Ritorno ai tabellini delle partite
   

   


TORNEO "LOMBARDI E MACCHI"
20 settembre 1928, Milan vs Ambrosiana 4-4  (d.t.s.)






(da "Tutti gli Sports" del 30 settembre 1928)





(per gentile concessione di Chrystian Calvelli)



Cliccare sull'immagine per ingrandire

(Archivio Luigi La Rocca)





(da "Tutti gli Sports" del 30 settembre 1928)
Cliccare sull'immagine per ingrandire e leggere

(da "Il Littoriale" del 21 settembre 1928)





(dal "Corriere della Sera")


(da "La Stampa")



Cliccare sull'immagine per ingrandire e leggere

(da "La Domenica Sportiva" del 30 settembre 1928)



Cliccare sull'immagine per ingrandire e leggere

Premio quale miglior portiere della manifestazione
(by Gabriele Castelli)




COMMENTO ALLA PARTITA tratto da "Milan-Inter, storia e gloria del derby di Milano", 1998 - Enrico Tosi

20.09.1928 - MILAN vs AMBROSIANA 4-4 d.t.s. (Trofeo "Lombardi e Macchi")
La "Gazzetta dello Sport" del 10 settembre 1928 riporta la notizia dell'avvenuta fusione tra la Milanese e l'Internazionale. Milano non puō permettersi tre squadre in Divisione Nazionale. Con la promozione dell'U.S. Milanese in prima serie, per la stagione 1928-29 Milano si ritrova infatti con 3 squadre iscritte in Divisione Nazionale. Per motivi di opportunitā (vedi concomitanza di partite) o forse per invito della Federazione (il nome "Internazionale" non era ben visto dal regime) Inter e U.S. Milanese si fondono. Il calcio meneghino si identifica esclusivamente, da qui in avanti, con Milan e Ambrosiana.
Resta il vecchio Milan mentre le altre due si fondono. L'occasione per il primo derby con la nuova denominazione di Ambrosiana č offerta dal Trofeo "Lombardi e Macchi", tradizionale appuntamento organizzato dal Milan (il Trofeo, giunto alla terza edizione, sarā definitivamente assegnato alla societā che se lo aggiudicherā 3 volte; dopo la prima edizione, vinta dal Milan (1924), le altre sono appannaggio dell'Ambrosiana (1927, marzo 1929 e settembre 1929).
Vi partecipano, oltre alle due squadre milanesi, anche Cremonese e Pro Vercelli. Si disputano le semifinali che danno luogo ai seguenti risultati: Ambrosiana-Pro Vercelli 3-0 e Milan-Cremonese 6-0. Dunque finale Milan-Inter, pardon Milan-Ambrosiana. Il risultato finale č un bellissimo 4-4, dopo due ore di gioco vivacissimo non ci sono nč vincitori nč vinti. Il risultato non cambia, infatti, nemmeno dopo i tempi supplementari. Il Milan, favorito alla vigilia, non la spunta, anche per i meriti della neonata antagonista. San Siro č gremito sugli spalti. L'incontro č elettrizzante, con ritmo vertiginoso e punteggio sempre in bilico.
L'Ambrosiana gioca in maglia bianca con grande croce rossa sul petto (simbolo di Milano) e fascio littorio. Gli otto gol sono tutti di pregevole fattura, uno lo marca Giuseppe "Gipo" Viani, ex U.S. Milanese e ora Ambrosianista, che sarā poi, nel dopoguerra, un grande tecnico del Milan.