una rovesciata che si stampa sulla traversa per pochi centimetri. (38’ st Brahim Diaz sv)
Saelemaekers 6: gioca sulla fascia opposta a quella naturalmente occupata e giocare a piede invertito non è una cosa che lo metta a suo agio. Spreca tre occasioni, ma rimedia con l’assist per Calhanoglu. (28’ st Krunic 6: fa il suo, tra l’esterno e il trequartista)
Ibrahimovic 7: 3137 giorni dopo, torna a fare gol in Europa con la maglia del Milan. Un destro chirurgico che fa secco Mannus. mpa sulla traversa. Leader indiscusso.
All.: Pioli 6,5: bene la vittoria e il passaggio del turno. Va alzato il ritmo della manovra, già da lunedì contro il Bologna. Ma iniziare con una vittoria fa sempre bene.