Ritorno ai tabellini delle partite
< Partita precedente

   


20 febbraio 2011, Chievo vs Milan 1-2




dal sito www.ansa.it

MILAN, A VERONA MAGLIA CELEBRATIVA
Per i 25 anni alla guida dei rossoneri di Silvio Berlusconi
18 febbraio 2011 - Una maglia autografata da Silvio Berlusconi, per celebrare i suoi 25 anni alla guida del Milan, sara' indossata domenica pomeriggio a Verona nella sfida contro il Chievo. Tutto cio' per ricordare il matrimonio che dura ormai da un quarto di secolo, ovvero dal 20 febbraio del 1986. Nei 25 anni targati Berlusconi, il Milan ha messo in bacheca 5 Champions League, 7 scudetti, 3 Mondiali per Club, una Coppa Italia, 5 Supercoppe europee e 5 Supercoppe di Lega.


dal sito www.tuttomercatoweb.com

MILAN, A VERONA MAGLIA CELEBRATIVA PER I 25 ANNI DI BERLUSCONI
18 febbraio 2011 - Una maglia autografata dal Presidente del Consiglio, nonché patron, per celebrare i suoi 25 anni alla guida del Milan. Domenica pomeriggio a Verona, nella sfida contro il Chievo, i rossoneri indosseranno una divisa speciale per ricordare il matrimonio, che dura ormai un quarto di secolo, tra il club di Via Turati e Silvio Berlusconi. Una storia d'amore iniziata proprio il 20 febbraio del 1986. Secondo quanto anticipato dal quotidiano La Repubblica, i ragazzi di Allegri vestiranno la classica divisa impreziosita dalla firma di Berlusconi proprio sotto la scritta celebrativa, in filo rosso, '20 febbraio 1986-20 febbraio 2011', posizionata tra il marchio dello sponsor tecnico e lo stemma della società. Nei 25 anni targati Berlusconi, il Milan ha messo in bacheca cinque Champions League (o coppe dei Campioni) - sulle sette conquistate dal club nella sua storia - sette scudetti, tre Mondiali per Club (o coppe Intercontinentali), una Coppa Italia, cinque Supercoppe europee e cinque Supecoppe di Lega.


dal sito www.gazzetta.it

BOATENG TORNA TRA I CONVOCATI
Per i 25 anni Silvio Berlusconi
19 febbraio 2011 - Ecco la lista dei 21 convocati per la partita di domani contro il Chievo Verona: Abbiati, Amelia, Paleari, Abate, Antonini, Nesta, Oddo, Papastathopoulos, Thiago Silva, Yepes, Boateng, Emanuleson, Flamini, Gattuso, Merkel, Seedorf, Van Bommel, Cassano, Ibrahimovic, Pato, Robinho.





Cliccare sull'immagine per ingrandire Cliccare sull'immagine per ingrandire Cliccare sull'immagine per ingrandire Cliccare sull'immagine per ingrandire
Prepartita - Alcune pagine della "Gazzetta dello Sport" del 19 e 20 febbraio 2011
Cliccare sull'immagine per ingrandire Cliccare sull'immagine per ingrandire Cliccare sull'immagine per ingrandire






Antonio Cassano con la maglia celebrativa dei 25 anni di Presidenza di Silvio Berlusconi





Pato parte dalla panchina a Verona
(dal sito www.virgilio.it)


Il gol dello 0-1 di Robinho, che tocca la palla con il braccio
(dal sito www.virgilio.it)





L'esultanza di Robinho...
(dal sito www.virgilio.it)


...per il vantaggio rossonero
(dal sito www.virgilio.it)





Gattuso in azione
(dal sito www.virgilio.it)


Fernandes svetta di testa per il pareggio del Chievo
(dal sito www.virgilio.it)





L'esultanza di Fernandes
(dal sito www.virgilio.it)


Pato scocca il tiro che vale il definitivo vantaggio rossonero
(dal sito www.virgilio.it)





Un'altra immagine del tiro di Pato
(dal sito www.virgilio.it)


Pato festeggia il gol del'1-2: il Milan espugna il Bentegodi
(dal sito www.virgilio.it)




Il Milan Club Seregno e il Milan Club Ortona a Verona per Chievo vs Milan 1-2
cliccare sull'immagine per ingrandire

Foto di gruppo del Milan Club Seregno
davanti all'Arena
cliccare sull'immagine per ingrandire

Foto di gruppo del Milan Club Seregno
davanti all'Arena
cliccare sull'immagine per ingrandire

Foto di gruppo del Milan Club Seregno
davanti all'Arena


cliccare sull'immagine per ingrandire

Alessio e Giuseppe
del Milan Club Seregno
cliccare sull'immagine per ingrandire

Alessio e Giuseppe
del Milan Club Seregno
cliccare sull'immagine per ingrandire

Alessio e Giuseppe
del Milan Club Seregno


cliccare sull'immagine per ingrandire

Giuseppe con la bandiera
del Milan Club Seregno
cliccare sull'immagine per ingrandire

Giuseppe con la bandiera
del Milan Club Seregno
cliccare sull'immagine per ingrandire

Giuseppe con la bandiera
del Milan Club Seregno


cliccare sull'immagine per ingrandire

Simone e Michele
del Milan Club Seregno
cliccare sull'immagine per ingrandire

Lo striscione del Milan Club Seregno
cliccare sull'immagine per ingrandire

Lo striscione del Milan Club Seregno


cliccare sull'immagine per ingrandire

Panoramica della Curva rossonera
cliccare sull'immagine per ingrandire

Panoramica della Curva rossonera
cliccare sull'immagine per ingrandire

Panoramica dello stadio Bentegodi


cliccare sull'immagine per ingrandire

Panoramica dello stadio Bentegodi
cliccare sull'immagine per ingrandire

Sciarpata della Curva rossonera
cliccare sull'immagine per ingrandire

La Curva rossonera incomincia a riempirsi


cliccare sull'immagine per ingrandire

Lo striscione del Milan Club Femminile
Stella di Saronno e Salò
cliccare sull'immagine per ingrandire

Lo striscione di Alternativa Rossonera
cliccare sull'immagine per ingrandire

Il settore dei tifosi rossoneri


cliccare sull'immagine per ingrandire

La Curva dei tifosi del Chievo
cliccare sull'immagine per ingrandire

La panchina rossonera
cliccare sull'immagine per ingrandire

Il riscaldamento del Milan


cliccare sull'immagine per ingrandire

Il riscaldamento del Milan
cliccare sull'immagine per ingrandire

Le due formazioni schierate a centrocampo
cliccare sull'immagine per ingrandire

Le due formazioni schierate a centrocampo


cliccare sull'immagine per ingrandire

Il tabellone con la formazione del Milan
cliccare sull'immagine per ingrandire

Primo piano di mister Allegri
cliccare sull'immagine per ingrandire

Primo piano di Nesta, Gattuso, Abate, Merkel e sullo sfondo l'arbitro e un paio di giocatori del Chievo


cliccare sull'immagine per ingrandire

Una fase della partita
cliccare sull'immagine per ingrandire

Una fase della partita
cliccare sull'immagine per ingrandire

Una fase della partita


cliccare sull'immagine per ingrandire

Poco dopo il primo gol del Milan
cliccare sull'immagine per ingrandire

Il tabellone con il risultato finale
cliccare sull'immagine per ingrandire

I giocatori del Milan festeggiano a fine partita


cliccare sull'immagine per ingrandire

I giocatori del Milan festeggiano a fine partita
cliccare sull'immagine per ingrandire

I giocatori del Milan festeggiano a fine partita



cliccare sull'immagine per ingrandire

Miriana del Milan Club Ortona
cliccare sull'immagine per ingrandire

Miriana e Gianluca
cliccare sull'immagine per ingrandire

Miriana con la sciarpa del MC Ortona


cliccare sull'immagine per ingrandire

Milan Club Ortona
cliccare sull'immagine per ingrandire

Gianluca con la sciarpa del MC Ortona
cliccare sull'immagine per ingrandire

Foto Milan Club Ortona



cliccare sull'immagine per ingrandire

(dal sito avanguardia1987.blogspot.com)
cliccare sull'immagine per ingrandire

(dal sito avanguardia1987.blogspot.com)
cliccare sull'immagine per ingrandire

(dal sito www.curvasudmilano.it)




cliccare sull'immagine per ingrandire

Il "Corriere dello Sport" del 21 febbraio 2011



Alcune pagine della "Gazzetta dello Sport" del 21 febbraio 2011

Cliccare sull'immagine per ingrandire Cliccare sull'immagine per ingrandire Cliccare sull'immagine per ingrandire


Cliccare sull'immagine per ingrandire Cliccare sull'immagine per ingrandire Cliccare sull'immagine per ingrandire




cliccare sull'immagine per ingrandire

La maglia celebrativa dei 25 anni di Presidenza di Silvio Berlusconi


dal sito www.gazzetta.it

PATO, GOL DI CLASSE. IL MILAN NON PERDE IL PASSO
Il rossonero, inserito nella ripresa, segna il 2-1 in casa del Chievo che mantiene i rossoneri saldamente in testa al campionato. Alla rete di Robinho, con fallo di mano, replica Fernandes. All'82' il capolavoro del "Papero"
VERONA, 20 febbraio 2011 - La premiata ditta Pato-Robinho festeggia a passo di samba le nozze d'argento dell'era Berlusconi. Vittoria mica facile quella del Milan, contro un Chievo fastidioso e poco propenso a cedere. I gialloblù vanno sotto per un gol irregolare di Robinho (stop con il braccio), pareggiano con un guizzo di Fernandes, ma cedono davanti alla classe di Pato che a otto minuti dalla fine trova il gol che scaccia la sua crisi personale e rilancia le quotazioni dei rossoneri, bravi a respingere l'attacco dell'Inter (tornato a -5), con la possibilità di allungare sul Napoli che deve giocare stasera. Onore al Chievo che, indomabile in casa, cede alla distanza: l'ultima sconfitta risaliva al 26 settembre con la Lazio.
NOUVELLE VAGUE - Stefano Pioli ha studiato tutta la settimana il Milan. Il suo Chievo, dopo il Napoli, sogna di fare la festa anche ai rossoneri. Dispone in campo una formazione ricca di talento, a cominciare da Constant e Thereau che costituscono la nouvelle vague gialloblù, accompagnata dall'esperienza di Pellissier. In mezzo al centrocampo lancia Pulzetti, buon interditore. Allegri dal canto suo dimentica il passato di Coppa e recupera Abbiati fra i pali, mentre ricostituisce la coppia centrale Nesta-Thiago Silva. Fiducia a Merkel sulla linea mediana, mentre davanti a Robinho tocca ancora a Ibra e Cassano. .
PRESSING - Il copione è quello previsto; il Chievo si chiude bene in fase difensiva e punta sul contropiede, potendo contare su treni offensivi. Il possente Thereau è quello ad alta velocità: sempre presente sull'azione e bravo a smistare palle interessanti. Come quella in cui al 9' lancia Pellissier, la cui conclusione è troppo larga. La scuola Pioli è evidente: i veronesi pressano sull'uomo a tutto campo. Il Milan c'è, ma come spesso capita è un diesel sbuffante che ingrana piano piano. Poco veloce, la squadra di Allegri permette al Chievo di recuperare le posizioni e chiudere i varchi. Ma piano piano i primi della classe mettono insieme i pezzi e con una buona gestione della palla cominciano a macinare gioco. Ibra fatica a sincronizzarsi con la squadra, mentre Cassano e Robinho dettano i tempi, potendo contare su un centrocampo che fa filtro e non lascia corridoi aperti, grazie anche alla grinta di Gattuso e alla presenza costante di Van Bommel.
MANO GALEOTTA - Al 25' la superiorità territoriale del Milan si trasforma nel gol di Robinho. Cassano pennella dalla destra per Ibra che serve di testa il brasiliano nell'area piccola; evidente il controllo con il braccio sinistro e la girata che batte Sorrentino. Il Chievo urla di rabbia, sembra non reggere al contraccolpo, ma si ritrova ben presto e manca due volte il pareggio: al 28' Antonini si immola su Fernandes il cui bolide sarebbe stato imparabile per Abbiati, mentre al 44', con Nesta in pressing, conclude alto da due passi con Pellissier
PATO RISPONDE A FERNANDES - Due i cambi all'inizio della ripresa: Bogliacino per Pulzetti e Oddo per l'affaticato Antonini. Ma è il Milan a trarne più vantaggio potendo godere di tranquillità maggiore. Ma nonostante il buon possesso palla rossonero, il Chievo con una buona dose di personalità trova al 16' il pareggio. Il capolavoro è doppio: Constant con un cross magico dalla sinistra pesca Fernandes sul lato opposto. Scavalcare Merkel in elevazione è un gioco e il colpo di testa si infila sul secondo palo. E fa bene a crederci la squadra di Pioli; abile a sfruttare la sua forza fisica e un pizzico di incoscienza, soprattutto quando il Milan va in pressing rabbioso. Allegri inserisce Pato per Cassano; Pioli Jokic per Constant. I rossoneri premono sull'acceleratore, ma guidano male, nonostante una supremazia evidente. Entra anche Boateng per l'impalpabile Merkel. Mossa che sprigiona energia, che apre il Chievo. Che innesca Pato e la sua immensa classe. Il Papero prende palla al limite, si beve Morero e Rigoni e batte Sorrentino sul suo palo. Chievo che rischia il tracollo e rimane in dieci per l'espulsione di Cesar per doppia ammonizione. Potrebbe segnare anche Gattuso, che dopo una serpentina sfiora la traversa, e Ibra. Ma sarebbero troppi. Allegri mette in banca i tre punti e tiene a bada Napoli e Inter. Ma soprattutto ritrova Pato.
Gaetano De Stefano


dal sito www.milannews.it

SUPERBO MARK, BENTORNATO BOA, MA MENOMALE CHE C'È PATO!
LE PAGELLE di Francesco Somma
Abbiati 6: Incolpevole sul gol di Fernandes, attento nello svolgimento dell’ordinaria amministrazione
Abate 6,5: Complice il dinamismo di Constant, nel primo tempo rimane molto basso, concedendo qualche disattenzione di troppo. Meglio nella ripresa
Nesta 6: Tiene a galla Pellissier a fasi alterne, concedendogli una invitante palla gol dopo 24 minuti
Thiago Silva 6: Sicuro e preciso, sia in fase di contenimento che di costruzione
Antonini 6: Dopo 26’ salva un gol praticamente fatto su tiro di Fernandes da distanza ravvicinata. Spinge poco, ma sbaglia ancora meno (Oddo 6: Si mette in evidenza con una bella punizione respinta da Sorrentino)
Van Bommel 7: Si impossessa di gran parte dei palloni avversari, gioca e pulisce con sicurezza tutti quelli che gli passano i compagni
Gattuso 6: Dà e prende tante botte, finendo - comprensibilmente – l’ossigeno prima del tempo
Merkel 5,5: Conferma di poter fare tante cose interessanti con la palla al piede, ma la fase difensiva va approfondita: spaesato, perde l’inserimento di Fernandes (Boateng 6: Entra e scuote un reparto cloroformizzato. Bentornato!)
Cassano 5,5: Cesar lo francobolla per tutto il primo tempo, riservandogli un trattamento tutt’altro che amichevole, ma lui ci mette troppo poco per dare un senso ad una prestazione a dir poco scialba (Pato 7,5: Come sabato scorso, rileva Cassano, ma quest’oggi è tutta un’altra storia; timbra un cartellino d’autore, abbinato ad una vittoria che vale oro)
Robinho 6: Tesorizza nel migliore dei modi (non il più regolare) la sponda di Ibrahimovic dopo 24 minuti, ma nella ripresa divora l’occasione per fare il bis
Ibrahimovic 6: Costringe Sorrentino ad un intervento da applausi su una sventola dalla distanza e serve a Robinho l’assist per il gol su un piatto d’argento: non segna ma fa segnare
Allegri 6,5: L’eurogol di Pato (ri)scombussola le gerarchie del reparto avanzato rossonero, ma regala al Diavolo tre punti pesantissimi, che rimandano indietro l’assalto dei cugini e trasformano Napoli-Catania in una piacevole serata di calcio