Ritorno ai tabellini delle partite
< Partita precedente

   


20 novembre 1960, Milan vs Internazionale 0-1




cliccare sull'immagine per ingrandire cliccare sull'immagine per ingrandire
La formazione rossonera.
Da sinistra in piedi: Zagatti, Salvadore, Rivera, Altafini, Maraschi, C. Maldini. Accosciati: Trapattoni, Ghezzi, David, Trebbi, Vernazza



Cliccare sull'immagine per ingrandire

(per gentile concessione di Gianni Righetto)



Cliccare sull'immagine per ingrandire

(per gentile concessione de "I Soliti Ribelli")



Cliccare sull'immagine per ingrandire

Un'azione in area nerazzurra



Cliccare sull'immagine per ingrandire e leggere

(dal "Corriere dello Sport")
Cliccare sull'immagine per ingrandire e leggere

(da "L'Unità" del 21 novembre 1960)



Cliccare sull'immagine per ingrandire e leggere Cliccare sull'immagine per ingrandire e leggere
(da "La Stampa" del 21 novembre 1960)





Il derby in copertina de "Lo Sport Illustrato"
Clicca per vedere il video!

VIDEO
(da "Istituto Luce", www.archivioluce.com, grazie ad AF)




COMMENTO ALLA PARTITA tratto da "Milan-Inter, storia e gloria del derby di Milano", 1998 - Enrico Tosi

20.11.1960 - MILAN vs INTERNAZIONALE 0-1, Campionato di Serie A (8^ giornata)
Classifica di campionato dopo 7 giornate, prima del derby. Roma 11, Inter, Milan e Sampdoria 10. E' una stracittadina di vertice. Esordiscono nella "partita della Madonnina" due personaggi che diventeranno mitici per il calcio milanese: Helenio Herrera, sulla panchina dell'Inter e il 17enne Gianni Rivera nell'attacco rossonero. La giornata č di pieno sole, l'incasso (con oltre 73.000 paganti) č di quasi 102 milioni (record per il campionato). L'organizzazione difensiva delle due squadre prevale sulle velleitą degli uomini di punta. Poco prima del riposo il gol decisivo: batte Lindskog una punizione qualche metro fuori dall'area, la barriera respinge; riprende Lindskog e bis della barriera. Riprende ancora Picchi che con una fucilata rasoterra da otre 20 metri, infila nell'angolino, sulla destra dell' "ex" Ghezzi. Negli spogliatoi i rossoneri riconoscono la superioritą dell'Inter e il "mago" HH afferma: "Siamo forti e lo saremo ancora di pił."