Ritorno ai tabellini delle partite
< Partita precedente

   


23 febbraio 1958, Milan vs Internazionale 2-2






Da sinistra: Fontana (2), Skoglund (11), il portiere Buffon, Maldini (5), Angelillo (9), Bergamaschi (6). A destra Nils Liedholm





Lorenzi osserva Beraldo a terra




cliccare sull'immagine per ingrandire

Istantanea della partita: 1-1
(per gentile concessione di Ivano Michetti)
cliccare sull'immagine per ingrandire

Istantanea della partita: 2-1
(per gentile concessione di Ivano Michetti)



Cliccare sull'immagine per ingrandire e leggere Cliccare sull'immagine per ingrandire e leggere
(dalla "Gazzetta dello Sport" del 24 febbraio 1958)



Cliccare sull'immagine per ingrandire e leggere Cliccare sull'immagine per ingrandire e leggere
(da "La Stampa" del 24 febbraio 1958)



Cliccare sull'immagine per ingrandire e leggere

(da "La Stampa" del 24 febbraio 1958)




Articoli seguenti tratti da "Lo Sport Illustrato"
Cliccare sull'immagine per ingrandire e leggere Cliccare sull'immagine per ingrandire e leggere



Cliccare sull'immagine per ingrandire e leggere Cliccare sull'immagine per ingrandire e leggere




COMMENTO ALLA PARTITA tratto da "Milan-Inter, storia e gloria del derby di Milano", 1998 - Enrico Tosi

23.02.1958 - MILAN vs INTERNAZIONALE 2-2, Campionato di Serie A (22^ giornata)
Nonostante disputino uno dei campionati più grigi della loro storia (Inter e Milan sono a metà classifica con 21 e 20 punti rispettivamente, staccatissimi dalla Juve), le due milanesi giocano una partita da ricordare. Durante la stagione, almeno il Milan di partite valide ne ha disputate solo in Coppa Campioni: arriverà alla finale di Bruxelles con il Real Madrid. Giornata di sole, ma con brezza gelida, per un derby definito quaresimale che però attira 80.000 spettatori. Entrambe le squadre alla fine recrimineranno. Il Milan per aver perso Schiaffino, dopo appena 16' per un infortunio, per l'amnesia di Buffon in occasione del pareggio nerazzurro e per una clamorosa palla gol sprecata da Danova. L'Inter, invece, per le condizioni precarie con cui Angelillo è sceso in campo e per un rigore di straordinaria evidenza non concesso sul 2-2. Così il derby risulta bellissimo ed appassionante. I nerazzurri vanno in vantaggio col solito Lorenzi che raccoglie una respinta di Buffon su saetta di Angelillo. Carletto Galli pareggia di testa su cross di Mariani. Nella ripresa vantaggio del Milan con fucilata di Mariani. Definitivo 2-2 dell'Inter: punizione di Skoglund, testa di Masiero e gol (con Buffon che sta a guardare). Da ricordare ancora la "parata dell'impossibile" di Ghezzi al 22' su colpo di testa di Danova a tre metri dalla linea di porta e il sensazionale "mani" di Liedholm al 27', sempre della ripresa, con rigore trasformato in punizione dal limite dall'arbitro Jonni.