Ritorno ai tabellini delle partite
< Partita precedente

   


21 marzo 1982, Como vs Milan 2-0




Cliccare sull'immagine per ingrandire Cliccare sull'immagine per ingrandire
Prima della partita (dalla "Gazzetta dello Sport", per gentile concessione di Enrico Levrini)



Cliccare sull'immagine per ingrandire

Il biglietto della partita
(per gentile concessione di Stefano Ravaglia)



Cliccare sull'immagine per ingrandire

Tifosi rossoneri allo stadio Sinigaglia di Como. Durante l'incontro, Fulvio Collovati verrà colpito al capo da un sasso lanciato dal settore milanista. Da quel momento per il forte stopper" prodotto del vivaio rossonero, inizierà il graduale distacco dalla maglia rossonera
(foto sotto, dal sito forum.tifonet.it - Amarcord Rossonero)

"Piccolo "scazzo" nell'androne dei bagni fra noi dei Panthers e Fossa&Brigate perché cominciammo
a contestare la squadra dall'entrata in campo per il riscaldamento" (Nino Irato, facebook)


Cliccare sull'immagine per ingrandire




Cliccare sull'immagine per ingrandire Cliccare sull'immagine per ingrandire
I tifosi rossoneri



Cliccare sull'immagine per ingrandire

(per gentile concessione di Luca Ferrari)




Foto by Vincenzo De Santi
Cliccare sull'immagine per ingrandire Cliccare sull'immagine per ingrandire Cliccare sull'immagine per ingrandire
Cliccare sull'immagine per ingrandire Cliccare sull'immagine per ingrandire
Cliccare sull'immagine per ingrandire Cliccare sull'immagine per ingrandire




Cliccare sull'immagine per ingrandire Cliccare sull'immagine per ingrandire Cliccare sull'immagine per ingrandire
(by Stefano Taffy - facebook)
Cliccare sull'immagine per ingrandire Cliccare sull'immagine per ingrandire




Cliccare sull'immagine per ingrandire

Un'altra immagine del tifo rossonero
Cliccare sull'immagine per ingrandire

(by Davide Milano - facebook)



Cliccare sull'immagine per ingrandire Cliccare sull'immagine per ingrandire
(by Massimo Tullo)



Cliccare sull'immagine per ingrandire Cliccare sull'immagine per ingrandire
(per gentile conessione di Gianluca Missaglia)




Cliccare sull'immagine per ingrandire Cliccare sull'immagine per ingrandire Cliccare sull'immagine per ingrandire
Foto gentilmente concesse da Mauro Busnati del Milan Club Naviglio Rossonero
Cliccare sull'immagine per ingrandire Cliccare sull'immagine per ingrandire




Cliccare sull'immagine per ingrandire



Cliccare sull'immagine per ingrandire




Cliccare sull'immagine per ingrandire

Il rigore sbagliato da Roberto Antonelli
Cliccare sull'immagine per ingrandire

Fulvio Collovati a terra colpito
da un sasso lanciato dalla curva rossonera



Cliccare sull'immagine per ingrandire

Venturi al tiro, contrastato dal potiere lariano Giuliani
Cliccare sull'immagine per ingrandire

Gobbo, Baresi e Collovati (per gentile concessione di Enrico Levrini)



Cliccare sull'immagine per ingrandire

Fulvio Collovati a terra colpito
da un sasso lanciato dal settore milanista
(per gentile concessione di Christian Alberton)
Cliccare sull'immagine per ingrandire

Fulvio Collovati trasportato in barella fuori dal campo
(per gentile concessione di Christian Alberton)



Cliccare sull'immagine per ingrandire

Incidenti nel settore rossonero
(by Stefano "Potsy" Pozzoni)



Cliccare sull'immagine per ingrandire

Una fase degli incidenti durante la partita
(per gentile concessione di Christian Alberton)
Cliccare sull'immagine per ingrandire

(per gentile concessione di Christian Alberton)



Alcune istantanee dell'episodio che ha visto Fulvio Collovati colpito da un petardo proveniente dalla curva milanista
(by Ware, dal sito www.1899.it)




Cliccare sull'immagine per ingrandire

(per gentile concessione di Enrico Levrini)



Cliccare sull'immagine per ingrandire

(per gentile concessione di Giorgio Brambilla)
Cliccare sull'immagine per ingrandire

(per gentile concessione di Giorgio Brambilla)



Cliccare sull'immagine per ingrandire

La classifica della Serie A 1981/82
(dalla "Gazzetta dello Sport", per gentile concessione di E.Levrini)
Cliccare sull'immagine per ingrandire

Le formazioni e le pagelle di Como vs Milan
(dalla "Gazzetta dello Sport", per gentile concessione di E. Levrini)



Cliccare sull'immagine per ingrandire

Istantanee dei goal del Como
(dalla "Gazzetta dello Sport", per gentile concessione di Enrico Levrini)
Cliccare sull'immagine per ingrandire

(dalla "Gazzetta dello Sport", per gentile concessione di Enrico Levrini)



Cliccare sull'immagine per ingrandire Cliccare sull'immagine per ingrandire
(per gentile concessione di Enrico Levrini)



Cliccare sull'immagine per ingrandire

L'articolo della "Gazzetta dello Sport" il giorno successivo all'incontro
Cliccare sull'immagine per ingrandire e leggere

(da "La Stampa" del 22 marzo 1982)



Cliccare sull'immagine per ingrandire

(dal "Guerin Sportivo", per gentile concessione di Enrico Levrini)




dal sito amarcordmilan.blog.lastampa.it

PARTITE DA INCUBO: Dopo il ko di Como si scatenò l'inferno
In un campionato che si concluse con la retrocessione in B, il Milan registrò in terra lariana, il 21 marzo 1982, uno dei peggiori momenti della sua storia

La parola incubo cammina di pari passo con il campionato 1981-82, l'annata della seconda retrocessione in B del Milan, la prima sul campo. Il 21 marzo '82, i rossoneri affrontarono il Como in una partita della ventitreesima giornata, scontro diretto tra gli ultimi in classifica (i lariani) e i penultimi (i rossoneri). Reduce dalla sconfitta casalinga contro il Catanzaro, il Milan puntava a rimettersi in corsa contro la squadra fanalino di coda.
Particolare curioso: nella panchina del Como sedeva Seghedoni, lo stesso tecnico che aveva guidato il Taranto nella netta vittoria (3-0) contro i rossoneri del 7 dicembre '80. Galbiati, dopo aver rilevato Gigi Radice, non riuscì ad ottenere i risultati sperati da tutti per rivitalizzare una classifica incredibilmente anemica. Lo schieramento in campo vide una punta di ruolo (Jordan, il cui unico gol stagionale lo aveva messo a segno proprio contro il Como, nella partita d'andata) e Novellino a supporto. Battistini e Buriani sulle fasce, Baresi in mediana e Venturi libero. Il Como rispose con due punte (Nicoletti e Mossini), Gobbo dietro gli attaccanti e Lombardi uomo d'ordine di centrocampo.
Il primo tempo non riservò particolari emozioni. Al 44', tuttavia, Mossini sbloccò il risultato, capitalizzando una delle poche occasioni offensive dei padroni di casa. Nella ripresa, Galbiati sostituì Buriani con Antonelli e Moro con Evani. La musica non cambiò. Anzi, dopo appena 6' il Como trovò il raddoppio con Mancini. I rossoneri provarono a riaprire la partita ma finì per sprecare anche un rigore, calciato fuori da Antonelli.
I tifosi andarono su tutte le furie, scatenando una durissima contestazione che sfociò in un lancio di oggetti in campo. La porta di Piotti fu letteralmente bersagliata. Un sasso colpì Collovati al capo. Il difensore cadde a terra. Lo stopper della nazionale, considerato uno dei pilastri della squadra rossonera, cominciò quel giorno a meditare l'addio al Milan.
Il dopopartita fu ancora più teso. Le forze dell'ordine si scontrarono con gli ultras rossoneri mentre i giocatori furono costretti a restare negli spogliatoi per oltre un'ora. Nei pressi dello stadio lariano vi furono scene da guerriglia urbana. Per la società rossonera scattò la squalifica del campo per due turni. Alla fine di quella domenica, il Milan rimase mestamente al penultimo posto in classifica. Per il Como, la vittoria contro i rossoneri fu l'unica soddisfazione (insieme al pareggio nella partita d'andata contro i rossoneri) in una stagione da "ultima della classe".
Nell'annata successiva, le due squadre si ritrovarono in B, in un campionato che riportò i rossoneri nella massima serie mentre i lariani mancarono d'un soffio la promozione (gli spareggi finali premiarono il Catania, promosso con Milan e Lazio). Tuttavia, il 5 dicembre del 1982, il Como si prese il lusso di battere nuovamente i rossoneri. A decidere il risultato fu una punizione di Palanca che determinò una delle tre sconfitte stagionali del Milan nel secondo campionato cadetto.