Ritorno ai tabellini delle partite
< Partita precedente

   


20 novembre 1966, Milan vs Internazionale 0-1






Il biglietto della partita



Cliccare sull'immagine per ingrandire

Da sinistra, Armando Picchi (Inter),
l'arbitro Concetto Lo Bello e Gianni Rivera
(foto ricevuta da Gianni Righetto,
per gentile concessione di Marconi Productions s.r.l.)
Cliccare sull'immagine per ingrandire e leggere

Armando Picchi, Concetto Lo Bello e Gianni Rivera
(Archivio Magliarossonera.it)



cliccare sull'immagine per ingrandire

Sarti anticipa Fortunato
cliccare sull'immagine per ingrandire

Schnellinger contrasta Bedin



cliccare sull'immagine per ingrandire

Barluzzi battuto dall'autorete di Sergio Maddé





Vivere il derby (RAI)



cliccare sull'immagine per ingrandire cliccare sull'immagine per ingrandire
(dal "Corriere dello Sport")



cliccare sull'immagine per ingrandire

(da "Paese Sera")
Cliccare sull'immagine per ingrandire e leggere

(da "La Stampa" del 21 novembre 1966)



Cliccare sull'immagine per ingrandire e leggere Cliccare sull'immagine per ingrandire e leggere
(da "L'Unità" del 21 novembre 1966)



Cliccare sull'immagine per ingrandire e leggere

"Il Giorno" con il derby in copertina




COMMENTO ALLA PARTITA tratto da "Milan-Inter, storia e gloria del derby di Milano", 1998 - Enrico Tosi

20.11.1966 - MILAN vs INTERNAZIONALE 0-1, Campionato di Serie A (9^ giornata)
Dopo 8 giornate l'Inter è già in testa con 15 punti, due più della Juve, a 13. Il Milan è a metà classifica con 9. Fredda giornata invernale con pallido sole. Terreno buono, 70.000 spettatori. Il Milan ha il derby in mano ma spreca, non una, ma più volte. Per colmo di disgrazia, è proprio un rossonero a siglare il risultato con un'autorete. Forse poco equo l'esito dell'incontro ma la realtà è che troppe occasioni il Milan si è mangiato per aver diritto a alamentarsi. Clamorosi gli errori di Rivera e Sormani verso la mezzora. In entrambe le circoastanze è il portiere dell'Inter Sarti a fermare le maldestre conclusioni dei rossoneri. Al 29' della ripresa l'autorete di Maddè: Mazzola va via a Schnellinger, il migliore del Milan, e batte vero la porta. La coscia di Maddè dà alla sfera la beffarda deviazione. Decisiva per le sorti della stracittadina.