Ritorno ai tabellini delle partite
< Partita precedente

   


25 novembre 2009, Milan vs Olympique Marseille 1-1




dal sito www.gazzetta.it

BORRIELLO: RESTA UN PICCOLO DUBBIO
24 novembre 2009 - Allenamento di rifinitura per il Milan, alla vigilia della sfida di Champions League contro l'Olympique Marsiglia. Nessun dubbio per il tecnico Leonardo, a parte il rebus attaccante: Borriello questa mattina ha effettuato degli accertamenti al ginocchio che hanno escluso complicanze. La lieve distorsione al ginocchio sinistro rende ottimista Leonardo, che solo domattina deciderà se schierarlo o meno: in preallarme Inzaghi, anche se Borriello farà di tutto per scendere in campo. Confermata il resto della formazione, con Nesta che rientra in difesa dopo aver scontato un turno di squalifica in campionato. Flamini recupera per la panchina, dopo la distorsione alla caviglia: a centrocampo titolari inamovibili Pirlo e Ambrosini, mentre tra i convocati ricompare il nome di Davide Di Gennaro, tornato disponibile dopo l'infortunio al piede. Questi i convocati per il Marsiglia: Dida, Storari, Antonini, De Vito, Kaladze, Nesta, Oddo, Thiago Silva, Zambrotta, Abate, Ambrosini, Flamini, Pirlo, Seedorf, Borriello, Di Gennaro, Huntelaar, Inzaghi, Pato, Ronaldinho.





Cliccare sull'immagine per ingrandire e leggere Cliccare sull'immagine per ingrandire e leggere
Prima della partita
(dalla "Gazzetta dello Sport" del 25 novembre 2009)




cliccare sull'immagine per ingrandire cliccare sull'immagine per ingrandire
La Curva Sud per la sfida con l'Olimpique Marsiglia
(dal sito www.curvasudmilano.it)
cliccare sull'immagine per ingrandire



cliccare sull'immagine per ingrandire
Un'altra immagine del tifo rossonero a San Siro




Il Milan Club Seregno a San Siro per Milan vs Olympique Marsiglia 1-1
cliccare sull'immagine per ingrandire

Coreografia Curva Sud
cliccare sull'immagine per ingrandire

Coreografia Curva Sud
cliccare sull'immagine per ingrandire

Coreografia Curva Sud


cliccare sull'immagine per ingrandire

Coreografia Curva Sud
cliccare sull'immagine per ingrandire

Coreografia Curva Sud
cliccare sull'immagine per ingrandire

Coreografia Curva Sud


cliccare sull'immagine per ingrandire

Coreografia Curva Sud
cliccare sull'immagine per ingrandire

Striscione Milan Club Seregno
cliccare sull'immagine per ingrandire

Striscione Milan Club Seregno


cliccare sull'immagine per ingrandire

Panoramica Primo Anello Blu
cliccare sull'immagine per ingrandire

Panoramica Primo e Secondo Anello Blu
cliccare sull'immagine per ingrandire

Panoramica Striscioni Primo
e Secondo Anello Verde


cliccare sull'immagine per ingrandire

Bandiere AIMC al Primo Anello Verde
cliccare sull'immagine per ingrandire

Bandiere al Primo Anello Blu
cliccare sull'immagine per ingrandire

Bandiere al Primo Anello Blu


cliccare sull'immagine per ingrandire

Bandiere Alternativa Rossonera
cliccare sull'immagine per ingrandire

Ingresso squadre
cliccare sull'immagine per ingrandire

Borriello, Nesta, Oddo, Pirlo, Zambrotta e Dida


cliccare sull'immagine per ingrandire

Il Milan schierato prima
dell'inizio della partita
cliccare sull'immagine per ingrandire

Il saluto tra le due squadre
cliccare sull'immagine per ingrandire

Riscaldamento Milan




Ronaldinho e Seedorf


(grazie a Wanda Pasquariello)






Alexandre Pato
(dal sito www.virgilio.it)


Ancora Pato in azione
(dal sito www.virgilio.it)





Il gol di Marco Borriello
(dal sito www.virgilio.it)


L'esultanza di Borriello
(dal sito www.virgilio.it)





Borriello festeggia il gol con Pirlo
(dal sito www.virgilio.it)


Un intervento di Nesta
(dal sito www.virgilio.it)





Massimo Oddo in azione
(dal sito www.virgilio.it)


Ambrosini in un contrasto aereo
(dal sito www.virgilio.it)





Clarence Seedorf
(dal sito www.virgilio.it)




cliccare sull'immagine per ingrandire e leggere

(da "Leggo Milano" del 26 novembre 2009)
cliccare sull'immagine per ingrandire e leggere

(da "Il Giornale" del 26 novembre 2009)




Cliccare sull'immagine per ingrandire e leggere Cliccare sull'immagine per ingrandire e leggere Cliccare sull'immagine per ingrandire e leggere
(dalla "Gazzetta dello Sport" del 26 novembre 2009)
Cliccare sull'immagine per ingrandire e leggere Cliccare sull'immagine per ingrandire e leggere Cliccare sull'immagine per ingrandire e leggere




dal sito www.gazzetta.it

BRIVIDI MILAN CON L'O.M.: 1-1. ORA SFIDA VERITA' A ZURIGO
La squadra di Leonardo non va oltre l'1-1 a San Siro: a Borriello replica Lucho Gonzalez. Nella ripresa la squadra di Deschamps si scatena e coglie due legni con Brandao e Diawara. Discorso-qualificazione rimandato alla gara contro gli svizzeri già eliminati
MILANO, 25 novembre 2009 - Un punto solo, mentre il Real Madrid vola a dieci ipotecando la vittoria nel girone. Il Milan non va al di là dellì1-1 contro il Marsiglia rimandando notizie sulla sua qualificazione all'8 dicembre quando affronterà fuori casa lo Zurigo. Risultato a conti fatti da accettare senza rimpianti, dopo il finale al fulmicotone dei francesi che sfiorano la vittoria con tanto di palo. Un risultato che è figlio dell'impostazione voluta da Leonardo con giocatori che sanno garantire la loro efficacia solo in fase offensiva, rischiando poi l'inverosimile in quella difensiva.
TORNA NESTA - Squadra folle e vincente infatti non si cambia. Leonardo si sta divertendo. L'ossessione del Brasile '82 ormai si è così impossessata di lui da non poterne più fare a meno. Al Marsiglia di Didier Deschamps oppone la stessa formazione che ha battuto il Cagliari, ma con una variante fondamentale: Nesta al posto di Kaladze. Per i francesi un avversario ben diverso da quello che vinse al Velodrome con una doppietta di Inzaghi. Ma Deschamps non bada a spese e rilancia con gli stessi crismi: velocità, pressing, raddoppi. Squadra alta e spesso sbilanciata, affida le sue giocate a un 4-3-3 con un tridente composto da Abriel, Brandao, Niang.
BUONE PREMESSE - Ma ad aprire le danze al 6' è il Milan con un'azione devastante. Bella la proiezione in area di Zambrotta che incontra sulla sua strada Mandanda; sulla respinta arriva Boriello, ma Diawara devia in angolo il violento tiro del centravanti. Bel biglietto da visita dopo alcuni minuti dedicati allo studio degli avversari. E' il Milan che piace a Leonardo. Così offensivo e sfacciato da trovare sull'onda dell'entusiasmo il gol del vantaggio. Borriello, che sembrava destinato alla panchina per lasciare posto a Inzaghi, irrompe in area al 10', si mangia Heinze e di piatto sinistro infila fra le gambe di Mandanda. Lo splendido gol meriterebbe ben altra considerazione da parte dei compagni rossoneri che, ben presto, spezzano l'equilibrio fra attacco e difesa.
DURA POCO - Chiedere a Niang: una saetta. Apre i corridoi; ci si infila dentro che è una bellezza; arma letale per la fragile retroguardia rossonera. L'allarme lo lancia e al 16', dopo avere saltato Oddo, spara dentro. Dida devia come può, ma sui piedi di Lucho che sfonda e pareggia. Al 19' ancora Lucho cerca la prodezza dalla distanza. Alto di pochissimo. E al 24' Dida para in due tempi il botto di Niang. Insomma c'è più Marsiglia, mentre il Milan ha l'affanno e deve anche sostituire Oddo per infortunio. E' il 28', tocca ad Abate. Abili le mosse di Deschamps che piazza i suoi come pedine su una scacchiera. Pato e Ronaldinho non trovano spazi, anche se Thiago Silva mette sui piedi di Borriello una palla strepitosa che va a sbattere su Mandanda, senza dimenticare al 38' il pallonetto di Pato che sfiora la traversa con la porta vuota.
RIPRESA - Stessi uomini. E cuore in gola. Il Marsiglia può permettersi di attendere e sfruttare le sue ali veloci nel contropiede, sfruttando la mancanza di collegamento fra i reparti rossoneri. Il Milan che ha bisogno dei tre punti come il pane per conquistare la leadership in classifica, alza il baricentro e affida il suo destino ai piedi di Ronaldinho. Il Gaucho macina gioco, dispensa palle, ma avrebbe bisogno dell'aiuto di altri solisti. Ma non è serata per Seedorf, tantomeno per Pirlo: flosci e poco ispirati. Magico al 16' il tacco splendido di Dinho che pesca Borriello: sinistro radente, ma poco potente che si perde a lato. E' il momento migliore dove occorre capitalizzare. Ma il Marsiglia impiega poco a capovolgere il fronte e al 20' sfiora il vantaggio con Brandao che scheggia la traversa da posizione ravvicinata. Deschamps al 21' cambia: dentro Konè per Lucho; mentre al 28' scocca il minuto di Ben Arfa (fuori Niang). Leonardo non si adatta e sbaglia. Il Marsiglia ci prova e spaventa San Siro. Il Milan invece è più sporadico, ma al 37' getta via la palla del 2-1. Al 38' il cross del solito Ronaldinho viene smorzato di testa dall'ariete per eccellenza Borriello; un errore pazzesco. Dietrofront ed è Abate a fare il miracolo spedendo in angolo la palla che Koné sta per calciare a rete. Ma arriva anche il palo di Diawara, a dimostrazione di quanto sia facile arrivare a Dida. Ma finisce 1-1. A Zurigo servirà usare la testa.
Gaetano De Stefano


dal sito www.milannews.it

Seedorf 5,5 Elogiato alla vigilia, fuori dal gioco all'inizio, a parte di un paio di belle palle a Zambrotta e Pato. Cissè allo costole non lo fa respirare e le cose non migliorano col passare del tempo
Ronaldinho 6 Non si vede se non a sprazzi ridottissimi nel primo tempo. Forse si è solo risparmiato, perché nella ripresa è quello che prova a far cambiare il ritmo al Milan
Borriello 6,5 Preferito all'uomo dei record Inzaghi, dà ragione a Leonardo con un numero di prima classe. Nel finale, però, si mangia il gol qualificazione
Heinze 5 Si fa bere da Borriello che un ragazzino della Primavera al cospetto di Maradona. Che, tra l'altro, continua a convocarlo con la Seleccion... Nemmeno nelle sue incursioni in attacco fa la differenza
Niang 7 E' la spina nel fianco della difesa rossonera, tanto da mandare in bambola prima Oddo e poi Abate. Ogni volta che ha la palla è panico. Per sua sfortuna i compagni di reparto non sono all'altezza
Brandao 5 E' vero che corre e si dà da fare, ma di vedere la porta non se ne parla. E quella traversa era più difficile da prendere che mancare